Contenuto sponsorizzato

Elezioni comunali, vittorie larghe a Mezzolombardo e Ala. Ballottaggio a Rovereto. Nuovi sindaci a Predazzo e Campodenno. Ma disastro affluenza

Da Ala a Rovereto, si è votato in cinque Comuni. Ecco i risultati. Ma l'affluenza è stata bassissima: alle urne un elettore su due

Di Luca Andreazza - 27 maggio 2024 - 06:01

TRENTO. Nessun vincitore, anche questa volta, al primo turno a Rovereto, la città della Quercia va al ballottaggio. La sfida è tra Giulia Robol e Gianpiero Lui. Ora i candidati sindaco del centrosinistra e del centrodestra andranno a caccia della convergenze con Officina comune (che ha strappato un risultato oltre le aspettative) e Fratelli d'Italia, che ha corso in solitaria. 

 

Il ballottaggio è tra due settimane (sabato 8 e domenica 9 giugno) in concomitanza con il rinnovo del Parlamento europeo.

 

Partite chiuse negli altri quattro Comuni impegnati in questa tornata elettorale. Affermazioni nette per Stefano Gatti e Michele Dalfovo, eletti rispettivamente alla guida di Ala e Mezzolombardo

 

Largo successo anche per Paolo Boninsegna a Predazzo, l'assessore uscente riesce a ottenere il consenso necessario per chiudere subito i conti e non dover rimettersi in gioco con il ballottaggio. Quorum superato a Campodenno, con l'unico candidato in corsa al municipio, Igor Portolan, che diventa primo cittadino. 

 

Il dato è poi quello sull'affluenza, molto bassa. Un avente diritto su due non si è praticamente recato ai seggi. A livello provinciale ha votato complessivamente il 49,5% dei cittadini.

 

A Rovereto l'affluenza è stata del 49,3%, mentre il 47,9% per Ala. Il 55,2% e il 50,8% rispettivamente a Predazzo e Mezzolombardo.

 

ALA

Non c'è partita in quel di Ala, solida vittoria per Stefano Gatti. E' stato eletto primo cittadino.

 

L'assessore uscente, espressione del Patt, ha ottenuto il 69,1% delle preferenze.

 

L'autonomista alla guida di una coalizione con Ala Civica, Abc-Ala frazioni bene comune e Lega succede a Claudio Soini, entrato in piazza Dante con la Lista Fugatti presidente e poi eletto presidente del Consiglio provinciale.

 

Nulla da fare per il centrosinistra, Antonella Tomasi con l'Alleanza democratica autonomista chiude al 30,9% delle preferenze.

 

CAMPODENNO

Missione quorum compiuta per Igor Portolan. Il vice sindaco uscente diventa primo cittadino a Campodenno.

 

Unico candidato a guidare il municipio, la lista è riuscita a superare il 50% più uno dei votanti. L'affluenza si è fermata al 46,8% degli aventi diritto ma il dato tiene conto degli iscritti Aire, i quali non concorrono nel raggiungimento del quorum. Il dato minimo è di 604 elettori e alle urne si sono recati 776 cittadini.

 

MEZZOLOMBARDO

Elezioni comunali a senso unico a Mezzolombardo. Il nuovo primo cittadino è Michele Dalfovo, il vice sindaco uscente vince nettamente la contesa alle urne.

 

Il vice sindaco uscente, centrista che conta sul sostegno dell'area di centrodestra, alla guida delle tre liste "Il Noce", "La Chiave" e "La Vite" ha strappato il 75% delle preferenze. Raccoglie così il testimone da Christian Girardi, eletto l'autunno scorso in Provincia in quota Fratelli d'Italia.

 

Alle sue spalle, lontanissimo con il 13,8%, Marco Pavanelli, candidato sindaco della lista civica "Futuro Insieme", espressione locale dei partiti di centrosinistra, appoggiata da Pd, Campobase, Casa Autonomia e Verdi. 

 

Chiude Giorgio De Vigili al 11,3% con la lista civica Assieme. 

 

PREDAZZO

E' Paolo Boninsegna il nuovo sindaco di Predazzo, il centro abitato ha scelto la continuità.

 

L'assessore uscente è, infatti, espressione della civica Impegno Comune, forza politica che aveva sostenuto la prima cittadina, per tre mandati, Maria Bosin, che l'autunno scorso è stata eletta Consigliera provinciale con il Patt.

 

L'assessore uscente vince la competizione elettorale al primo turno con il 51,2%. Una percentuale sufficiente. Staccata Maria Emanuela Felicetti, la candidata sindaca di "Noi siamo Predazzo" si ferma al 36,8%. Al 12% invece Dino Degaudenz della civica "Predazzo Bene Comune".

 

ROVERETO

La vice sindaca uscente, Giulia Robol, candidata per il centrosinistra (Partito Democratico, Civici per l'Autonomia, Campobase, Rovereto Libera e Alleanza Verdi e Sinistra), parte davanti. Il 41,1% il risultato del primo turno.

 

Il contendente al municipio, Gianpiero Lui, per centrodestra (Patt, Noi Rovereto, Rovereto al centro, Forza Italia e Lega) si ferma al 30,7%. 

 

Il candidato sindaco di Officina Comune, Michele Dorigotti, si colloca in terza posizione con il 14,6% mentre l'esponente di Fratelli d'Italia, Paolo Piccinni si ferma al 10,4%. Chiude Marsili al 3,3% di Democrazia Sovrana popolare.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
14 giugno - 18:52
Confesercenti della Lombardia Orientale lancia l'allarme in vista della nuova stagione: “Occorre però un salto di qualità anche nella [...]
altra montagna
14 giugno - 19:31
Zero voti. Questo è il dato da cui partire per analizzare l’esperienza elettorale di Luca Mercalli, noto climatologo e divulgatore scientifico [...]
Cronaca
14 giugno - 18:35
La 24enne nonesa dopo la straordinaria vittoria sui 10 chilometri in pista è stata festeggiata dalle massime autorità sportive e politiche. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato