Contenuto sponsorizzato

Camminare in compagnia "mano per mano", la montagna aperta e inclusiva per celebrare la Giornata del Rifugiato

Iniziativa promossa da Sat, Centro Astalli, Astat, Cinformi, Cnca, l'escursione, prevista in occasione della ricorrenza in giugno ma saltata per pioggia, avrà luogo sabato 31 agosto con partenza da San Giacono di Brentonico e arrivo al Rifugio Altissimo. Un'occasione per stare in compagnia e creare comunità

Di Davide Leveghi - 28 agosto 2019 - 22:23

BRENTONICO. La Giornata del rifugiato si festeggia al rifugio per sabato 31 agosto, anche se in ritardo di qualche mese a causa del maltempo. È il secondo anno che in occasione di questa ricorrenza, Sat, Centro Astalli, Atas Onlus, Cinformi, Cnca Trentino-Alto Adige, organizzano un'escursione per passare in compagnia una giornata e lanciare un messaggio: in un mondo dove ogni giorno guerre, disastri climatici e violenze costringono migliaia di persone ad abbandonare la propria casa e i propri affetti, l'essere comunità a fianco dei rifugiati è impegno primario.

 

Camminare assieme”, dunque, fino al Rifugio Altissimo Damiano Chiesa, dove i partecipanti, satini e richiedenti asilo, amanti della montagna e rifugiati, volontari e montanari trentini, consumeranno in compagnia il pranzo. Il rifugio e la montagna come luoghi apertiaccoglienti e inclusivi. Poco importa se l'anniversario cadeva il 20 giugno, con la pioggia che aveva impedito lo svolgimento di questa giornata, spingendo gli organizzatori a posticipare l'evento.

 

Si parte dal Rifugio Graziani, in località San Giacomo di Brentonico, alle 11 di sabato 31 agosto, per poi salire il percorso panoramico che porta fino al Rifugio Altissimo, da dove si potrà ammirare, tempo permettendo, la meravigliosa vista a tutto tondo sulla Val Lagarina e sul Lago di Garda. Alla partenza saranno presenti per il saluto la presidente della Sat Anna Facchini e il presidente del Centro Astalli Stefano Graiff.

 

Nel pomeriggio, presentazione del libro della giovane rifugiata Joy Ehikioya “Certi sogni possono non avverarsi mai” da parte di Chiara Benedetti e Giorgio Romagnoni, e spettacolo di letture e canti sui “giusti della montagna” con Gli Armonici Cantori Solandri diretti da Fausto Ceschi e con Renzo Fracalossi. L'iniziativa rientra nel programma “Camminando”, rassegna di otto eventi che si sono tenuti attorno al 20 giugno.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
19 giugno - 13:34
L'introduzione di questo meccanismo porterebbe ogni legge a essere accompagnata da una riflessione approfondita dal punto di vista [...]
Politica
19 giugno - 09:09
I dubbi di Cia sulla commissione interna dell’Apss che dovrebbe far luce sulla scomparsa di Sara Pedri: “Tutto il personale che negli anni ha [...]
Cronaca
19 giugno - 11:21
L’incidente è avvenuto sull’A22 all’altezza di Trento, due motociclisti trasferiti in codice rosso all’ospedale. Gravi disagi alla [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato