Contenuto sponsorizzato

Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, a Trento per l'Udu in corsa Claudia Sofia Scandola

Le elezioni in tutte le università si terranno il 17, 18 e 19 maggio. Nell’ultimo mandato la capogruppo dell’Udu in Cnsu è stata Sofia Giunta, ex studentessa dell’ateneo trentino e già coordinatrice dell’Udu Trento dal 2017 al 2019.  Federico Amalfa, coordinatore della base di Trento dell’Unione degli Universitari: ''Fondamentale la presenza di un nostro rappresentante"

Di G.Fin - 03 maggio 2022 - 10:18

TRENTO. Claudia Sofia Scandola, è questo il nome su cui la rappresentanza studentesca trentina dell'Udu sta puntando in vista del 17, 18 e 19 maggio quando in tutte le università italiane si terranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari e anche i 17.000 studenti e studentesse dell’Ateneo Trentino saranno chiamati alle urne.

 

“Siamo molto soddisfatti – ha spiegato Federico Amalfa, coordinatore della base di Trento dell’Unione degli Universitari – della candidatura di Claudia Sofia Scandola nelle liste nazionali della nostra organizzazione. Negli ultimi 9 anni l’Udu ha espresso la presidenza dell’organo consultivo del Ministero che tra poco più di due settimane saremo chiamati a rinnovare e negli ultimi 3 anni, grazie alla capogruppo uscente Sofia Giunta, abbiamo visto quanto sia importante la presenza di un rappresentante del territorio che viviamo ogni giorno a livello nazionale”. Nell’ultimo mandato, infatti, la capogruppo dell’Udu in Cnsu è stata Sofia Giunta, ex studentessa dell’ateneo trentino e già coordinatrice dell’Udu Trento dal 2017 al 2019.

 

Claudia Sofia Scandola è rappresentante degli studenti in Consiglio di amministrazione di Opera Universitaria e vicepresidente della Consulta degli Studenti del comune di Trento. Preparata sui temi del diritto allo studio universitario, si è occupata soprattutto di movida e di quelle attività connesse alla vita di uno studente che rendono una città pienamente e propriamente universitaria.

 

“Sono molto felice – ha spiegato la consigliera – della candidatura in Cnsu e della fiducia che l’associazione ripone in me. Ho iniziato a fare rappresentanza studentesca perché volevo mettermi in gioco in prima persona per provare a migliorare l’esperienza universitaria di studenti e studentesse e spero di poter continuare a farlo anche in consiglio nazionale, organo consultivo del Ministero dell’Università e Ricerca”.


“Grazie al lavoro dei consiglieri e delle consigliere di Udu – prosegue – è stata innalzata la soglia della no tax area fino ad ISEE 22000 ed è stato istituito un fondo affitti per gli studenti e le studentesse fuorisede, misure che hanno permesso a sempre più giovani di accede all’istruzione universitaria. L’articolo 34 della nostra costituzione dice che 'i capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto a raggiungere i gradi più alti degli studi', per questo sono convinta che il diritto allo studio vada garantito in tutta Italia innalzando ulteriormente la soglia ISEE della no tax area e fornendo a studenti e studentesse borse di studio e posti alloggio che permettano di vivere serenamente l’esperienza universitaria. I fondi del PNRR relativi al diritto allo studio permetteranno di innalzare gli importi delle borse e contribuiranno alla costruzione di nuovi studentati, considerata l’emergenza abitativa che è venuta alla luce negli ultimi due anni, a Trento come in molte altre città d’Italia, è nostro compito assicurarci che gli enti per il diritto allo studio sfruttino questi fondi al meglio”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 4 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 July - 19:47
Il presidente della Società meteorologica italiana a il Dolomiti: “Ci sarei potuto essere anche io lassù. Quel ghiacciaio, visto da fuori, non [...]
Cronaca
04 July - 20:40
Dal 2012 al 2020 è stato a capo del soccorso alpino di Recoaro - Valdagno, Paolo Dani era un'espertissima guida alpina. L'addio dei colleghi: [...]
Cronaca
04 July - 17:50
Era una delle persone che si temeva potesse essere sotto la valanga causata dal seracco che è crollato ieri sulla Marmolada ma è stato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato