Contenuto sponsorizzato

Maltempo e solidarietà: da Mentana e il Tg-La7 arrivano 263 mila euro, Cremona compra il legname per la Scuola dei Liutai

Il giornalista e direttore del telegiornale de La7 ha annunciato che si è conclusa la raccolta fondi "un aiuto subito-per i boschi devastati del nordest" e nei prossimi giorni incontrerà direttamente i governatori di Trentino, Veneto e Friuli e Venezia Giulia mentre a Cremona il comune dà l'ok a un progetto per aiutare la Foresta di Stradivari

Di Luca Pianesi - 30 gennaio 2019 - 18:18

TRENTO. Mentre dal governo centrale ancora si attendono risorse e risposte c'è la società civile che interviene per aiutare le zone devastate dal maltempo di fine ottobre. C'è, per esempio, Enrico Mentana che con il Tg La7 ha raccolto qualcosa come 263 mila euro e nei prossimi giorni li consegnerà ai governatori di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino. E c'è FederlegnoArredo (Federazione italiana delle industrie del legno, del sughero, del mobile, dell’arredamento e dell’illuminazione) che dopo aver siglato un accordo con il comune di Cremona acquisterà una parte di quello straordinario legname proveniente dalla Val di Fiemme e in particolare dalla Foresta di Stradivari per donarlo alla Scuola Internazionale di Liuteria.

 

Due iniziative concrete che dimostrano come il Paese non si sia dimenticato di quel che è accaduto nelle nostre valli e sulle nostre montagne in quel fine ottobre di disastri atmosferici. ''Ricordate queste immagini, riprese sull'altopiano di Asiago all'inizio di novembre? - scrive oggi il grande giornalista de La7 Enrico Mentana -. Fu a seguito di quel terribile evento atmosferico che attivammo la raccolta di solidarietà del tgla7 "Un aiuto subito-per i boschi devastati del nordest". Nei prossimi giorni consegnerò personalmente ai governatori del Veneto e del Friuli Venezia Giulia e al presidente della Provincia autonoma di Trento il ricavato, che supera i 263mila euro. Grazie a tutti coloro che ci hanno permesso di arrivare a questo risultato: quando rivedranno quei boschi tornare gradualmente al loro splendore potranno pensare legittimamente che un po' sarà stato anche per il loro aiuto''.

 

 

Per quanto riguarda Cremona, invece, e gli alberi di Stradivari l'intervento è specifico per la foresta della Val di Fiemme. La scuola di Luteria, che riceverà il legname, da un lato lo conserverà per utilizzi futuri dall'altro lo userà per realizzare subito due nuovi violini, i primi della “Collezione Tempesta” che sarà dedicata proprio all'evento eccezionale di fine ottobre. E non è tutto: l'intenzione del comune di Cremona e della Scuola dei Liutai è quella di realizzare, poi, con il Museo del Violino una grande esibizione con questi strumenti per raccogliere fondi per sviluppare progetti tra Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia, dunque ancora una volta in favore delle zone colpite dal maltempo. Se il governo latita la società civile risponde presente. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

24 novembre - 19:26

Sono 478 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Sono stati trovati 143 positivi a fronte dell'analisi di 2.235 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

24 novembre - 19:49

Un'operazione di questo tipo non era mai stata messa in campo nemmeno nella prima ondata ma la situazione è preoccupante e i positivi sono diversi sia tra i permanenti che nella protezione civile. Lo screening con tamponi molecolari avverrà a partire da mercoledì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato