Contenuto sponsorizzato

Tre simboli per il Comune di Ville d'Anaunia: lo stemma lo decidono i cittadini

Potranno votare tutti i residenti con più di 16 anni. I tre loghi selezionati da una commissione tecnica tra oltre 52 soluzioni grafiche

Pubblicato il - 18 April 2018 - 15:48

VILLE D'ANAUNIA. Stemmi storici, emblemi araldici, blasoni legati a famiglie o vicende storiche. Questa volta il simbolo del Comune lo sceglieranno i cittadini fra una serie di creazioni nate dall'ingegno di altrettanti ideatori. Erano 52 le soluzioni grafiche presentate in municipio e ora sono rimaste tre. Tre stemmi da scegliere online e votando nelle sedi municipali o nelle biblioteche del comune. Stiamo parlando di Ville d'Anaunia, comune sparso nato il primo gennaio 2016 dalla fusione degli ex comuni di Nanno, Tassullo e Tuenno che da allora è alla ricerca del nuovo simbolo che ne caratterizzerà lo stemma.

 

Grazie a un concorso indetto dall'amministrazione comunale, guidata dalla sindaca Francesco Facinelli su proposta dell'assessora Gloria Concini, sono state raccolte 52 soluzioni grafiche che sono state valutate da una commissione tecnica composta da un esperto in storia locale, un esperto in storia economica del territorio, un grafico professionista e un architetto designer. E accanto allo stemma comunale, i grafici hanno ideato anche un marchio ad uso promozionale del territorio. I criteri di valutazione sui quali si sono basati i membri della commissione sono: la rappresentazione di simboli di fusione in preferenza a simboli identitari specifici dei tre Comuni precedenti, la sintesi rappresentativa e la modernizzazione delle rappresentazioni simboliche.

 

Secondo una griglia di valutazione ben definita è stata stilata una classifica. I tre che hanno ottenuto il punteggio più alto per la commissione passano ora alla seconda fase di valutazione partecipata, che coinvolge i consiglieri comunali, le Consulte delle Frazioni e dei Colomei e i residenti nel Comune di Ville d’Anaunia con più di 16 anni.

 

Per votare c’è tempo fino a martedì 8 maggiobasta accedere il sito del Comune, inserire i dati richiesti (tra cui il codice fiscale), esprimere la propria preferenza e infine cliccare su invio. In alternativa, i cittadini possono recarsi in una delle tre sedi municipali di Nanno, Tassullo e Tuenno o nelle biblioteche di Rallo e Tuenno negli orari di apertura al pubblico ed esprimere la propria preferenza su modulo cartaceo. Trascorsi i termini del processo valutativo partecipato, il Consiglio comunale procederà all'approvazione definitiva della proposta di stemma e di marchio, con la possibilità di richiedere all'autore piccole migliorie al progetto.

 

Ma non è tutto. Il miglior simbolo non sarà considerato semplicemente quello che otterrà più voti. Il totale delle preferenze espresse da consiglieri comunali, rappresentanti delle Consulte e cittadini residenti sarà, infatti, pesato attribuendo a ciascuna categoria un terzo dei voti del valore complessivo, su un massimo di 100 punti ottenibili da ciascuna delle proposte. E’ possibile esprimere una sola volta la propria preferenza. I consiglieri comunali o i rappresentanti delle consulte non possono votare anche nella categoria “residenti”.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 febbraio - 12:05
Una vicenda drammatica, nei giorni scorsi l'aspetto giudiziario si è chiuso con il proscioglimento degli  imputati, un'infermiera e un medico [...]
Cronaca
06 febbraio - 13:07
L'incidente si è verificato questa mattina (6 febbraio) in Alto Adige lungo una pista nera a San Martino di Sarentino: l'uomo avrebbe riportato [...]
Cronaca
06 febbraio - 12:16
I vigili del fuoco sono entrati in azione nelle scorse ore a San Michele: le fiamme si sarebbero sviluppate a causa di un cortocircuito [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato