Contenuto sponsorizzato

E' Renato Tasin il primo sindaco di Terre d'Adige

L'ex sindaco di Zambana e leader, insieme all'ex primo cittadino di Nave San Rocco Joseph Valer, della lista Uniamo Terre d'Adige ha sconfitto Roberto Roncador alla guida della lista civica per Terre d'Adige e la Lega

Di L.A. - 27 maggio 2019 - 23:06

TERRE D'ADIGE. E' Renato Tasin (Qui intervista e programma) il primo sindaco del comune Terre d'Adige, amministrazione nata per le fusioni di Nave San Rocco e Zambana.

 

L'ex sindaco di Zambana e leader, insieme all'ex primo cittadino di Nave San Rocco Joseph Valer, della lista Uniamo Terre d'Adige ha sconfitto Roberto Roncador alla guida della lista civica per Terre d'Adige e la Lega

 

Alta l'affluenza per queste prime elezioni per il comune sorto dopo il referendum del maggio 2016: 72,38% e 1.971 elettori che si sono recati alle urne. 

 

Un lungo testa a testa che a premiato poi Tasin al 53%, mentre Roncador si è fermato al 46,95%.

 

Nonostante i dati registrati tra europee e suppletive superiori al 35%, la Lega non è riuscita sfondare a livello amministrativo per chiudere al 19,01% dietro la lista vincitrice, Uniamo Terre d'Adige (53,05%), e l'alleata Lista Civica per Terre d'Adige (27,03%).

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 18:14

La Provincia rinnova infine l'appello di seguire le regole: "Si devono tutelare il più possibile gli anziani, obiettivo che i giovani devono concorrere a raggiungere attuando le regole igieniche e il corretto distanziamento"

29 settembre - 17:44

L'approfondimento tecnico si è concluso, forse proprio quando è arrivato anche il ricorso del Codacons. L'associazione per la difesa dell'ambiente e tutela dei diritti di utenti e consumatori ha presentato al Tar di Trento, tramite l'avvocato Zero Perinelli, un ricorso contro la norma provinciale. La Pat: "Evitare disparità di trattamento tra gli esercizi commerciali"

29 settembre - 13:50

Bocciato uno dei provvedimenti bandiera della Giunta Fugatti, il tribunale condanna Pat e Comune di Trento a disapplicare la norma sulle case Itea. Gli avvocati: “Per il Trentino è un primo passo molto importante per rimuovere le norme introdotte dalla Provincia negli ultimi anni in materia di welfare che hanno determinato effetti gravissimi di esclusione in danno degli stranieri”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato