Contenuto sponsorizzato

Rispunta Gios e Futura presenta 'Ghezzi presidente'. Ecco i 51 i simboli depositati per le elezioni

Tra i contrassegni anche Donatella Conzatti con Restart e il Popolo della Famiglia che corre in 'bicicletta' con Noi per il Trentino di Tarolli (che dovrebbe sostenere Rossi)

Pubblicato il - 10 settembre 2018 - 19:08

TRENTO. Sono stati presentati 51 simboli elettorali, anche se non è detto che saranno altrettanti sulla scheda. Molti hanno depositato il contrassegno soltanto per evitare che qualcuno si impossessi dell'immagine e dello slogan, per precauzione. Come il Patt, che ha blindato ogni immagine contenente le stelle alpine.

 

Panizza ha fatto registrare il simbolo del Patt, quello con le stelle alpine e l'acronimo scritto in basso. Ma ha voluto tutelare anche le due stelle alpine, e anche le tre stelle alpine. E anche la sua storia: il simbolo dell'Asar e quello del PPTT UE, sia con la scritta semplice che con la specificazione 'Autonomia Trentino Tirolese'.

 

Di autonomisti, poi, ce ne sono altri. A cominciare dalla prima formazione che ha depositato i simboli, quella di Paolo Primon che ha presentato il contrassegno di Popoli liberi. Ma c'è anche Autonomia dinamica di Mauro Ottobre e Autonomisti popolari di Walter Kaswalder. 

 

Anche l'associazione Fassa ha voluto difendersi, presentando tutte le ipotesi di contrassegno: Moviment ladin de Fassa, Civica Fassa, Movimento civico Fassa, Movimento ladino Fassa, Adum con Fassa. Questo per evitare che qualcuno potesse prendersi il nome, che in fondo è quello di una valle. E nella per la stessa valle c'è anche la Ual, l'Union autonomista ladina, e il Moviment ladin de Fascia

 

Ci sono poi i simboli delle liste personali, come TRE, quella di Roberto de Laurentis. I simboli che lui presenta sono due: uno con la sola scritta TRE e l'altro con l'aggiunta di De Laurentis presidente. Ma a sorpresa, che sembrava si fosse fatto da parte, c'è anche Geremia Gios che presenta il contrassegno della sua Rivoluzione felice e della Civica per Gios. Non significa che correrà con una lista, ma non si sa mai. 

 

Anche i socialisti hanno due contrassegni, uno con la specificazione 'Riformisti per l'Italia'. I Verdi invece ne hanno uno, il sole che ride. Così il PD, l'Upt, Casapound, la Lega, Civica Trentina, Agire per il Trentino, Progetto Trentino, il Movimento 5 Stelle (c'è un XII Stelle ma con i grillini non c'entra nulla).

 

Ci sono poi i partiti che presentano l'originale e la variante con 'Fugatti presidente': Forza Italia, Fratelli d'Italia e Udc. E partiti e movimenti outsider, come La bussola del Trentino, Etica, il Fronte sovranista italiano, la Catena, quella di Franco Bruno che propone un programma dirompente: basta profughi, basta droga e se va male è tutta colpa delle donne

 

C'è la formazione di Ivo Tarolli 'Noi per il Trentino', che sembra voglia sostenere Ugo Rossi per la presidenza. Oltre a questo simbolo Tarolli ha presentato anche una 'bicicletta', due simboli contenuti in un unico contrassegno: Noi per il Trentino con il Popolo della Famiglia, il partito di Mario Adinolfi contrario a gay, aborto, divorzio, siti portno e preservativi. Nella 'bicicletta', in basso, si legge la parola Etica, che compare anche in un altro simbolo.  

 

Tra i contrassegni spunta anche Donatella Conzatti con il simbolo del suo think-thank 'Restart-Trentino POP'. E la sinistra, con L'altro Trentino a sinistra. C'è anche Primavera trentina, il gruppo che ha dato vita all'avventura di Paolo Ghezzi. Il simbolo ufficiale che lo sosterrà alle elezioni è quello di Futura 2018 e per non sbagliare i contrassegni presentati sono tre: Futura 2018 'partecipazione e solidarietà', poi Futura 2018 con Paolo Ghezzi e l'ultimo, che non si sa mai cosa succeda, Futura 2018 con Paolo Ghezzi presidente.  

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 giugno - 20:29

Il decesso è avvenuto a Campitello di Fassa, un lutto che ha scosso la comunità. Ci sono 5.438 casi e 468 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 611 per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,16%

04 giugno - 19:59

La motivazione usata dal presidente per i market è che le persone ormai si sarebbero disabituate a fare la spesa la domenica. Ma se il tema è certamente affrontabile (anche i sindacati chiedono le chiusure) richiede analisi e spiegazioni un po' più approfondite perché avrà ricadute in termini economici, occupazionali e di qualità dei servizi. Sulle mascherine per ora resta l'obbligo

04 giugno - 19:07
Complessivamente ci sono 5.438 casi e 468 morti legati a Covid-19 da inizio epidemia. I tamponi analizzati sono stati 611 per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,16%
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato