Contenuto sponsorizzato

Tutto pronto a San Michele tra carri e maschere, Carnival party al via

Appuntamento alle 13.30 per la tradizionale sfilata. Un evento a portata di famiglia tra punto ristoro, baby dance, gonfiabili e spettacoli di magia. Alessandro Ziglio: "Puntiamo alle 3 mila presenze, ma la burocrazia mette in difficoltà il mondo del volontariato"

Pubblicato il - 04 February 2018 - 00:20

SAN MICHELE ALL'ADIGE. Tutto pronto per l'edizione numero tre del Carnival party di San Michele. Dopo l'antipasto del sabato con il ballo in maschera al palazzetto condito dalla musica del dj Matthew P. accompagnato dalla voce di Luca B., la kermesse organizzata dal Comune entra nel vivo tra carri, musica e divertimento per bimbi e adulti.

 

Appuntamento alle 13.30, quando da via Marconi di Grumo parte la sfilata dei carri della Piana Rotaliana, da San Michele a Mezzolombardo, da Lavis a Pressano, tutte le realtà della zona sono rappresentate.

 

Diverse le novità di questa edizione, che affonda le radici nel 1982. "Abbiamo cercato - spiega Alessandro Ziglio, consigliere comunale delegato all'Associazionismo e componente del Comitato carnevale - di tornare maggioremente alle origini dell'evento".

 

Ecco quindi che tutti i carri verranno premiati e che il punto ristoro sarà declinato nel pieno rispetto della tradizione trentina, un menù a base di polenta crauti e luganeghe per tutti i visitatori al gran carnevale di San Michele All'Adige.

 

"L'obiettivo - prosegue il rappresentante del Comitato - è quello di confermare le 3 mila presenze di questo evento importante. Un successo che condivido con tanti volontari, dalla Croce Bianca rotaliana ai Vigili del fuoco volontari di San Michele, dall'amministrazione alle diverse associazioni, tutti sono in prima linea per la riuscita di questa sentita manifestazione". 

 

La macchina organizzativa punta a far divertire tutti i partecipanti, a partire dai piccini. All'interno del palazzetto sono allestiti diversi punti in cui i bambini e le famiglie potranno trovare tanto divertimento tra baby dance, gonfiabili e spettacoli di magia, mentre i ragazzi trovano un po' di musica fino alla fine della manifestazione.

 

Il Conitato ci tiene inoltre a ricordare Ivo Luchin di Mezzocorona. "Purtroppo - ricorda Ziglio - è venuto a mancare poche settimane fa. Una figura importante per questa manifestazione: si era già preso l'impegno di aiutarci per questo evento".
 

Non manca però un po' di polemica. "La burocrazia - conclude il consigliere comunale - è una morsa e un peso per il mondo del volontariato. Ogni anno le direttive e gli obblighi per le manifestazioni sono sempre più complesse e richiedono sempre più 'carte' che hanno tempistiche più lunghe. Queste manifestazioni sono organizzate spesso da volontari, gente comune che durante il giorno lavora: non sempre è facile trovare il tempo necessario tra impegni quotidiani e famiglia. Si rischia di perdere valori importanti come le tradizioni o i gruppi di volontari che agiscono sul territorio e in aiuto alla persona: serve maggior sostegno, invece che continui ostacoli".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 agosto - 17:28
Mentre la campagna vaccinale procede molto a rilento il virus continua a contagiare, mietere vittime e provocare ricoveri
Politica
17 agosto - 16:35
Giovedì 18 agosto, alle 17 a Pieve Tesino, si terrà la Lectio degasperiana. Protagonista Sergio Fabbrini, tra i massimi esperti di relazioni [...]
Cronaca
17 agosto - 17:09
E' successo nella serata di ieri (16 agosto) nel territorio della Valsugana, in particolare nel Comune di Pergine, dove i carabinieri hanno [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato