Contenuto sponsorizzato

Escursioni in montagna, caffè linguistici e momenti di confronto culturale, Eurac e l'accoglienza in Alto Adige: "La pluralità apporta innovazione"

Mentre domani si terrà la conferenza finale di PlurAlps, in cui esperti di diversi Paesi racconteranno le storie di successo di accoglienza nelle Alpi, noi abbiamo raggiunto al telefono una delle referenti dei progetti che Eurac ha messo in campo tra Val Gardena e Malles Venosta. Escursioni in montagna, caffè linguistici e momenti di scambio, per conoscersi e crescere assieme

Foto di Origami Videography
Di Davide Leveghi - 07 ottobre 2019 - 18:25

BOLZANO. A fronte della costante decrescita demografica che interessa il nostro Paese, l'immigrazione non può che offrire una soluzione. La chiave, di conseguenza, diviene così l'integrazione, e in Alto Adige due progetti pilota hanno cercato di gettare i semi di una cultura dell'accoglienza che porti assieme alla pluralità anche dell'innovazione.

 

Su iniziativa di Eurac Research e in collaborazione con gli amministratori, i cittadini e le associazioni che si occupano di accoglienza, Malles Venosta e la Val Gardena hanno ospitato degli eventi volti ad avvicinare la popolazione ai nuovi abitanti, giunti per lavorare nell'agricoltura, nel settore alberghiero, o distribuiti sul territorio nel sistema Sprar.

 

“E' una situazione variegata – spiega Cristina Dalla Torre, referente per Eurac del progetto di Ortisei – visto che il quadro politico in cui il progetto è cominciato, nel settembre 2018, era diverso. Al tempo abbiamo cominciato con lo scopo di creare una cultura dell'accoglienza diffusa, con il centro gardenese di accoglienza che ospitava 25 rifugiati dapprima tutti giovani e maschi, poi anche famiglie. Ma le iniziative non interessano solo loro, anche le comunità di nuovi abitanti che da tempo sono sul territorio ma hanno bisogno di un dialogo con la popolazione del luogo. Penso alle comunità di peruviani, di albanesi, di rumeni”.

 

 

 

Alla base c'è l'idea di conoscersi. “Attraverso la conoscenza vogliamo valorizzare la pluralità. Attraverso il pluralismo si può portare innovazione e diversità alla comunità locale, arricchimento”. E la conoscenza come si forma? “Attraverso iniziative e attività di scambio e dialogo. A Ortisei, per esempio, abbiamo dato vita a eventi come un'escursione in montagna, per far conoscere ai nuovi abitanti l'importanza della cultura di montagna per gli altoatesini (qui il video della giornata). Organizziamo caffè linguistici, e pure una festa di benvenuto con momenti formali e conviviali, in cui si sono date nozioni e informazioni basiche ai nuovi abitanti per integrarsi e inserirsi nella comunità”.

 

 

La popolazione pare abbia reagito positivamente ma c'è ancora molto da fare. “In Val Gardena l'esistenza di una consulta per l'integrazione dimostra come su questi temi siano già attivi, oltre che apertura e volontà di coinvolgimento. Abbiamo avuto una buona risposta, di certo sono attività che incuriosiscono”.

 

 

Come punto finale del progetto, Eurac Research ospiterà nella propria sede di Bolzano, nella giornata di giovedì 10 ottobre dalle 9 alle 17, la conferenza finale di PlurAlps, in cui responsabili di progetti d'integrazione di diversi Paesi europei esporranno esperienze di successo svolte tra Italia, Austria, Svizzera, Slovenia, Germania e Francia. Oltre a ciò, nel pomeriggio si svolgeranno workshops aperti a tutti per discutere con taglio pratico di alcuni aspetti legati a migrazioni e integrazione, con la proiezione del film Da un altro punto di vista di Magdalena Gschnitzer, documentario sull'accoglienza dei rifugiati nel comune di Malles/Mals.

 

La conferenza si rivolge particolarmente a sindaci, referenti comunali e lavoratoti dell'accoglienza. Si terrà in inglese con traduzione simultanea in tedesco e italiano. Per iscrizioni scrivere a: anna.silbernagl@eurac.edu, o chiamare al: 0471 055 419.

Per il giorno successivo, sono previste poi un'escursione a Terzolas, in Val di Sole, la presentazione delle attività della Fondazione Franco Demarchi, la visita al Museo della civiltà solandra di Malè e la mostra Escaping from Syria.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 ottobre - 19:05

La procura ha avviato un'indagine per contestare la carenza di documentazione contabile e la destinazione delle spese. In pratica non verrebbero distinte le risorse utilizzate per attività istituzionali e che sono ammesse da quelle commerciali per le quali la legge non permette di utilizzare fondi di derivazione pubblica

15 ottobre - 14:06

Gli sportivi turchi che sostengono l’invasione e il governo di Ankara festeggiano i propri risultati con il saluto militare ma, nonostante le minacce, si levano anche alcune voci critiche.  Nel frattempo la squadra tedesca del St. Pauli licenzia un giocatore che aveva espresso il suo sostegno a Erdoğan "valori in contrasto con quelli del club"

15 ottobre - 17:23

L'indagine è partita dopo i ripetuti episodi di avvelenamento di animali domestici e selvatici, registrati negli ultimi mesi in Vallagarina. L’operazione, che ha consentito anche una bonifica del territorio e la ricerca di esche mediante il ricorso a cani specificamente addestrati

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato