Contenuto sponsorizzato

Da Ravina a Vaneze tutto d'un fiato, il 'Km verticale' è anche solidale

Il sentiero parte da Ravina e si inerpica fino a Vaneze per circa mille metri di dislivello e 3,4 chilometri di lunghezza. Questa edizione della manifestazione Sat sostiene il progetto promosso da Fausto De Stefani 'Una scuola a Kirtiphur in Nepal'. Caterina Mazzalai: "Un evento aperto a tutti"

Di Luca Andreazza - 25 ottobre 2017 - 12:27

RAVINA. Tutto pronto a Ravina per l'ottava edizione del 'Km verticale sentiero 691', una manifestazione targata Sat, tra solidarietà e sport.

 

"Questo evento - spiega Caterina Mazzalai, presidente della Sat di Ravina e deus ex machina del comitato organizzatore - sostiene il progetto promosso da Fausto De Stefani 'Una scuola a Kirtiphur in Nepal' e il ricavato viene devoluto in beneficenza" (Qui info e iscrizioni).

 

Il sentiero parte da Ravina e si inerpica fino a Vaneze per circa mille metri di dislivello e 3,4 chilometri di lunghezza. Un percorso e un'organizzazione ormai collaudata per la Sat di Ravina e i suoi circa ottanta volontari per un evento in grado di aggregare il sobborgo di Trento e coinvolgere tutte le realtà del territorio tra simpatizzanti e amici, vigili del fuoco volontari, croce rossa e soccorso alpino.

 

Sabato 28 ottobre spazio al 'Mini km verticale Memorial Franco Chiesaper bambini e ragazzi tra i 6 e 13 anni, quindi domenica 29 ecco l'appuntamento clou, quello che attende trecento partecipanti e atleti del calibro di Marco Facchinelli, plurivincitore della gara e più volte in scena ai mondiali di corsa in montagna, e del talento azzurro Federico Nicolini.

"Il 'Km Verticale' - dice la numero uno della Sat di Ravina - non è solo una manifestazione competitiva, ma anche un raduno aperto a tutti gli appassionati per trascorre una giornata in compagnia. Quest'anno gli iscritti riceveranno come gadget i bastoncini allungabili e tutti avranno un premio al traguardo, mentre compreso nell'iscrizione c'è anche il pranzo al Centro polifunzionale Demattè e il trasporto in pullman dall'arrivo alla partenza".

 

Una giornata di sport e divertimento, un modo per stare socializzare, ma anche un momento di ricordo. "Questa manifestazione - spiega la satina - è infatti dedicata a mio marito Renzo Zambaldi, alpinista e istruttore della Scuola di Alpinismo 'Giorgio Graffer' di Trento, prematuramente scomparso nel 2009. Un uomo tosto e per questo abbiamo pensato un evento che potesse ricordarlo anche caratterialmente".

 

Una manifestazione capace inoltre di riqualificare e valorizzare il sentiero 691. "Questo è un percorso - conclude Mazzalai - abbastanza difficile, ma fino a poco tempo fa non molto conosciuto e ormai in stato di abbandono, tanto che pensavamo di chiuderlo. Ora invece è stato riscoperto e la manutenzione ottimale in quanto viene utilizzato durante l'anno da tutte quelle persone che vogliono allenarsi oppure fare una passeggiata più impegnativa".  

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 18:47

Ancora nulla di definito in Trentino rispetto al Dpcm comunicato in giornata dal presidente Giuseppe Conte. Il presidente Maurizio Fugatti: "Stiamo lavorando all'ordinanza. Pensiamo che se ci sono i protocolli per tenere bar e ristoranti aperti a pranzo, si possa chiudere dopo cena". Sulla didattica a distanza, invece, il Trentino tira dritto. "Il comitato scientifico ci ha detto che possiamo proseguire così"

25 ottobre - 14:02

Sarebbe stato un malore a portarsi via Nicola Bevilacqua di 36 anni. E' successo a Valdagno e l'uomo sarebbe stato colpito da un arresto cardiocircolatorio

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato