Contenuto sponsorizzato

La via crucis della settimana santa cambia percorso: arrivo alla chiesa di San Giuseppe, non più in Duomo

A portare il crocifisso per le strade di Trento il vescovo monsignor Lauro Tisi, seguito dai giovani delle parrocchie della città. Il tema: ''Lo sguardo di Gesù''

Pubblicato il - 11 aprile 2019 - 12:07

TRENTO. Pasqua si avvicina: la settimana santa a Trento prende il via con la via crucis con il vescovo Lauro. Si terrà venerdì 12 aprile con un nuovo percorso.

 

Protagonisti saranno in particolare i giovani che cammineranno al seguito del crocifisso portato da monsignor Tisi. Il percorso percorrerà le vie cittadine con una novità: la partenza sarà alle 20.15 dalla chiesa di San Pietro con arrivo alla chiesa di San Giuseppe e non più in cattedrale, come invece avveniva gli scorsi anni. 

 

La scelta dei brani che accompagnano le stazioni è a cura di alcuni giovani della città, gli stessi che partecipano anche al percorso "Passi di Vangelo" nelle loro comunità.

 

Quest'anno il filo conduttore sarà "lo sguardo di Gesù": "Come si sono sentiti guardati i vari personaggi che Gesù ha incontrato nelle ultime ore della sua vita?". Da qui il titolo, "Fissatolo, lo amò", e la scelta del volto del crocifisso di san Damiano, un crocifisso con gli occhi aperti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 dicembre - 20:45

Il premier Giuseppe Conte spiega le principali misure contenute nel nuovo Dpcm per le festività di Natale e Capodanno: "La curva si è abbassata ma non possiamo distrarci e abbassare la guardia. Dobbiamo evitare la terza ondata"

03 dicembre - 20:17

Sono 449 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 45 pazienti sono in terapia intensiva e 53 in alta intensità. Sono stati comunicati 239 positivi sull'analisi di 3.575 tamponi molecolari e altri 237 contagi sono stati individuati tramite 1.954 test antigenici per un totale di 476 casi nelle ultime 24 ore

03 dicembre - 19:01

Mentre oggi la Pat ha finalmente comunicato i dati completi del contagio che mostrano come il Trentino abbia lo stesso numero (se non di più) di contagi dell'Alto Adige, come vi raccontava il Dolomiti da giorni, il presidente ha presentato i dati su Rt e ospedalizzazioni. Poi ha spiegato cosa non va delle decisioni prese a livello governativo e confermato che il weekend i negozi e centri commerciali saranno aperti in Trentino, salvo dpcm

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato