Contenuto sponsorizzato

Il castello di Avio si conferma tra le mete più amate del Trentino: numeri record nonostante il Covid. In luglio visitatori aumentati del 35%

Anche con il lockdown il castello di Avio continua a registrare numeri record. Salvi, per ora, i mercatini di natale all’interno del maniero, Armani: “Confermiamo l’evento, stiamo organizzando la struttura del mercatino e scegliendo gli espositori, il tutto nel pieno rispetto delle normative covid”

Di Tiziano Grottolo - 25 settembre 2020 - 15:28

AVIO. “Il mercatino di Natale, qualora l’evoluzione dei contagi non dovesse aggravarsi, si farà all’interno del castello, stiamo organizzando la struttura del mercatino e scegliendo gli espositori”. Così il direttore del castello di Avio Alessandro Armani ha annunciato in conferenza stampa la prima delle buone notizie che riguarda uno dei manieri più apprezzati del Trentino.

 

La seconda invece, interessa i dati sull’affluenza perché, nonostante il coronavirus e il periodo di lockdown, le visite al castello sono state molte. Dalla riapertura del 22 maggio il Castello ha totalizzato 13 mila presenze per un’estate da record che ha polverizzato i numeri del 2019: a luglio sono stati registrati 3.000 visitatoti (+35%), mentre ad Agosto sono stati quasi 6.000 (+25%). Con i gruppi organizzati, benché non fosse affatto facile coordinare i pullman in tempo di Covid, sono arrivate 300 persone. Tante le famiglie (oltre 400 quelle composte da almeno 4 persone). Bene anche il risultato delle Trentino Guest Card: 1705 in tutto a cui vanno ad aggiungersi 34 museum pass. Particolarmente partecipate sia le “Sere Fai d’Estate” che le visite guidate.

 

Voglio ringraziare Alessandro per il grande lavoro svolto, confermato dai dati sull’affluenza – afferma Federico Secchi, il sindaco di Avio uscente – sono sicuro che la collaborazione fra Castello e Comune proseguirà anche con la prossima amministrazione, chiunque sia il vincitore del ballottaggio del 4 ottobre”. Tanti i progetti portati avanti nella legislatura di Secchi per migliorare la fruibilità del castello, a partire dalla riqualificazione del sentiero che porta al maniero. “Il castello di Avio è uno dei pilastri economici e turistici della nostra zona – conclude l’ormai ex sindaco – più crescono i visitatori più aumentano le possibilità per la comunità”.

 

Una stagione segnata dal Covid, come sottolineato da Armani, dove le precauzioni hanno sempre prevalso sui numeri. “Abbiamo lavorato per tamponare le perdine – conferma Michele Civettini, gestore della locanda all’interno delle mura del castello – scegliendo comunque di essere rigidi sulle regole e dimezzando i posti a sedere da 50 a 26, anche a discapito del guadagno”. Nonostante ciò ci sono stati più avventori rispetto lo stesso periodo dello scorso anno: “Con le prenotazioni abbiamo dovuto dire no ad alcune persone, ma sono molto contento di come stanno andando le cose”. Un successo dimostrato anche dal fatto che i picnic confezionati della locanda di Michele sono stati i più venduti di tutta Italia.

 

 

Con l’autunno non si ferma la programmazione, tenendo presente che per via degli ingressi contingentati la prenotazione sul sito rimane obbligatoria. Di seguito il calendario completo.

 

Domenica 27/9: Ti Racconto il Castello con animazioni e rievocazioni per famiglie e bambini;

 

Sabato 17/10 e domenica 18/10, sabato 24/10 e domenica 25/10: giornate fai d’autunno con visite guidate in continuità al castello;

 

Venerdì 30/10 (serale) e SABATO 31/10 : Una visita da Brivido: Halloween al Castello;

 

Domenica 8/11 l’estate di san martino: visite guidate e castagnata con vin brulè presso la nostra locanda al castello;

 

Domenica 22/11 Aspettando il Natale con il FAI: animazioni per bambini in stile natalizio lungo il percorso della Caccia al Tesoro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 05:01

Le incertezze sono enormi e probabilmente tutto resta sul tavolo, un vertice di presidente e assessore per riconoscere l'autonomia decisionale dei territori. L'unico contributo della Provincia è quello di impostare un protocollo sanitario che stabilisca le modalità di organizzazione degli eventi da firmare

22 ottobre - 19:56

Sono stati, purtroppo, comunicati 3 decessi tra Trento, Baselga di Pinè e Ville d'Anaunia: 17 morti in 13 giorni e 18 vittime in questa seconda ondata di Covid-19. Il bilancio complessivo è di 7.649 casi e 488 decessi in Trentino da inizio emergenza

22 ottobre - 18:32

Il presidente della Provincia di Trento è parso ancora ottimista anche se rispetto a qualche giorno fa ha ammesso che qualche preoccupazione c'è. Ma sui ''pochi'' contagi nelle scuole (che pure in pochi giorni hanno raddoppiato le classi in quarantena) la responsabilità ha spiegato che è delle attività extrascolastiche: ''Questo è un tema. Stiamo riflettendo con l'Apss''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato