Contenuto sponsorizzato

Natale a Trento, senza i Mercatini proposte e iniziative dei privati. Confeventi progetta un'installazione in piazza Fiera

Bozzarelli: "In seguito alla cancellazione dei Mercatini abbiamo riscontrato, come speravamo, una grande voglia di partecipazione da parte dei cittadini". Molte le iniziative proposte che verranno presentate il 21 novembre, tra queste spicca quella di Confeventi, che prenderà forma in piazza Fiera

Di Mattia Sartori - 09 novembre 2020 - 14:01

TRENTO. "In seguito alla cancellazione dei Mercatini abbiamo riscontrato, come speravamo, una grande voglia di partecipazione da parte dei cittadini". Sono molte le iniziative proposte da privati che questo Natale sostituiranno le tradizionali casette in legno. L'assessora ha annunciato che la presentazione ufficiale di queste proposte avrà luogo il 21 novembre, ma nel frattempo ha accennato ad un progetto in particolare che occuperà proprio l'area di piazza Fiera, andando a riempire il vuoto creatosi.

 

Il suddetto progetto è stato sviluppato da Confeventi, un'associazione di categoria nata questo ottobre per rappresentare i lavoratori del mondo dello spettacolo, che in questo periodo di emergenza sanitaria stanno soffrendo particolarmente. Enzo Di Gregorio, presidente dell'associazione, racconta: "Innanzitutto ci tengo a sottolineare che la nostra iniziativa non è un evento (sarebbe irresponsabile di questi tempi), ma un'installazione. Un'installazione interattiva di luci e suoni, che mira a coinvolgere tutta la cittadinanza e non solo. Cercheremo anche di raggiungere tutti i trentini nel mondo e gli ammiratori e sostenitori della nostra città".

 

L'idea per l'installazione è partita da Emanuele Lapiana, fondatore di "O suono mio", un'azienda che si occupa di "sound branding", ovvero la creazione di suoni unici, particolari e riconoscibili, che facciano distinguere il cliente. Lapiana è stato anche il creatore dell'installazione artistica "Cometa sonora", presentata a Le Albere dal 6 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020.

 

Per il progetto di Confeventi ci sarà però bisogno della partecipazione di tutti i cittadini. "In questi giorni verrà lanciato un crowdfunding volto a finanziare quest'installazione - aggiunge Di Gregorio - e rivolto a tutti coloro che vogliano dare un contributo. Noi ci siamo già rivolti ad aziende che ci potranno aiutare dal punto di vista finanziario e pratico, ma ci serve comunque tutto l'aiuto possibile. Inizialmente sarà Confeventi a finanziare il tutto, ma speriamo che il crowdfunding funzioni e invitiamo tutti a partecipare".  

 

Sarà una delle tante iniziative che animeranno Trento in questo periodo natalizio, una città che forse si riscoprirà diversa dal solito, ma non per questo peggiore. Come ha affermato l'assessora Bozzarelli: "Quest'anno siamo chiamati a rileggere il significato del Natale, riscoprendo una comunità cittadina formata da tutti quanti i trentini, che si uniscono e collaborano per alleviare il più possibile le difficoltà". 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 gennaio - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato