Contenuto sponsorizzato

A Trento un murale che parla di inclusione, dialogo e convivenza

È stato così raggiunto l’obiettivo del patto di collaborazione Degradè, proposto da Silvia Gadda, in qualità di rappresentante di un gruppo informale di cittadini e referente del collettivo Contra la Pared, e a cui hanno aderito l’Associazione sportiva
dilettantistica Intrecciante, Arte Migrante, l’Associazione Alchemica e l’Associazione Il Gioco degli Specchi

Di Marco Roncador (L. Prati) - 25 luglio 2019 - 18:09

TRENTO. Inclusione sociale, dialogo e convivenza. Questi i significati del murale termine lo scorso fine settimana un murale che ha restituito decoro al sottopassaggio della ferrovia sulla pista ciclabile in prossimità dei giardini lungo il Fersina.

 

L’opera d’arte è stata realizzata nell’ambito del regolamento per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani, attraverso un percorso partecipato e aperto agli abitanti del quartiere che ha utilizzato il linguaggio dell’arte urbana per lanciare un messaggio di inclusione sociale, dialogo e convivenza.

Il murale rappresenta la concretizzazione del patto di collaborazione Degradè, a cui hanno aderito l’Associazione sportiva dilettantistica Intrecciante, Arte Migrante, l’Associazione Alchemica e l’Associazione Il Gioco degli Specchi, patto proposto da Silvia Gadda in qualità di rappresentante di un gruppo informale di cittadini e referente del collettivo Contra la Pared.


Contrastando il vandalismo grafico, il progetto rientra nel contesto delle attività realizzate dal Comune volte a diminuire il senso di insicurezza nei cittadini generato dal degrado e a salvaguardare il patrimonio culturale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

27 gennaio - 18:55

Dopo la grande manifestazione che ha portato 10mila persone in Lessinia in molti riferiscono di un presidente della regione, Luca Zaia, “infuriato” perché tenuto all'oscuro della proposta di legge. Il consigliere Dem Zanoni: “I veneti amano l’ambiente che è un patrimonio di tutti e non sono più disposti a vederlo sacrificato”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato