Contenuto sponsorizzato

L'Università di Trento al top mondiale per le citazioni scientifiche. Il rettore Collini: "Danno prestigio al Trentino"

L'Università di Trento ha ottenuto ulteriori riconoscimenti internazionali in due studi pubblicati dal Web science group e dalla Stanford University. Secondo queste ricerche, Francesca Demichelis e Nicola Segata rientrano nell'1% dei professori più citati al mondo, mentre altri 64 docenti dell'Ateneo trentino figurano tra il 2% degli studiosi e delle studiose più autorevoli della comunità scientifica mondiale

Pubblicato il - 02 dicembre 2020 - 12:43

TRENTO. Due docenti nell'1% dei professori più citati al mondo e un'altra sessantina nel 2% degli studiosi e delle studiose più autorevoli della comunità scientifica internazionale. Sono tanti i campi in cui l'Università di Trento spicca, trovando riconoscimento mondiale, e questi dati, forniti dal database “World ranking of scientist” della Standford University, lo dimostrano.

 

L'Ateneo trentino si distingue in diversi campi, dalle neuroscienze alla sociologia, dalla fisica alla matematica, passando per l'ingegneria. A portare in alto la bandiera sono i suoi docenti e ricercatori, formati nelle aule dell'Università o che qui trovano il luogo per condurre i propri studi e le proprie ricerche. Studi e ricerche che, come dimostrato dalle analisi internazionali sul mondo accademico, brillano per l'alta qualità.

 

Di recente, ad esempio, è arrivata la conferma di Francesca Demichelis e Nicola Segata nella classifica “Highly cited researchers 2020”, stilata dal Web science group-Clarivate analytics. L'elenco riunisce l'1% dei ricercatori e delle ricercatrici con più citazioni e maggior influenza al mondo nel proprio settore di riferimento. L'analisi, basata su dati bibliometrici, viene eseguita dall'Istituto di informazione scientifica del Web of science group, da cui emergono, appunto, i nomi di Demichelis e Segata – accanto ad altri 83 esponenti di istituzioni italiane e su un totale di 6400 nomi a livello internazionale.

 

Secondo la banca dati della Stanford University, inoltre, v'è anche una folta rappresentanza di docenti dell'Università di Trento anche nel 2% degli studiosi e delle studiose che si distinguono a livello mondiale per autorevolezza scientifica in base a numero di pubblicazioni e di citazioni nelle reciproche aree disciplinari.

 

In totale l'Ateneo trentino è presente con 64 tra professori, professoressa, ricercatori e ricercatrici, seconda università in Italia dopo Padova nel rapporto tra docenti totale e autorevoli. Questi membri autorevoli dell'università spiccano dunque in una “fotografia” condotta su 22 settori disciplinari nel periodo 1996/2017 e su quasi 160mila scienziati e scienziate più influenti al mondo (2% di una platea totale di circa 6 milioni e 800mila persone).

 

“Consideriamo questo risultato un'ulteriore conferma della qualità scientifica dei nostri studiosi e delle nostre studiose che con il loro lavoro contribuiscono allo sviluppo delle conoscenze nelle loro discipline – ha scritto il rettore Paolo Collini – e danno prestigio all'Università di Trento e al Trentino nel mondo. Anche se questo, come ogni ranking, può criticato per i parametri e certamente non riesce a valutare in modo equo il lavoro in aree disciplinari diverse facendo torto a molti meriti, lo accolgo come un nuovo riconoscimento per l'Ateneo e la sua reputazione internazionale”.

 

Tra ricercatori e ricercatrici citati/e, in servizio all’Ateneo di Trento, si trovano: Giorgio Vallortigara, Lorenzo Bruzzone, Davide Geneletti, Michael Dumbser, Nicola Pugno, Farid Melgani, Mario Diani, Vincenzo Casulli, Lorenzo Pavesi, Fulvio Mattivi, Stefano Giorgini, Davide Bigoni, Oreste Salvatore Bursi, Luca Zaccarian, Davide Brunelli, Dario Petri, Alessandro Pegoretti, Luca Lutterotti, Andrea Massa, Gian Pietro Picco, Alessandro Gajo, Gian Domenico Sorarù, Nicu Sebe, Roberto Battiti, Paolo Scardi, Gabriele Miceli, Giacomo Oliveri, David Melcher, Alessandro Moschitti, Manuela Piazza, Paolo Rocca, Nicola Segata, Massimo Donelli, Giovanni Straffelini, Fabio Casati, Luca Fiori, Fabio Massacci, Antonio Miotello, Guido Grandi, Matteo Leoni, Fausto Giunchiglia, Vincenzo Maria Sglavo, Alberto Montresor, Paolo Giorgini, Stefano Gialanella, Renzo Campostrini e Carlo Miniussi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 05:01

Dalle versioni contraddittorie di Pat e Apss alla conferma del Ministero della Salute che sottolinea: “Il tampone molecolare di controllo deve essere fatto nel più breve tempo possibile. Su questo non c’è dubbio. Non mettiamo un limite temporale, ma possibilmente entro 24-48 ore”. Eppure in Trentino è stato dimostrato che servono almeno 10 giorni

23 gennaio - 20:31

Sono 246 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 6 decessi, mentre sono 28 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

23 gennaio - 19:50

Oggi la conferenza Stato - Regioni, Fugatti: ''I programmi dell'arrivo dei vaccini sono saltati. Ci dobbiamo arrangiare con gli strumenti che abbiamo. Con i vaccini, purtroppo, ci vorrà molto tempo per avere un numero alto di somministrazioni nella popolazione”

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato