Contenuto sponsorizzato

Noleggio furgoni a Trento. Perché e a chi conviene davvero

Si tratta di una formula che va molto, e che, stando ai dati recenti, promette di collocarsi ben al di sopra delle preferenze dei consumatori rispetto a quelle che sono altre forme di utilizzo di mezzi, quali il leasing e l’acquisto. Per quanto sia notoriamente vantaggioso, non tutti sono però concretamente al corrente dei reali benefici pratici e fiscali legati al noleggio furgoni Trento

Pubblicato il - 08 gennaio 2020 - 15:50

TRENTO. Il noleggio furgoni Trento rappresenta una soluzione di mobilità altamente diffusa e professionale che consente, a fronte di un canone mensile, di utilizzare uno o più veicoli commerciali scelti in base alle specifiche esigenze aziendali.

 

Si tratta di una formula che va molto, e che, stando ai dati recenti, promette di collocarsi ben al di sopra delle preferenze dei consumatori rispetto a quelle che sono altre forme di utilizzo di mezzi, quali il leasing e l’acquisto. Per quanto sia notoriamente vantaggioso, non tutti sono però concretamente al corrente dei reali benefici pratici e fiscali legati al noleggio furgoni Trento. Quali sono i motivi di tanta diffusione?

 

Le ragioni del successo legato alla formula del noleggio furgoni TrentoLe previsioni sembrano mostrare un trend ancor più in ascesa e il noleggio furgoni Trento risulta sempre più scelto rispetto all’acquisto. I profili di costo sono nettamente inferiori rispetto a quest’ultimo e, a fronte di un unico semplice canone mensile, sono compresi tutti i seguenti servizi/vantaggi: assicurazione e pagamento del bollo; manutenzione ordinaria e straordinaria; eventuale sostituzione di pneumatici; gestione di eventuali sinistri senza nessuna ricaduta sull’utilizzatore; soccorso stradale.

 

Vantaggi tanti dunque, specie per le aziende che intendono espandere e/o rinnovare nel capoluogo trentino la propria flotta commerciale, visto che questa formula affranca i titolari o gestori di un’azienda dalla pesante incombenza di doversi preoccupare del disbrigo di tutte quelle formalità ammnistrativo-burocratiche che in genere sono legate all’acquisto.

A questo si aggiunge che, al termine, le aziende possono sentirsi libere di sostituire il veicolo con un altro più in linea con eventuali nuove necessità aziendali.

 

Flessibilità, ma anche tanti vantaggi fiscali. Nel caso in cui ad optare per il noleggio furgoni Trento siano aziende, è per di più possibile detrarre l’IVA e tutte le spese di noleggio per fruire del quale, per altro, non si prevede un anticipo iniziale, a differenza del leasing.

 

Da ciò consegue che è possibile usare sin da subito il veicolo scelto già dal momento in cui viene presentata tutta la documentazione richiesta e prevista per la stipula del contratto, previa pagamento del canone.

 

Pensiamo ai vantaggi che possono derivare da questa formula ad un’azienda appena creata, che non abbia ancora avuto il tempo di testarsi sul mercato: grazie al noleggio furgoni Trento sarà possibile godere di una flotta commerciale senza doverne sostenere l’ingente peso dell’acquisto.

 

Se l’azienda dovesse in qualche modo chiudere, i furgoni acquistati resterebbero tristemente inutilizzati, cosa che con il noleggio non avrebbe invece luogo. Cosa da non poco, a ben vedere.

 

Per concludere, se il noleggio di mezzi commerciali, ed in particolare dei furgoni, è una formula in forte ascesa sul territorio italiano ed in particolare in Trentino, qualche ragione, come si vede, c’è. Un numero sempre più alto di aziende e titolari di partita IVA ne sperimentano ogni anno evidenti vantaggi, evitando ricadute sul budget aziendale a fronte di una grande flessibilità. Tutto questo e tanto altro è il noleggio furgoni Trento, un’esperienza d’uso tutta da scoprire.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 maggio - 19:39

Ci sono 5.412 casi e 465 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 703 (tutti letti da Apss) per un rapporto contagi/tampone a 1,70%. Ci sono 4 nuovi positivi a Trento, 1 a Novella

26 maggio - 19:37

Per il Tirolo il problema per la riapertura dei confini è la Lombardia? La replica di Fugatti: “Non capiamo perché i tedeschi possano arrivare attraverso il corridoio austriaco ma non possano arrivare gli austriaci, questo è difficile da spiegare al mondo economico trentino”

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato