Contenuto sponsorizzato

Il Festivalmeteorologia di nuovo a Rovereto per la sesta edizione, ma stavolta è tutto online

Il Festivalmeteorologia torna a Rovereto per la sua sesta edizione, ma si vede costretto a farlo da remoto. Restano comunque molte le iniziative proposte e i temi trattati sono vari, incentrati su clima, salute, agricoltura ed energia

Di Mattia Sartori - 08 novembre 2020 - 17:05

ROVERETO. Torna a Rovereto il Festivalmeteorologia ormai alla sua sesta edizione. Vari gli approfondimenti che verranno trattati dagli esperti del settore: si spazierà infatti dal clima all'agricoltura, dalla salute all'energia. A proposito di salute il festival ha dovuto ovviamente adeguarsi alla situazione attuale e per questo ha deciso di scommettere su collegamento online con la comunità di appassionati e curiosi che avevano seguito le cinque edizioni precedenti. Questa edizione verrà infatti trasmessa in streaming su Youtube dai canali di Festivalmeteorologia, Museo di Scienze e Archeologia di Rovereto. Oltre alle conferenze, ci sarà spazio per esperimenti, dimostrazioni, attività didattiche per le scuole (gratuite, ma su prenotazione) e presentazioni di libri, tutto online.

 

«Stiamo assistendo a grandi trasformazioni nel settore» spiega il responsabile scientifico del Festival e fisico dell’atmosfera all’Università di Trento, Dino Zardi. «Due sono i passi che stanno per compiersi e che sono destinati a incidere significativamente. Sta per essere operativa l’Agenzia Nazionale per la Meteorologia e la Climatologia "Italia Meteo", che sarà il riferimento per mettere a sistema le diverse realtà che finora hanno operato in diversi settori della meteorologia operativa. E poi il prossimo anno sarà pienamente attivo a Bologna il nuovo centro di calcolo del Centro Meteorologico Europeo (ECMWF). Se si aprisse una seconda sede di ECMWF sul territorio dell’Unione Europea questa sarà dedicata alle attività che il Centro svolge su commissione dell’Agenzia Copernicus, la realtà creata dall’Unione Europea per valorizzare i prodotti dei sistemi di monitoraggio ambientale. Si occuperà in primis di satelliti e dei risultati delle elaborazioni al calcolatore dei modelli che riproducono e prevedono i diversi sistemi ambientali, in particolare l’atmosfera e il clima. Di disponibilità pubblica e gratuita dei dati dalle osservazioni e dalle simulazioni meteorologiche parleremo molto in questa edizione del Festivalmeteorologia a Rovereto».

 

Il festival, che avrà inizio sabato 14 novembre, verrà diviso in quattro sessioni: agricoltura, salute, meteorologia aperta ed energia. Durante i lavori è previsto anche un momento ufficiale di inaugurazione della sesta edizione. Alle 13 prenderanno la parola il presidente della Fondazione Museo Civico di Rovereto, Giovanni Laezza, il rettore dell’Università di Trento Paolo Collini, il sindaco di Rovereto Francesco Valduga e il presidente della Fondazione Caritro Mauro Bondi, oltre a un delegato della Provincia autonoma di Trento e al Gen. Silvio Cau, Capo del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare. Seguirà la consegna del premio “Sergio Borghi” messo in palio dalla Fondazione Osservatorio Meteo Duomo Milano per la migliore tesi di laurea nel settore della meteorologia.

 

La prima sessione, che gira attorno all'agricoltura, è dedicata alle frontiere della meteorologia a servizio della coltivazione, un mondo da sempre attento alle previsioni meteorologiche. Dagli eventi atmosferici può infatti dipendere l'esito di un'annata agraria. Ci si interrogherà sugli strumenti e sui criteri a disposizione per prevedere gli eventi meteorologici e organizzare le attività e le difese per prevenirne i possibili danni.

 

Non poteva mancare un momento dedicato alla salute e, più in particolare, al Covid. Il Festival ha voluto dare il suo contributo offrendo uno spazio dove parlare dei meccanismi di trasmissione del virus nell'atmosfera. Dalle miriadi di minute goccioline che si emettono con un colpo di tosse, alle traiettorie che compiono nei vortici della turbolenza atmosferica. 

 

La terza sessione sarà dedicata alla meteorologia aperta, ovvero a come i nuovi sistemi di comunicazione rendano molto più semplice la condivisione di dati e informazioni su modelli meteorologici. L’Unione Europea ha istituito l’agenzia “Copernicus” proprio per favorire questa diffusione. È infatti un aspetto fondamentale del lavoro del meteorologo, sia che lavori per le istituzioni pubbliche, che da libero professionista. Nella sessione si parlerà di monitoraggio e allerta automatica in Trentino, di nowcasting operativo e di condivisione dei dati meteorologici a livello europeo.

 

Infine ci si dedicherà alla discussione sull'energia, elemento strettamente legato al meteo. Infatti non solo le condizioni termiche ne determinano in gran parte la domanda, ma gli eventi meteorologici sono anche motori di tutte le principali forme di energia rinnovabile. Focus della sessione saranno quindi le previsioni meteorologiche a servizio del settore energetico.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 12:13

Al gestore del bar la sanzione di 400 euro perché ha violato le disposizioni che impongono di non poter ricevere alcun cliente dopo le ore 18 all’interno del locale.  I controlli messi in campo da una task force interforze, voluta dal Questore di Trento, composta da agenti della Polizia di Stato, della Polizia Locale di Trento e della Guardia di Finanza che ha passato al setaccio i locali pubblici della città

24 gennaio - 14:33

Preoccupa che questa variante possa ridurre l'efficacia del vaccino. Dopo che i primi casi sospetti di mutazione si sono verificati nel distretto di Kitzbühel, il Tirolo ha inviato mille campioni all'Agenzia nazionale della salute “Ages” per il sequenziamento

24 gennaio - 09:44

La vicenda è iniziata nell'agosto dello scorso anno quando la ragazza si è sentita poco bene. Secondo le verifiche portate avanti dai Nas le due tac fatte alla giovane non sono state lette correttamente 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato