Contenuto sponsorizzato

Tamponi salivari adesso (finalmente) ci siamo. Ferro: ''Arrivata la certificazione. Prima dell'estate partiremo per contenere l'epidemia''

Dopo mesi di annunci (i primi del presidente Fugatti risalgono a ottobre) sembra si sia arrivati al momento decisivo. Fugatti: ''E' un'eccellenza trentina. Non era certamente scontato. Ringraziamo Cibio, Università e Apss per aver raggiunto questo obiettivo''. Potranno essere usati anche sui giovani non vaccinati e per contenere focolai

Di Luca Andreazza - 13 maggio 2021 - 14:19

TRENTO. Dopo tanta attesa e tanti annunci della Provincia, ci sono finalmente i test salivari. Sono arrivate le ultime certificazioni e il semaforo verde definitivo per poter utilizzare questo strumento sviluppato dai laboratori del Dipartimento del Cibio dell'Università di Trento.

 

''Con orgoglio che presentiamo questo progetto - dice Maurizio Fugatti, presidente della Provincia - lanciato nei mesi scorsi sui test salivari. Oggi ha avuto una certificazione importante e quindi potrà partire. E' un progetto al quale tutta la comunità tiene molto e sul quale si potrà anche contare per tenere sotto controllo il Covid. E' un'eccellenza trentina. Non era certamente scontato. Ringraziamo Cibio, Università e Apss per aver raggiunto questo obiettivo al quale bisognerà aggiungere la parte pratica ma dal punto di vista scientifico abbiamo raggiunto un importante risultato".

 

Il governatore si è speso per annunciare questo nuovo strumento nella lotta a Covid e nel tracciamento delle positività già a novembre dell'anno scorso (Qui articolo). A inizio 2021 è iniziata la sperimentazione al drive through di Trento Sud, un migliaio di campioni raccolti in parallelo ai tamponi naso-faringei per verificare la sensibilità e l'attendibilità. 

 

"E' arrivata la certificazione - spiega Antonio Ferro, direttore del Dipartimento di prevenzione - un via libera importante e non scontato: un parere di cinque pagine in cui scrivono che dovendo applicare una scelta di screening di alta portata, ripetuti per asintomatici o tamponi immediati per i sintomatici, potremo disporre qui in Trentino di un'arma in più in vista delle riaperture. Pensiamo per esempio ai giovani, ma anche a quelli che ancora non saranno vaccinati".

 

Si ipotizza di partire nei prossimi mesi. "Prima dell'estate - aggiunge Ferro - saremo in grado di rendere i test salivari un mezzo di sanità pubblica per bilanciare e controllare epidemia. Oggi pomeriggio abbiamo un importante incontro tra Università, microbiologia dell'Apss e Comitato etico per individuare un target per tenere sotto controllo eventuali focolai, come quelli nella logistica dell'anno scorso. Penso anche agli alunni impegnati negli esami delle superiori e quei gruppi sociali che in questo momento non possono vaccinarsi. I campi di applicazione sono tanti".

 

I laboratori per processare i test salivari sono pronti, il personale è stato selezionato, le sperimentazioni sono state concluse e ora si entra nella fase dell'applicazione. Questo strumento dovrebbe affiancare i tamponi naso-faringei e i test antigenici nell'accertare le positività. La stima è quella di arrivare a regime all'analisi di 3 mila test salivari ogni giorno e con il livello di affidabilità paragonabile a quello del metodo standard.

 

Cosa cambia, lo spiega Pizzato del Cibio: "C'è grande facilità con cui si può prelevare la saliva. Dietro questo progetto, c'è un dispositivo per la raccolta della saliva che è nato in Trentino e ora possiamo utilizzare. Saliva che poi si trasforma in campione e poi scatta il processo del tampone molecolare. Ha sensibilità pari a quello nasofaringeo molecolare. Tempo di risposta entro 24 ore dalla raccolta. Siamo fiduciosi possa dare importante contributo. 

 

Soddisfatto l'attuale rettore dell'Università, Flavio Deflorian: ''E' questo esempio concreto di collaborazione. Fra università e un suo dipartimento, il Cibio, la Pat e l'Apss. Noi ci teniamo a fare la nostra parte. Avere tamponi che sono incrementati nel numero e più efficienti anche dal punto di vista dei prelievi sia importante strumento che ci permetterà di tracciare e tenere sotto controllo questa fase, speriamo, finale della pandemia''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 June - 08:52
La Squadra Mobile ha arrestato un uomo in relazione al reato di maltrattamenti in famiglia, un trentottenne straniero, ma da anni residente a [...]
Cronaca
15 June - 06:01
Il consigliere provinciale di Futura Paolo Zanella chiede chiarimenti in merito alle classi 'particolari' di indirizzo bilinguistico e musicale [...]
Cronaca
14 June - 16:21
Oggi in conferenza stampa il sindaco Ianeselli ha risposto alla lettera inviata dal gestore de "La Scaletta" in cui l'imprenditore si lamentava dei [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato