Contenuto sponsorizzato

Medico, giornalista o professore? Lavoro o università? La Diocesi aiuta i maturandi a scegliere cosa fare "da grandi"

Si terrà mercoledì 19 febbraio all'Istituto Buonarroti di Trento la prima edizione di "Voci del verbo scegliere", un dibattito tra ragazzi e ragazze e adulti che svolgono le professioni più disparate. Don Viganò: "La domanda non è 'Cosa posso scegliere?' ma 'Come si fa a scegliere?'"

Pubblicato il - 15 febbraio 2020 - 13:18

TRENTO. Magistrato, vescovo, insegnante ma anche fisioterapista, giornalista, medico, educatore? Università o lavoro? Quante strade si aprono quando, dopo le scuole superiori, ci si trova davanti alla fatidica domanda: e ora che faccio? Scegliere non è mai semplice, soprattutto a quell'età.

 

Quest'anno però, a questa domanda, prova a dare una risposta la Diocesi di Trento che ha organizzato, per mercoledì 19 febbraio, l'evento "Voci del verbo scegliere" perché, come spiega don Francesco Viganò (responsabile della pastorale giovanile e coordinatore dello staff docenti): "La domanda che sta alla base dell’incontro non è: 'Cosa posso scegliere?', ma: 'Come si fa a scegliere?'".

 

Grazie alla collaborazione con gli istituti scolastici della città, la Diocesi tridentina accoglierà i maturandi del 2020, a partire dalle 17.00, all'Istituto Tecnico Tecnologico Buonarroti di Trento. I ragazzi e le ragazze avranno così modo di confrontarsi con dei veri e propri "testimoni" che condivideranno con loro le scelte che li hanno portati ad essere quello che sono e, soprattutto, il modo in cui ci sono arrivati.

 

A ciascun testimone sarà assegnato un tavolo. I giovani poi, a turno, si accomoderanno attorno ai tavoli e avranno così modo di parlare con ognuno di loro grazie anche alla presenza dei docenti cui spetterà il compito di facilitatori. 

 

Il dialogo si articolerà in quattro aree tematiche:

 

- università, cultura e formazione

- economia, impresa e lavoro

- volontariato e associazionismo

- istituzioni e cittadinanza.

 

Saranno 15 i testimoni invitati ai tavoli di confronto, tra cui i giovani potranno liberamente ruotare. Tra loro anche l’arcivescovo di Trento, Lauro Tisi, e poi:

 

- Diego Andreatta: giornalista, direttore di Vita Trentina

- Elia Bombardelli: docente di scuola superiore e youtuber

- Francesca Bridi: assistente sociale con esperienza in missione

- Eleonora Broccardo: professore associato in economia degli intermediari finanziari e finanza aziendale – Università di Trento

- Isacco Corradi: sindaco di Lavarone

- Paolo Girardi: presidente di HIT-Hub Innovazione Trentino

- Giovanni Iob: infermiere

- Pasquale Profiti: sostituto procuratore della Repubblica

- Luca Ramigni: fisioterapista e collaboratore di Fondazione Fontana

- Paolo Segnana: direttore della cassa rurale di Mezzolombardo e San Michele all'Adige

- Daniele e Lara Tasin: educatore e tecnica della riabilitazione psichiatrica

- Elisa Tavernaro: imprenditrice

- Dino Zardi: professore ordinario in fisica dell'atmosfera e meteorologia - Università di Trento

 

Le ragazze e i ragazzi potranno così confrontarsi con donne e uomini che hanno già "scelto", non senza fatica, e sono arrivati dove volevano arrivare, o forse non ancora. Le iscrizioni per la prima edizione di "Voci del verbo scegliere" sono aperte e rimarranno aperte fino al giorno stesso dell'evento (QUI PAGINA). 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 69.854 nuovi casi, 767 decessi, 2.821 ricoveri e 372 in terapia intensiva. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

28 ottobre - 18:46

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 191 positivi a fronte dell'analisi di 2.761 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,9%. Tra i nuovi contagiati, 128 persone presentano sintomi, circa il 67% dei positivi totali. Sono 116 le classi in isolamento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato