Contenuto sponsorizzato

La Grande guerra diventa una mappa per scoprire i percorsi della memoria. Dal Monte Baldo alla Lessinia, al via le escursioni guidate dei "Sentieri parlanti"

Questo progetto nasce dalla collaborazione tra Azienda per il turismo Rovereto, Vallagarina e Monte Baldo e Museo storico italiano della guerra di Rovereto, la mappa è dedicata a chi vuole ripercorrere i sentieri della storia e della memoria

Pubblicato il - 15 maggio 2024 - 16:14

ROVERETO. Una mappa per raccontare i luoghi e i percorsi della memoria in Vallagarina e una serie di escursioni guidate sui "Sentieri parlanti". 

Questo progetto nasce dalla collaborazione tra Azienda per il turismo Rovereto, Vallagarina e Monte Baldo e Museo storico italiano della guerra di Rovereto, la mappa è dedicata a chi vuole ripercorrere i sentieri della storia in Vallagarina.

 

L’iniziativa, condivisa con i Comuni della Vallagarina e sostenuta dalla Comunità di Valle, è uno strumento informativo bilingue (italiano e inglese), utile a chi voglia approfondire la conoscenza delle testimonianze della Prima Guerra Mondiale sul territorio lagarino.

 

 

Dal Museo della Guerra alla Campana dei Caduti e Sacrario Militare Castel Dante a Rovereto e Forte Pozzacchio nel Comune di Trambileno. Si segnalano inoltre 20 percorsi escursionistici a tema, suddivisi per area geografica (Monte Pasubio, Monte Zugna, Vallagarina, Val di Gresta, Monte Baldo e Monti Lessini), completi di lunghezza, tempi di percorrenza e tracce gpx. In mappa sono posizionati i punti di interesse e le distanze temporali per raggiungere il parcheggio più vicino al punto di partenza dei percorsi.

 

Viene inoltre inserito un rimando al Sentiero della Pace, il tracciato che si snoda per circa 600 chilometri di cui 145 in Vallagarina, seguendo la linea del fronte italo-austriaco della Prima Guerra Mondiale.

 

La collaborazione con il Museo della Guerra nella realizzazione della mappa conferma lo stretto legame tra luoghi della cultura e territorio. La visita a uno dei numerosi siti storici presenti in Vallagarina può infatti completare l’esperienza al Museo, dove si trovano raccontate le vicende che si sono svolte proprio in quei luoghi. La mappa si aggiunge e integra ad altri strumenti già realizzati, come l’audio guida disponibile tramite l’app gratuita MobiCult che sarà presto arricchita di nuovi contenuti e che permette già di ascoltare le descrizioni non solo del Museo ma anche di diversi siti storici come il campo trincerato dell’Asmara, delle trincee sul monte Talpina e sul Nagià Grom.

 

I sentieri che conducono sulle tracce della Grande Guerra e in particolare il tratto del Sentiero della Pace che attraversa la Vallagarina saranno protagonisti anche di un progetto europeo al quale il Museo della Guerra partecipa e che porterà a far conoscere l’esperienza di valorizzazione svolta in sinergia con l’azienda turistica e la Comunità di valle anche fuori dai confini italiani.

 

Il lancio della mappa, distribuita gratuitamente da Museo della Guerra, Apt e Comuni della Vallagarina, è accompagnato da una proposta di escursioni guidate riunite nel format dal titolo “Sentieri Parlanti”.

 

Il primo appuntamento è domenica 19 maggio con ritrovo alle 9.30 al parcheggio di Manzano, destinazione Trincee del Nagià Grom nel Comune di Mori. Poi sabato 15 giugno si va alla scoperta del Corno della Paura sul Monte Baldo (ritrovo al camping Bellavista alle 9), sabato 6 luglio l’itinerario si snoda sulle pendici del Monte Zugna (ritrovo alle 9.30 al Rifugio Malga Zugna). E domenica 4 agosto la meta è Monte Corno Battisti sul Massiccio del Pasubio (ritrovo alle 9.30 al Parcheggio Sassom, Pian del Cheserle). Chiude il ciclo delle cinque escursioni in calendario l’appuntamento alla scoperta della Lessinia Trentina, destinazione Busoni della Sega di Ala, fissato per domenica 15 settembre (ritrovo alle 9.30 alla Sega di Ala, vicino alla chiesetta di San Rocco).

 

Tutte le escursioni sono in compagnia degli Accompagnatori di territorio e prevedono un minimo di 6 e un massimo di 25 partecipanti. Attività su prenotazione entro le 12 del giorno precedente l’uscita, al costo di 15 euro per gli adulti, 7 euro tariffa ridotta per bambini dai 10 ai 15 anni compiuti, gratuito per bambini fino a 9 anni compiuti – esclusa l’attività del 15 giugno, gratuita per tutti e a cura del Parco Naturale Locale del Monte Baldo. Le prenotazioni vanno effettuate sul sito dell’Apt Rovereto, Vallagarina e Monte Baldo oppure all’ufficio informazioni di Corso Rosmini 21 a Rovereto (Qui info).

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
24 giugno - 13:21
Enzo Di Gregorio (Edg Spettacoli): "La formula del festival ha funzionato. Ma se vogliamo destagionalizzare il turismo, creare proposte diffuse e [...]
Montagna
24 giugno - 12:03
La via era stata ripulita soltanto un paio di giorni prima, ma è stato necessario intervenire nuovamente: così il sentiero è stato ripulito e [...]
Ambiente
24 giugno - 11:23
Wwf Trentino Odv e Io non ho paura del lupo Aps gli autori della campagna virale dedicata ai grandi carnivori che da qualche giorno è affissa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato