Contenuto sponsorizzato

Il centrodestra si spacca sulle comunali a Rovereto: Fratelli d'Italia corre da sola. Iurlaro: “Violazione dei patti di coalizione da parte degli alleati”

Dopo molte discussioni le forze in campo per le comunali del 26 maggio nella Città della quercia sembrano essersi definite, con la rottura della maggioranza che governa a livello provinciale. Iurlaro: “Confermiamo Paolo Piccinni come nostro candidato sindaco”

Di Filippo Schwachtje - 19 aprile 2024 - 11:43

ROVERETO. Con l'avvicinarsi del termine per la presentazione delle liste, le forze in campo per le elezioni comunali del 26 maggio nella Città della quercia sembrano essersi (finalmente) cristallizzate, con la rottura della maggioranza che governa a livello provinciale. Le ultime discussioni sono state infatti tutte interne al perimetro della coalizione di centro-destra, con Fratelli d'Italia che conferma ora la volontà di procedere con la propria lista ed il proprio candidato: Paolo Piccinni.

 

Facendo un passo indietro, il partito di Giorgia Meloni aveva presentato la candidatura di Piccinni con largo anticipo, puntando però a presentarsi all'appuntamento elettorale a Rovereto con una coalizione, quella appunto che governa a Piazza Dante, unita. Nelle scorse settimane è poi arrivata la candidatura ufficiale di Gianpiero Lui con “Progetto Rovereto”, un contenitore politico nel quale è fin da subito confluito il Patt insieme alla Lista Fugatti Presidente (dell'assessore Spinelli) e a Rovereto al Centro (lista civica guidata dall'assessore comunale Carlo Plotegher). Progetto al quale, come da previsioni, avrebbero aderito ora anche Lega e Forza Italia.

 

Fratelli d'Italia – spiega a il Dolomiti Alessandro Iurlaro, presidente del partito in Trentino – non è stata invitata alla discussione con la quale i partiti di coalizione hanno aderito a Progetto Rovereto. Abbiamo quindi deciso di correre autonomamente in vista delle comunali nella Città della quercia, con il nostro candidato sindaco Paolo Piccinni. Prendiamo d'altra parte atto della decisione unilaterale degli alleati e quindi del mancato rispetto dei patti di coalizione a livello provinciale”.

 

Per quanto riguarda invece il centrosinistra “autonomista, progressista, ambientalista e liberale”, il nome di riferimento è invece quello di Giulia Robol, già vice-sindaca nella giunta di Francesco Valduga e ora facente funzione a Rovereto. La campagna elettorale in vista del voto del 26 maggio è stata lanciata il 6 aprile scorso: ad appoggiare la sua candidatura una coalizione che va dai movimenti civici e autonomisti (Civici per l'Autonomia, emanazione territoriale di Casa Autonomia) e Rovereto Libera al Partito Democratico, da Campobase alla lista di Sinistra Italiana-Verdi.

 

La novità, nel panorama politico della Città della quercia, è rappresentata poi dal progetto “Officina comune”, che ha presentato nelle scorse settimane il suo candidato sindaco, Michele Dorigotti, e un programma di legislatura “declinato su tre principi base attraverso i quali interpretare tutti i punti del programma: lotta alle disuguaglianze, interdipendenza e cura, ecologia e partecipazione”. Si tratta di una lista nuova, come detto, che ha deciso di presentarsi alle comunali roveretane con un progetto di città frutto del lavoro portato avanti sul territorio negli ultimi sei anni.

 

Il quinto candidato è invece Milo Marsili, entrato nel febbraio di quest'anno nel coordinamento regionale di Democrazia Sovrana e Popolare e scelto dal partito di Marco Rizzo per l'appuntamento di maggio con le comunali.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
altra montagna
21 maggio - 18:00
Spesso è necessario uscire dall’alone di leggenda che avvolge alcune dinamiche naturali per osservarle dall’esterno, con sguardo più [...]
Cronaca
21 maggio - 19:20
E' successo nel tardo pomeriggio di oggi, sul posto si sono portati i vigili del fuoco con i tecnici. Il traffico è stato bloccato 
Cronaca
21 maggio - 18:07
La vicenda di Forti fa emergere sempre più disparità di trattamento e dopo l'incontro in pompa magna con la premier Meloni con tanto di diretta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato