Contenuto sponsorizzato

All'Università di Trento si può "adottare" uno studente. Ecco di cosa si tratta

L'obiettivo è quello di aiutare quattro studentesse e/o studenti che richiedono protezione internazionale

Pubblicato il - 28 aprile 2018 - 20:49

TRENTO. “Adotta uno studente” questa l'iniziativa promossa anche quest'anno dall'Università di Trento che punta ad aiutare quattro studentesse e/o studenti che richiedono protezione internazionale e hanno la possibilità di frequentare i corsi dell’Università di Trento gratuitamente.

 

Ovviamente per poter entrare in questo progetto servono dei requisiti. Ecco che una volta verificato il merito previsto per l’inserimento nel programma gli studenti avranno la possibilità anche di godere di vitto e alloggio messi a disposizione dall’Opera Universitaria in accordo con l’Università.

 

Ma tutto ciò ancora non basta. Grazie ad un piccolo aiuto, infatti, è possibile permettere ad un ragazzo o ad una ragazza di raggiungere un livello minimo di autosufficienza e riacquistare quella dignità che gli è stata rubata nel proprio paese di origine.

 

Obiettivo che l'Università si è fissata di raccolta fondi è di 5 mila euro. (QUI si possono trovare tutte le informazioni e le modalità di aiuto)

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 20:21

Sono 204 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 85 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

25 febbraio - 20:46

L'allerta è stata lanciata intorno alle 19 sotto il rifugio Marchetti. La macchina dei soccorsi è entrata subito in azione per il timore che potessero esserci persone travolte e sommerse dalla neve

25 febbraio - 19:34

L'allerta è scattata intorno alle 18.30 di oggi nella zona del lago Pudro a Madrano. Un'area di circa 13 ettari, occupata per la maggior parte da una torbiera e situata a circa 1 chilometro da Pergine. In azione la macchina dei soccorsi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato