Contenuto sponsorizzato

Ballottaggi, il primo sindaco della storia di Novella è Donato Preti, sconfitto Alessandro Rigatti

Il candidato sconfitto aveva chiuso davanti il primo turno, ma Preti è riuscito a rovesciare le sorti dell'elezioni per farsi eleggere sindaco. Il Comune di Novella è nato il 1 gennaio dalla fusione di Cagnò, Revò, Romallo, Cloz e Brez

Di L.A. - 04 ottobre 2020 - 23:18

NOVELLA. E' Donato Preti il primo sindaco della storia a Novella, amministrazione comunale nato il 1 gennaio dalla fusione di CagnòRevòRomalloCloz Brez

 

Una partita serrata per eleggere il primo cittadino: il candidato di Novella 2020 - Impegno, tradizione, innovazione chiude in testa al 51,91%, mentre Alessandro Rigatti di Costruiamo Novella si arrende al 48,09%.

 

Il primo turno era stato chiuso davanti da Rigatti al 42,39%, mentre Preti si era fermato al 33,73%. Fuori dai giochi Fausto Garbato (15,13%) e Fabrizio Paternoster all'8,75% (Qui primo turno).

 

Non ci sono stati ufficialmente apparentamenti, ma il ballottaggio ha rovesciato i risultati e il neo sindaco è riuscito a ottenere un numero maggiore di consensi. 

 

E' la prima tornata elettorale per questo Comune e entra in funzione per questa volta anche la regola che un seggio è riservato obbligatoriamente a un eletto residente in ciascun dei vecchi confini territoriali, quindi le preferenze ottenute nel primo turno dagli aspiranti consiglieri potrebbero essere rimescolate per questa ragione.

 

Sono state 2.065 le schede valide, 46 quelle non valide con 14 bianche per un totale di 2.111 schede scrutinate.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 05:01

L’anomalia dei tamponi molecolari: con una parità quasi perfetta dei test eseguiti (13.892 a Trento, 13.764 a Bolzano) i positivi rilevati dall’Alto Adige sono il triplo di quelli trentini dove, in 10 giorni, si dichiarano appena 567 contagi. Dai casi fantasma ai macroscopici errori dell’Iss (che dovrebbe controllare le Regioni), pare impossibile avere un quadro puntuale dell’evoluzione epidemiologica

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato