Contenuto sponsorizzato

Sci e turismo, Pampeago mette nel mirino Pasqua: "Siamo già a +10% rispetto alla passata stagione"

Non solo sci, grande riscontro anche per RespirArt, le installazioni ideate dalla giornalista e curatrice Beatrice Calamari e dall'artista Marco Nones. La mostra, collocata nel cuore delle Dolomiti, è visibile anche dalla seggiovia Agnello e dalle piste servite dall'impianto

Di Luca Andreazza - 01 March 2018 - 20:14

PAMPEAGO. "Questa stagione procede nel migliore dei modi e guardiamo al periodo pasquale con grande fiducia: neve, piste perfette e le festività che cadono presto ci consentono di prevedere una grande affluenza", queste le parole di Luca Bertoluzza, responsabile allo Ski center Latemar-Oberggen, Pampeago, Predazzo.

 

E i numeri in quel di Pampeago sono davvero ottimi: si parla di dati in crescita per primi ingressi e passaggi ai tornelli rispetto alle stagioni precedenti.

 

La Valle di Fiemme però non è soltanto sci e piste perfette, ma anche cultura e tradizione: nel cuore delle Dolomiti, patrimonio Unesco, è possibile scoprire RespirArt, tra i parchi d'arte più alti al mondo posizionato tra quota 2.000 e 2.200 metri di Pampeago.

 

Un progetto ideato dalla giornalista e curatrice d’arte Beatrice Calamari e dall’artista Marco Nones (premio Expo 2015 Fondazione Triulza e Arte in Cascina, ndr) che accompagna sciatori e appassionati alla scoperta di installazioni artistiche lungo un percorso a anello di tre chilometri.

 

Le opere, create da artisti di fama internazionale, dialogano con le guglie dolomitiche del Latemar. La particolarità è che il gesto creativo si affida alla natura circostante, ma anche agli agenti atmosferici. Queste installazioni sono infatti in continuo divenire e il visitatore si affida ai mutamenti e, quindi, alla vita stessa che è continua trasformazione.

 

Gli agenti atmosferici, infatti, non rovinano le opere, ma le completano e le plasmano attraverso il cambiamento dei colori e della natura circostante: "RespirArt - aggiunge Bertoluzza - invita a rilassarsi nella continua mutevolezza della natura. Le sue opere permettono di riscoprire il senso di meraviglia, oltre a cogliere il 'nuovo' come un’opportunità irripetibile".

 

Molte installazioni sono visibili anche dalla seggiovia Agnello, ma anche sci ai piedi lungo le varie piste servite dall'impianto, un modo per cambiare visuale e scoprire le diverse sfaccettature di queste opere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 December - 15:17

La denuncia della referente case di riposo, Piersanti: ''La struttura ha solo 10 posti letto accreditati come posti di sollievo a minore intensità assistenziale, gli altri sono sul libero mercato. Quindi solo per i 10 va rispettato il parametro assistenziale con le regole delle Rsa pubbliche''. A Mori si sono negativizzati 6 dei 14 ospiti positivi prima di venerdì

02 December - 16:25

Grande lutto nella comunità trentina e nel ciclismo italiano per la perdita di Moser, capostipite di una famiglia che ha scritto pagine importanti delle due ruote a livello internazionale

02 December - 13:31

L'ordine degli Infermieri ha scritto una lettera al presidente Fugatti e all'assessora Segnana chiedendo interventi concreti "Per mettere nelle condizioni giuridiche e deontologiche di poter continuare a garantire l’assistenza nel miglior interesse del cittadino e per valorizzare le competenze degli infermieri". Anche negli scorsi mesi l'Opi ha scritto alla Provincia sottolineando alcune preoccupazioni. Non è però mai arrivata una risposta

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato