Contenuto sponsorizzato

A Dro l'assessora Malacarne lascia e si dimette anche dal consiglio comunale. Il sindaco: ''Gli impegni per stare accanto ai cari le impediscono di proseguire incarico''

L’intero carico delle deleghe di Malacarne viene affidato a Marino Matteotti, noto imprenditore del settore metalmeccanico, da sempre vicino al mondo del volontariato locale. A entrare in consiglio comunale invece Matteo Chiarani, primo dei non eletti alle ultime elezioni amministrative

Di L.A. - 12 maggio 2021 - 11:38

DRO. Si è dimessa Maria Malacarne, la rappresentante di Cantiere civico democratico con Fravezzi, la più votata di lista con 66 preferenze alle ultime elezioni amministrative, lascia il ruolo da assessora e da consigliera comunale a Dro.

 

Le dimissioni sono arrivate martedì 11 maggio a causa di improvvise e inaspettate situazioni personali. Un quadro che ha costretto Malacarne a dover scegliere per un allontanamento dalla vita politica avviata nel 2010 e che nell'ultimo decennio l'ha vista come parte attiva per la comunità.

 

"Gli impegni per stare accanto ai propri cari - spiega Claudio Mimiola, sindaco di Dro - le impediscono di proseguire al meglio il suo incarico. Da tutta la Giunta e da tutta l’amministrazione, uffici compresi, va il più grande ringraziamento per il tempo dedicato al bene pubblico delle comunità di Ceniga, Dro e Pietramurata. Senza il lavoro svolto in questi ultimi sei anni da assessora, il territorio non avrebbe avuto la stessa spinta e crescita".

 

L’intero carico delle deleghe di Malacarne viene affidato a Marino Matteotti, noto imprenditore del settore metalmeccanico, da sempre vicino al mondo del volontariato locale. "Una persona capace - evidenzia Mimiola - impegnato nel lavoro e sarà un ottimo sostituto che saprà far tesoro di quanto improntato dall’assessora uscente portando le proprie doti e qualità al servizio dei tanti progetti e delle numerose opere in programma".

 

Le dimissioni di Malacarne la portano ufficialmente all’esterno del consiglio comunale. E' pertanto necessario procedere con la surroga di un nuovo consigliere nel primo consiglio comunale utile: il nome del primo dei non eletti è quello di Matteo Chiarani.

 

"Esprimiamo il nostro più sentito ringraziamento per l’impegno e il tempo dedicato al servizio della comunità e negli ultimi sei anni in qualità di assessore", commenta Luca Gelmi, coordinatore del gruppo politico Cantiere civico democratico con Fravezzi.

 

"Il ruolo di Matteotti - dice Gelmi - sarà fondamentale per proseguire il fitto calendario di impegni dell’amministrazione e del suo specifico assessorato. A lui va il nostro augurio di buon lavoro certi di poter contare sul prezioso bagaglio personale di esperienza e di conoscenza della comunità che racchiude nella sua figura. Auguri di buon lavoro anche al giovane e promettente ingegnere Chiarani, impegnato da anni nella comunità".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 giugno - 06:01
Il consigliere provinciale di Futura Paolo Zanella chiede chiarimenti in merito alle classi 'particolari' di indirizzo bilinguistico e musicale [...]
Cronaca
15 giugno - 07:47
E' successo nella tarda serata di ieri sulla Mebo, i vigili del fuoco sono intervenuti con le pinze idrauliche. La persona gravemente ferita dopo [...]
Cronaca
15 giugno - 07:28
Assalto a un mezzo portavalori sull'autostrada A1, nella sera del 14 giugno tra Modena e Bologna. Momenti di paura tra gli automobilisti, ci [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato