Contenuto sponsorizzato

Sci e turismo, Pampeago mette nel mirino Pasqua: "Siamo già a +10% rispetto alla passata stagione"

Non solo sci, grande riscontro anche per RespirArt, le installazioni ideate dalla giornalista e curatrice Beatrice Calamari e dall'artista Marco Nones. La mostra, collocata nel cuore delle Dolomiti, è visibile anche dalla seggiovia Agnello e dalle piste servite dall'impianto

Di Luca Andreazza - 01 marzo 2018 - 20:14

PAMPEAGO. "Questa stagione procede nel migliore dei modi e guardiamo al periodo pasquale con grande fiducia: neve, piste perfette e le festività che cadono presto ci consentono di prevedere una grande affluenza", queste le parole di Luca Bertoluzza, responsabile allo Ski center Latemar-Oberggen, Pampeago, Predazzo.

 

E i numeri in quel di Pampeago sono davvero ottimi: si parla di dati in crescita per primi ingressi e passaggi ai tornelli rispetto alle stagioni precedenti.

 

La Valle di Fiemme però non è soltanto sci e piste perfette, ma anche cultura e tradizione: nel cuore delle Dolomiti, patrimonio Unesco, è possibile scoprire RespirArt, tra i parchi d'arte più alti al mondo posizionato tra quota 2.000 e 2.200 metri di Pampeago.

 

Un progetto ideato dalla giornalista e curatrice d’arte Beatrice Calamari e dall’artista Marco Nones (premio Expo 2015 Fondazione Triulza e Arte in Cascina, ndr) che accompagna sciatori e appassionati alla scoperta di installazioni artistiche lungo un percorso a anello di tre chilometri.

 

Le opere, create da artisti di fama internazionale, dialogano con le guglie dolomitiche del Latemar. La particolarità è che il gesto creativo si affida alla natura circostante, ma anche agli agenti atmosferici. Queste installazioni sono infatti in continuo divenire e il visitatore si affida ai mutamenti e, quindi, alla vita stessa che è continua trasformazione.

 

Gli agenti atmosferici, infatti, non rovinano le opere, ma le completano e le plasmano attraverso il cambiamento dei colori e della natura circostante: "RespirArt - aggiunge Bertoluzza - invita a rilassarsi nella continua mutevolezza della natura. Le sue opere permettono di riscoprire il senso di meraviglia, oltre a cogliere il 'nuovo' come un’opportunità irripetibile".

 

Molte installazioni sono visibili anche dalla seggiovia Agnello, ma anche sci ai piedi lungo le varie piste servite dall'impianto, un modo per cambiare visuale e scoprire le diverse sfaccettature di queste opere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:34

Preoccupatissima la categoria per le conseguenze devastanti che si annunciano per il sistema agricolo provinciale. Tra le richieste che si valuti la possibilità di riconoscere sgravi contributivi e indennizzi alle aziende frutticole che hanno subito danni rilevanti tali da compromettere redditività e sopravvivenza, nonché si attino specifici contributi, come quelli già previsti per l’acquisto di reti anti insetto

18 settembre - 17:21

Mal sopportato da tempo l'ex sindaco di Firenze ha messo in sicurezza il partito (portandolo di nuovo al governo), ha atteso si formasse il governo (per non ridurre tutto a una questione ministeri e segretariati) e ha fatto quello che praticamente tutti, prima di lui, hanno fatto nel Pd: lasciarlo. La senatrice trentina: ''E una casa autenticamente europeista, popolare e liberale''

18 settembre - 17:17

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 lungo la strada statale 240 all'altezza di un incrocio poco prima dell'abitato di Bezzecca. Il ferito elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato