Contenuto sponsorizzato

Montagna in rosa, in Val di Sole arriva il primo meeting nazionale tutto al femminile dedicato allo scialpinismo

Una tre giorni dedicata alla montagna e alle donne. Dal freeride allo scialpinismo, dal centro benessere al ghiacciaio, tutto in compagnia delle Guide Alpine del Trentino e del Soccorso Alpino Trentino. Spazio anche alla sicurezza in montagna con le nozioni fondamentali dell'autosoccorso in valanga 

Foto di Giampaolo Calzà per Donne di Montagna
Pubblicato il - 17 gennaio 2020 - 13:01

VAL DI SOLE. Si svolgerà dal 6 all'8 marzo "Skialp and Safety Camp - Donne di montagna", il primo meeting nazionale tutto al femminile dedicato allo scialpinismo, al freeride e alla sicurezza in montagna. Saranno tre giorni dedicati all’apprendimento delle tecniche di scialpinismo, della discesa in fuori pista e alla sicurezza in montagna, in compagnia delle Guide Alpine del Trentino e in collaborazione con il Soccorso Alpino Trentino. 

 

Il primo evento di questo tipo, dedicato esclusivamente alle donne, si svolgerà al Mas de la Bolp, uno chalet di montagna situato in una posizione strategica e panoramica, che offre una cucina tipica con prodotti a km 0. Il maso è immerso nella cornice spettacolare della Valle di Valorz, un anfiteatro fatto di cascate ghiacciate e boschi di larici.

 

Un'occasione, unica e speciale, per praticare le attività invernali più amate come lo scialpinismo e il freeride senza tralasciare le nozioni fondamentali dell'autosoccorso in valanga e della sicurezza in montagna. Dalla Val di Sole, base centrale per raggiungere i punti di partenza, si affronteranno due escursioni panoramiche spettacolari su due gruppi montuosi vicini: Ortles-Cevedale e Adamello Presanella.

 

Il programma della tre giorni è ricco e articolato. Si comincia il pomeriggio del 6 marzo con l'arrivo a Mas de la Bolp e un aperitivo di benvenuto. A seguire una guida alpina spiegherà come organizzare al meglio un'uscita di scialpinismo e risponderà alla fatidica domanda: "cosa metto nello zaino?".

 

Per il giorno seguente, sabato 7 marzo, è prevista un'uscita al Monte Sole (2.350 m) in compagnia delle guide alpine del Trentino. Si tratta di un itinerario scialpinistico non troppo difficile tecnicamente che permetterà alle partecipanti di migliorare le tecniche di salita e discesa. 

 

Dalla cima si può godere della neve e dello splendido scenario della Val di Rabbi, nel Parco Nazionale dello Stelvio, uno dei più antiche parchi italiani. Lungo il percorso ci si potrà fermare a Malga Monte Sole Alta e, nel pomeriggio, godere del piccolo centro benessere del rifugio.

 

Durante la salita al Monte Sole, sono previsti diversi momenti con istruttori del Soccorso Alpino Trentino nei quali si affronteranno tematiche riguardanti la sicurezza in montagna oltre che attività pratiche di ricerca soccorso in valanga.

 

La domenica, invece, spazio alla discesa del ghiacciaio del Pisgana in Adamello, una delle più belle discese delle Alpi con oltre 2000 metri di dislivello in discesa, preceduto da una salita di 500 metri da fare con le pelli di foca. 

 

 

Ad ogni partecipante verranno consegnati dei gadget di Montura e degli altri sponsor che supportano l’evento.

 

I posti sono limitati e per iscriversi è necessario collegarsi al sito dell'evento (QUI SITO). Per ricevere maggiori informazioni si può accedere al sito "Donne di Montagna" (QUI SITO) o contattare gli organizzatori all'indirizzo info@donnedimontagna.com o al numero + 39 3928354253.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 14:12

Il Governo si è preso l’impegno di erogare i primi aiuti già a novembre: “Abbiamo previsto una serie di indennizzi per coloro che saranno penalizzati dalle nuove norme”. In arrivo nuovi contributi a fondo perduto, cancellata la seconda rata Imu e confermata la cassa integrazione

24 ottobre - 19:00

Il Café de la Paix, circolo Arci situato nel passaggio Teatro Osele, da sempre si trova a dover convivere con una situazione di degrado. Chiudendo i battenti (anche senza ordinanze anti-movida) abbondantemente prima di mezzanotte, capita spesso di trovare il giorno dopo bottiglie, lattine, o peggio. Il gestore Massimiliano Cadrobbi: "Noi le regole le rispettiamo, ma qualcuno festeggia e noi dobbiamo pulire"

25 ottobre - 14:47

Sono molte le difficoltà nel rapportarsi con questa nuova modalità didattica. I genitori del gruppo “Disprassia EsistiAmo”: "Abbiamo proposto delle lezioni in presenza per piccolissimi gruppi ma nessuno ci ascolta''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato