Contenuto sponsorizzato

Il Comune di Rovereto stanzia 4 mila euro per mettere a disposizione degli studenti il campo Fucine e alcune aree del Quercia

Un provvedimento che segue gli accordi avviati tra Comune, Provincia, Università e Trentino Sviluppo per realizzare nella città della Quercia dei percorsi universitari in scienze dello sport e per lo sviluppo dei servizi rivolti alla comunità studentesca del Polo di Rovereto e per arrivare all'attivazione del corso di laurea magistrale inter-ateneo in “Scienze dello Sport e della prestazione fisica” al Progetto Manifattura

Pubblicato il - 07 gennaio 2019 - 17:38

ROVERETO. Strutture sportive free per gli studenti del corso di laurea magistrale in Scienze motorie, questa le decisione del Comune di Rovereto che ha deciso di concedere all'Università di Verona l'uso gratuito della palestra del Centro sportivo Fucine, così come pista, pedane e palestra pesi dello stadio Quercia per lo svolgimento dell’attività formativa pratica degli iscritti al corso universitario. Per l’anno accademico 2018/2019, la concessione gratuita configura di fatto un contributo per 4.135,82 euro.

 

Un provvedimento che segue gli accordi avviati tra Comune, Provincia, Università e Trentino Sviluppo per realizzare nella città della Quercia dei percorsi universitari in scienze dello sport e per lo sviluppo dei servizi rivolti alla comunità studentesca del Polo di Rovereto e per arrivare all'attivazione del corso di laurea magistrale inter-ateneo in “Scienze dello Sport e della prestazione fisica”, che trova spazio negli edifici del Progetto Manifattura

 

Tra gli impegni del Comune di Rovereto c'era proprio la messa a disposizione del corso di studio, d’intesa con i rispettivi gestori, delle strutture sportive comunali, in particolare del Centro natatorio comunale, dei Centri tennis comunali, dello stadio Quercia, del polo sportivo del tiro con l’arco, del Centro sportivo delle Fucine (campi da calcio e palestra).

 

Il Corso di laurea è partito regolarmente con l’anno accademico 2018/2019 ed è stato programmato anche l’inizio delle attività formative pratiche relative alle attività sportive all’esterno, non necessariamente nelle aule didattiche.

Il presidente del corso di laurea in Scienze dello Sport e della prestazione fisica, Federico Schena, ha quindi chiesto di poter fruire di una palestra e dello Stadio Quercia (pista e palestra pesi), secondo un orario prestabilito che non interferisce con le attività delle associazioni

 

Richiesta che è stata accordata: la città di Rovereto considera importante poter ospitare sul proprio territorio un’attività universitaria significativa e unica, come il corso di laurea magistrale in Scienze e tecniche dello sport, che consente di valorizzare anche la presenza del Liceo scientifico ad indirizzo sportivo Rosmini.

 

Questo inoltre permette di implementare a Rovereto la presenza universitaria di studenti e docenti, provenienti da due atenei italiani d’eccellenza. Nella sua ultima seduta, martedì 18 dicembre, la Giunta ha quindi deliberato la concessione in uso degli spazi sportivi richiesti. Queste ore di utilizzo sono a stretto appannaggio degli studenti iscritti che entreranno negli impianti muniti di tesserino identificativo rilasciato dall’Università di Verona.

 

Nel frattempo la Provincia di Trento, tramite il Dipartimento della conoscenza, ha concesso un finanziamento specifico per la realizzazione della sede universitaria negli spazi di Progetto Manifattura, mentre Trentino Sviluppo, tramite i suoi uffici tecnico e amministrativo, ha curato la concreta realizzazione dell’opera e le due Università di Trento e Verona hanno attivato il nuovo Corso di laurea magistrale, definendo il Piano degli studi e assicurando il personale amministrativo, le conoscenze e competenze accademiche tecnico-scientifiche e il personale docente, in base ad un accordo inter-ateneo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 maggio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 maggio - 06:01

La malattia di Lyme è la più diffusa. Secondo i dati dell'Apss nel 2017 i casi notificati sono stati 29. Rizzoli: "Le temperature più miti hanno fatto prolungare il periodo di attività durante il quale la zecca cerca un ospite di cui cibarsi"

22 maggio - 12:06

Il tentativo di truffa sarebbe stato sventato dai carabinieri di Ledro. Nei guai un 27enne di Torino. I militari invitano gli esercenti a prestare attenzione: modus operandi diffusa

22 maggio - 11:07

Palloncini a forma di unicorno e zucchero filato rosa: queste le coordinate della festa. Gli utenti dei social divisi tra fan entusiasti e lettori critici della scelta e dei costi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato