Contenuto sponsorizzato

Mediocredito lancia un contest fotografico per coinvolgere i privati e lanciare la nuova campagna promozionale del ''Conto rifugio''

C'è tempo fino a domenica 15 novembre per inviare le proprie fotografie. I punti forti nella selezione degli scatti sono creatività, originalità, qualità della fotografia e aderenza al tema. Mediocredito: "E' sufficiente munirsi di smartphone e tablet. Le immagini poi vengono giudicate da una commissione di esperti"

Di L.A. - 19 ottobre 2020 - 21:19

TRENTO. I rifugi e i sentieri del Trentino sono i protagonisti del contest fotografico di Mediocredito. Una proposta che accompagna il "Conto rifugio", l'ultimo prodotto finanziario lanciato sul mercato dalla banca. 

 

C'è tempo fino a domenica 15 novembre per inviare le proprie fotografie. "Non sono necessari strumentazioni costose - spiega Franca Belli, responsabile marketing e comunicazione di Mediocredito - ma è sufficiente munirsi di smartphone e tablet. Le immagini poi vengono giudicate da una commissione di esperti. Sono previsti premi per i primi tre classificati e la selezione delle opere vincitrici avviene entro la fine dell'anno". 

 

I punti forti nella selezione delle immagini sono creatività, originalità, qualità della fotografiaaderenza al tema.  L'iniziativa è aperta a tutti e non si rivolge esclusivamente a quei clienti che hanno un conto con la banca. "L'intenzione - prosegue Belli - è quella di utilizzare gli scatti quale nuova pubblicità e campagna promozionale di 'Conto rifugio'. Sono due le categorie tematiche, la prima è 'Rifugi alpini': immagini che ritraggono edifici in legno e muratura costruiti in alta montagna e attrezzati per offrire temporaneamente riparo e ospitalità a alpinisti e escursionisti. Ecco poi 'Paesaggi e sentieri di montagna' che riguardano immagini di ambiente montano, di sentieri montani percorsi, di viaggi e di vita di montagna, di attività escursionistiche praticate in montagna" (Qui info sul contest fotografico).

 

Il "Conto rifugio" è uno strumento che vuole raccogliere, proteggere e far rendere il risparmio e contestualmente iniettare sul tessuto trentino il credito necessario a sostenere e finanziarie infrastrutture e sviluppo. "Sono molti i cittadini che hanno aderito - evidenzia Belli - tanti altri si informano. Il Trentino è riconosciuto per la qualità della vita e dei servizi: i clienti arrivano anche da Emilia Romagna, Lombardia e Veneto". 

 

Questo strumento è semplice e chiaro, gestibile completamente online e non ci sono spese. I tassi remunerano inoltre molto bene: 1,75% per gli investimenti fino a 5 anni e 0,50% senza vincoli per periodi più brevi ma ci sono varie opportunità e possibilità per il cliente (Qui info).

 

Le risorse vengono investite in modo attento sul territorio: non vengono proposte azioni speculative o azzardate. Una mission ancora più importante in questa fase molto delicata per l'emergenza Covid-19 è quella di agevolare la ripartenza del Trentino e sostenere il territorio.

 

L'investimento minimo per aderire a "Conto rifugio" è di 1.000 euro mentre quello massimo è di 2 milioni per una durata che varia dai 6 ai 60 mesi, c'è poi la possibilità di attivare più linee di rendimento con durate diverse e tutto può essere gestito online senza documenti da firmare. Una novità è anche la remunerazione delle somme non vincolate e il Fondo interbancario di tutela dei depositi vanta una copertura assicurata fino ai 100 mila euro.

 

"Il 'Conto rifugio' è una risposta importante per creare un'economia virtuosa. E' un'iniziativa che viene ben rappresentata dalla campagna marketing che abbiamo adottato per la promozione: ora il cliente privato può essere ancora di più protagonista di Mediocredito attraverso il contest fotografico", conclude Belli.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 18:32

Il tema è quello dell'apertura degli impianti per il periodo di Natale e Capodanno, ipotesi in questo momento bloccata da Roma. Nel tentativo di forzare una decisione diversa, la Provincia di Trento e quella di Bolzano, valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte hanno trovato un'intesa unanime sul protocollo di sicurezza

23 novembre - 19:48

Sul posto stanno intervenendo diversi vigili del fuoco con un’autoscala e due mezzi di supporto. Stando alle prime informazioni le fiamme sarebbero partite dalla zona del tetto di uno stabile in via Torre d’Augusto a Trento dove ci sono anche alcuni appartamenti

23 novembre - 19:06

Dalla morte di Piergiorgio Cattani alle dimissioni di Ghezzi, Futura affida a una lettera (in forma integrale) l'analisi di un momento complicato per il movimento nato nel 2018: "Confermato o meno l’importante assessorato che ci era stato assegnato, l’unica cosa che ci sentiamo di garantire è presenza responsabile, curiosa e attiva"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato