Contenuto sponsorizzato

Questa notte torna l'ora legale, ecco come spostare le lancette

E' stata introdotta in Italia nel 1916. Tra gli aspetti positivi il risparmio energetico 

Pubblicato il - 24 marzo 2018 - 20:59

TRENTO. Questa notte si tornerà all'ora legale e le lancette dell'orologio verranno spostate in avanti di un'ora e si dormirà un'ora in meno. 

 

L'arrivo dell'ora legale, tra i vari aspetti positivi, ha quello di far risparmiare sull’energia sfruttando un minore uso dell’illuminazione elettrica.

 

La proposta di introdurre l'ora legale fu avanzata per la prima volta a Parigi da Benjamin Franklin, uno dei "padri fondatori" americani. Il suo suggerimento, però, cadde nel vuoto. Fu riconsiderato nel 1907 da un inglese, William Willett, che propose di attuarlo alla Camera dei Comuni britannica.

 

E siccome in tempo di guerra il risparmio energetico era importante, nel 1916 venne attuato anche in Italia e in altri paesi di Europa.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 aprile - 19:42

Le vittime sono 10 donne e 7 uomini. C'è un caso che preoccupa, un minore del Primiero del 2015 ricoverato a Belluno. Sono 296 i pazienti ricoverati senza ventilazione, 47 in ventilazione semi-invasiva e 80 in ventilazione invasiva. Sono invece 9 i guariti e 237 i guariti clinicamente

03 aprile - 19:52

L’osservatorio mercato del lavoro della Ripartizione provinciale altoatesina ha pubblicato i primi dati consolidati sull’andamento del mercato del lavoro per il mese di marzo 2020. Ad avere risentito maggiormente delle misure di contenimento è stato il settore turistico, che ha dovuto bloccare tutti i servizi dedicati all'alloggio e ristorazione

03 aprile - 15:09

Dopo il video che mostra una persona ammainare la bandiera dell’Ue i consiglieri di Futura prendono le distanze da Fugatti e stigmatizzano il linguaggio antieuropeista “un gesto che non ci rappresenta”. Ghezzi e Coppola attaccano anche sulla gestione dell'emergenza: “Il Trentino sconta anche gli errori dei responsabili politici che nella prima fase hanno sottovalutato il problema”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato