Contenuto sponsorizzato

Il Coronavirus non ferma la Liberazione (che viene celebrata sul web). Arci Trentino: "Oggi la parola libertà assume un significato nuovo"

In occasione del 75esimo anniversario della liberazione dal nazifascismo, Arci Trentino "cambia" il tradizionale concerto rendendolo virtuale. Il 25 aprile, poi, alle 15.00, accogliendo l'appello dell'Anpi, invita tutti ad affacciarsi da balconi e finestre per cantare "Bella ciao": "Situazione inedita e per noi è importante ribadire che stare distanti non significa necessariamente essere lontani e che i riti civili trovano così il modo di rinnovarsi. Oltre la Resistenza, oggi facciamo appello alla nostra resilienza"

Di Arianna Viesi - 23 aprile 2020 - 14:34

TRENTO. "Per questa Festa della Liberazione non potremo partecipare alla tradizionale marcia della mattina, né incontrarci al parco, a parlare, cantare, ballare insieme. Saremo distanti, ma questo non ci impedirà di trovare nuove forme per festeggiare insieme", così Arci del Trentino sulla ricorrenza del 25 aprile che, quest'anno, verrà celebrata in modo diverso.

 

L'emergenza sanitaria ci ha imposto, e ci imporrà anche nei mesi a venire, un distanziamento sociale cui fatichiamo ad abituarci. Basta assembramenti e, quindi, basta concerti, basta eventi, basta autobus affollati. Gran parte della nostra vita si è trasferita sul web, con tutte le implicazioni (più o meno sfavorevoli) che questo comporta. Stare lontani è una fatica. Lo è, a maggior ragione, nei contesti di cui la presenza, collettiva e sentita, è parte fondamentale. "La libertà è partecipazione", cantava Giorgio Gaber. Quest'anno, però, quella "partecipazione" non potrà declinarsi nelle consuete iniziative di piazza.

 

Arci del Trentino ha quindi pensato bene di trasferire la classica festa, che gli scorsi anni riempiva il parco f.lli Michelin di Trento, sul web. Venerdì 24 aprile, a partire dalle 18.00, computer, smartphone e tablet si collegheranno per seguire la diretta “Primavera e musica in Resistenza - sul web!”. A condurre l'evento ci sarà Cecilia Passarella, di Sanbaradio, che condurrà i (virtualmente) presenti in una due ore di musica e riflessioni. 

 

 

Per seguire la diretta, basterà collegarsi alla pagina Facebook di Arci del Trentino (QUI) e ai profili social delle associazioni aderenti (che riportiamo, integralmente, in calce all'articolo). Il concerto potrà essere seguito, inoltre, sul canale Youtube di Deina (QUI). In ogni caso, tutte le informazioni relative alle dirette sono reperibili sul sito di Arci (www.arcideltrentino.it). Nei giorni successivi, poi, l'evento sarà anche disponibile come podcast di Sanbaradio. 

 

Il 25 aprile invece, al mattino, le emittenti locali seguiranno la cerimonia istituzionale del Comune di Trento, cui prenderanno parte, oltre al sindaco Andreatta, anche il presidente di Anpi Trentino Mario Cossali, il Commissario del Governo Sandro Lombardi, il direttore del Museo Storico del Trentino Giuseppe Ferrandi.

 

La quarantena ci ha abituati ad un nuovo rituale collettivo: quello dei canti dai balconi. Così, anche Arci del Trentino ha deciso di raccogliere e diffondere l'appello di Anpi Nazionale che invita tutti ad affacciarsi da balconi e finestre, il 25 aprile alle 15.00, per cantare (stando distanti ma uniti) "Bella ciao". L'iniziativa, tra l'altro, verrà trasmessa in diretta sulla pagina 25Aprile2020 (QUI) e sul sito de La Repubblica (QUI).

 

"Nonostante il particolare momento che stiamo vivendo - prosegue Arci del Trentino - riteniamo fondamentale poter offrire attimi di festa e di riflessione in occasione dei 75 anni della Liberazione dal nazifascismo. Oggi la parola libertà assume un significato nuovo per ognuno di noi. Viviamo una situazione inedita e per noi è importante ribadire che stare distanti non significa necessariamente essere lontani e che i riti civili trovano così il modo di rinnovarsi. Oltre la Resistenza, oggi facciamo appello alla nostra resilienza".

 

L'iniziativa della Giornata della Liberazione è sostenuta anche da Provincia di Trento, Comune di Trento, circoscrizione Oltrefersina e Opera Universitaria. "Vogliamo ringraziare - conclude la nota - anche gli artisti e le volontarie e i volontari che ogni anno rendono possibile l’iniziativa, sperando che sarà possibile riprendere dal prossimo anno la tradizionale festa".

 

Le associazioni aderenti sono: Arci del Trentino aps, Anpi del Trentino, Acli Trentine, Arcigay del Trentino, Cgil del Trentino, Cisl del Trentino, Deina Trentino aps, Dulcamara aps – circolo Café de la Paix, Libera Trentino, Pequod aps – circolo Arsenale, Rete degli Studenti Medi Trento, Sanbaradio, Unione degli Universitari Trento
Uil del Trentino, Uisp del Trentino.

 

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 27 settembre 2022
Telegiornale
27 set 2022 - ore 22:18
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
28 settembre - 06:01
L’intervista allo storico trentino Francesco Filippi: “Non credo che tutti quelli che hanno votato per Meloni siano dei nostalgici, quello che [...]
Cronaca
28 settembre - 07:07
L'operazione "Aquila Bianca", si tratta di persone  responsabili a vario titolo di associazione finalizzata al traffico illecito -anche [...]
Politica
27 settembre - 20:45
Dopo il voto nazionale, i partiti iniziano a proiettarsi verso le elezioni provinciali del prossimo anno. Mario Raffaelli: "La Lega in Trentino non [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato