Contenuto sponsorizzato

Disturbi dello spettro autistico: saranno potenziati gli interventi di diagnosi e cura di chi ne soffre

Dall'aggiornamento dei pediatri alla rete dei servizi per la presa in carico: ecco le novità introdotte dal Piano operativo in materia di Asd

Pubblicato il - 23 aprile 2019 - 17:23

TRENTO. Percorsi di aggiornamento continuo clinico e metodologico per i pediatri, potenziamento della rete dei servizi per la diagnosi, la cura e la presa in carico delle persone nello spettro autistico, attività informative nelle scuole. Sono solo alcune delle azioni previste dal Piano operativo provinciale in materia di disturbi dello spettro autistico (Asd) approvato dalla giunta provinciale.

 

Il Piano è stato elaborato dal tavolo di lavoro a cui hanno partecipato la Provincia con l’Ufficio accreditamento e integrazione socio sanitaria del Dipartimento Salute e politiche Sociali e l'Azienda sanitaria e recepisce i contenuti dell'intesa tra Governo, Regioni e Province autonome sull'aggiornamento delle "linee di indirizzo per la promozione e il miglioramento della qualità e dell'appropriatezza degli interventi assistenziali nei disturbi dello spettro autistico", approvato nel 2018.

 

Nel Piano sono descritti i servizi e gli interventi già attivi in Trentino e sono riportate le azioni da realizzare nei prossimi anni e gli indicatori di risultato.

 

In particolare sono previsti:

 

- Interventi mirati di sanità pubblica con finalità strategica: "Nell'ottica di ottimizzare le attività del Centro di riferimento provinciale per l'autismo, struttura di secondo livello attiva dal 2013, sarà particolarmente importante un adeguamento del personale rispetto alla multidisciplinarietà; in particolare, per la realizzazione delle attività dedicate al supporto delle famiglie nella fase successiva alla diagnosi e per il completamento diagnostico (diagnosi differenziale con altre patologie psichiche in età adolescenziale ed adulta) è necessaria la figura professionale dello psicologo con specifiche competenze per l’autismo".

 

- Prevenzione e interventi precoci: "Verranno realizzate attività formative sui disturbi dello spettro autistico in età evolutiva, di transizione e adulta destinate ad operatori sanitari e del sociale. Saranno formalizzati degli specifici percorsi di aggiornamento continuo clinico e metodologico per i pediatri di libera scelta sul tema dei Disturbi dello spettro autistico. Si ipotizza la realizzazione di percorsi “ponte” per le tre fasce di utenza (età evolutiva, di transizione, adulta) e le corrispettive esigenze socio-sanitarie: in tali percorsi potrà essere definita la figura del "clinical case manager" per la fase diagnostica e di raccordo tra il Centro di riferimento provinciale per l'autismo e la rete territoriale".

 

Potenziamento della rete dei servizi per la diagnosi, la cura e la presa in carico globale della persona nello spettro autistico: "Andranno definiti specifici percorsi di supporto all'autonomia personale (interventi psico-educativi e o social skills training) per i soggetti con disturbi dello spettro autistico e oppure per il supporto della genitorialità, standardizzati ed erogati da personale con specifica formazione, integrati nel modello di presa in carico offerto dal servizio territoriale per le diverse età di vita. E andrà terminata la mappatura delle risorse sanitarie e sociosanitarie dedicate nello specifico ai soggetti con Asd in età adulta, a oggi solo parziale e dovranno essere individuate modalità di diffusione delle informazioni raccolte".

 

- Formazione: "Il Centro di riferimento provinciale per l’autismo parteciperà a un eventuale tavolo permanente di collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca scientifica per l’aggiornamento e l’adeguamento, nei programmi universitari e post universitari, dei contenuti formativi relativi ai disturbi dello spettro autistico in linea con l’evoluzione delle evidenze scientifiche. Il Centro di riferimento provinciale per l'autismo collaborerà alla messa in atto di attività formative e di supporto alle scuole per garantire un efficace intervento psico-educativo, e ad attività informative e di sensibilizzazione indirizzate alla popolazione generale per la promozione dell’inclusione delle persone con Asd".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

24 novembre - 19:26

Sono 478 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Sono stati trovati 143 positivi a fronte dell'analisi di 2.235 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

24 novembre - 19:49

Un'operazione di questo tipo non era mai stata messa in campo nemmeno nella prima ondata ma la situazione è preoccupante e i positivi sono diversi sia tra i permanenti che nella protezione civile. Lo screening con tamponi molecolari avverrà a partire da mercoledì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato