Contenuto sponsorizzato

''Niente bici, skateboard o motorini'', la nuova passerella dell'ex Manifattura riscuote successo ma vanno rispettate le limitazioni

Dopo la riqualificazione della zona dell'ex Manifattura di Rovereto, è stata inaugurata la passerella pedonale che connette l'Orologio con il torrente Leno. Un camminamento panoramico che offre una bellissima vista su tutta la vallata, ma ci sono delle regole da rispettare

 

Di Laura Gaggioli - 06 novembre 2020 - 11:43

ROVERETO. A meno di due mesi dalla sua inaugurazione, Be Factory, l’hub della green & sport economy pensato da Trentino Sviluppo e inserito all’interno di Progetto Manifattura, ha riscosso molti consensi da parte dei cittadini, che volentieri frequentano gli spazi verdi e pedonali attraverso la passerella che corre sopra i nuovi spazi produttivi. Il grande progetto con cui si è ripensata l'ex Manifattura di Roveretoconcepito dall’architetto Kengo Kuma, ha infatti restituito e “aperto” alla città il vecchio opificio attraverso un camminamento pedonale che connette lo storico edificio dell'orologio con la ciclabile che corre lungo il Leno. 

 

La struttura della passerella, lunga 200 metri, è interamente sbarrierata e offre un punto di osservazione privilegiato sull’intera vallata. A sud est si possono infatti scorgere l’Ossario e la Campana dei Caduti, mentre a ovest lo sguardo è libero di vagare tra i Monti Stivo e Biaena. La passeggiata, circondata dalle piante di “Sedum”, è realizzata con materiali sostenibili, a filiera corta, come legno, vetro e verdello di Trento.

 

Dopo la rimozione delle recinzioni che separavano la ciclabile da Progetto Manifattura, sono numerosi i cittadini che hanno scelto di raggiungere lo storico compendio attraverso la “passerella” che corre sopra i nuovi spazi produttivi Be Factory. “L’apertura dell’incubatore alla città e ai suoi cittadini aveva proprio questo obiettivo”, spiega Nicola Polito, direttore operativo di Trentino Sviluppo.

 

Trentino Sviluppo ha quindi espresso molta soddisfazione per l’interesse mostrato dalla città verso l’hub della sostenibilità ma, trattandosi di un’area esclusivamente dedicata ai pedoni, ha voluto raccomandare il rispetto di alcune regole di utilizzo di spazi pensati come un grande boulevard pedonale. “Al fine di preservare la pavimentazione galleggiante realizzata in legno e pietra trentina - ricorda Polito - si raccomanda di non percorrerla in bici, skateboard o motorino, per evitare in primis di incorrere in incidenti ed infortuni e, in secondo luogo, per evitare di arrecare danni al camminamento, come evidenziato dall’apposita segnaletica installata”.

 

La passeggiata è liberamente percorribile dal lunedì al sabato dalle ore 7 alle 21. È attivo un servizio di videosorveglianza e guardiania attivo 24 ore su 24.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Cronaca
02 dicembre - 19:23
Raffaele Sollecito fu condannato in primo grado nel 2009 e poi definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox,  per la morte di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato