Contenuto sponsorizzato

Trapianti e solidarietà, Caterina Ganz è donatrice di midollo per Admo

La fortissima fondista trentina di Moena all'ospedale Santa Chiara di Trento per la tipizzazione. Ricevere il midollo osseo dal donatore compatibile e iscritto al registro significa, il più delle volte, il dono della vita

Pubblicato il - 06 settembre 2018 - 17:23

TRENTO. Anche la fortissima fondista Caterina Ganz entra a far parte della famiglia di Admo-Associazione donatori midollo osseo. L'atleta delle Fiamme gialle è stata tipizzata al Servizio di immunoematologia e Trasfusione dell'Ospedale S. Chiara di Trento.

 

La fondista diventa testimonial dell'importante realtà associativa e in questa giornata è stata accompagnata dai referenti del Comando regionale Trentino Alto Adige della guardia di finanza. 

 

Nonostante la giovane età, Caterina Ganz è già tra le migliori interpreti della disciplina a sci stretti: nel 2017 si è laureata campionessa italiana assoluta in Val Gares e campionessa italiana assoluta 30 km a tecnica classica in quel di S. Caterina Valfurva.

 

Non solo, nella stessa stagione si è messa in bacheca anche la Coppa Europa Senior, quindi si è qualificata alle gare di Coppa del mondo in Svezia e Canada.

 

A Trento la finanziera 22enne di Moena si è sottoposta a quel prelievo del sangue che consente di essere iscritte all'Ibmdr, il registro nazionale di donatori di midollo osseo per Admo, realtà che si occupa di raccolta fondi e sensibilizzazione alla donazione del midollo osseo per combattere leucemie e altre malattie del sangue. Ricevere il midollo osseo dal donatore compatibile e iscritto al registro significa, il più delle volte, il dono della vita.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato