Contenuto sponsorizzato

Trento, al via l'attesissimo concorso docenti: 185 nuovi insegnanti a tempo indeterminato per la scuola secondaria

E' stato pubblicato il bando di concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Iscrizioni aperte fino al 20 luglio. i nuovi docenti saranno selezionati per titoli ed esami

Di Arianna Viesi - 18 giugno 2020 - 15:55

TRENTO. E' stato pubblicato su Vivo Scuola, il portale dedicato alla scuola trentina, l'attesissimo bando di concorso per l'assunzione a tempo indeterminato di docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado e sostegno (QUI). Il concorso porterà sulle cattedre della Provincia 185 nuovi insegnanti che verranno selezionati per titoli ed esami. Le iscrizioni si aprono oggi, giovedì 18 giugno, alle 12.00 e si chiuderanno lunedì 20 luglio.

 

Sono 55 i posti messi a bando per la scuola secondaria di primo grado, suddivisi in 9 classi di concorso: si va dalla cattedra di italiano, storia e geografia (3 posti) a quella di matematica e scienze (18 posti), dal sostegno (25 posti) a quella di lingua e cultura ladina (1 posto).

 

 

Per la secondaria di secondo grado, invece, i posti messi a bando sono 130: dalle discipline letterarie e latino (10 posti) a matematica e fisica (6 posti), da tecnica della danza classica (1 posto) alle discipline sanitarie (2 posti), e così via. 

 

 

Al concorso potranno prendere parte coloro che saranno in possesso, alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande, di uno dei seguenti titoli:

 

a. Abilitazione specifica sulla classe di concorso o analogo titolo conseguito all'estero e riconosciuto in Italia (secondo la normativa vigente).

 

b. Il possesso, congiunto di:

    - laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato (coerente con le classi di concorso messe a bando) o analogo titolo conseguito all'estero e riconosciuto in Italia

    - 24 crediti formativi (acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare) nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell'inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche.

 

Per le specifiche, si rimanda al bando che pubblichiamo in maniera integrale in calce all'articolo. 

 

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

 

Nella domanda di partecipazione, presentata in via esclusiva solo per la Provincia Autonoma di Trento, dovranno essere indicati i posti per i quali si intende concorrere. Ciascun candidato potrà concorrere per una sola classe di concorso, distintamente per la scuola secondaria di primo grado e per quella di secondo grado. Ad esempio, si potrà concorrere contemporaneamente per l'A022 (italiano, storia, geografia nella scuola secondaria di I grado) e per l'A011 (discipline letterarie e latino nella scuola secondaria di I grado). La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere presentata in modalità telematica, sul sito di Vivo Scuola (QUI), mediante apposita procedura per la quale è necessario essere in possesso della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o della Carta Provinciale dei Servizi (CPS) oppure di SPID (Sistema pubblico di identità digitale). Sarà richiesto anche il contributo di 25,00 euro una tantum, anche nel caso si partecipi a più classi e/o tipologia di posti. 

 

PROVE

 

Quanto alle prove, per l'accesso ai posti comuni ne sono previste tre: due scritte e una orale. Per l'accesso ai posti di sostegno, invece, sono previste una prova scritta e una orale (i programmi, le griglie di valutazione e i dettagli sono disponibili negli allegati A e B, in calce al bando). Molto probabile anche una prova preselettiva, "computer-based" cita il bando, per accedere alle prove scritte, volta all'accertamento delle capacità logiche, di comprensione del testo, di conoscenza della normativa scolastica, della conoscenza della lingua inglese (almeno a livello B2). La prova preselettiva (di 60 minuti) sarà costituita da 60 quesiti a risposta multipla (quattro opzioni, una sola delle quali corretta) così ripartiti: 20 domande di capacità logiche, 20 domande di capacità di comprensione del testo, 10 domande su conoscenza della normativa scolastica, 10 domande sulla conoscenza della lingua inglese.

 

Passata la prova preselettiva, per i posti comuni, arriva la prima prova scritta. Questa prima prova, distinta per ciascuna classe di concorso, ha l'obiettivo di valutare il grado delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline afferenti alla classe di concorso stessa. La prova durerà 120 minuti e il suo superamento è condizione necessaria per accedere alla seconda prova scritta. Questa seconda prova si articolerà in due quesiti a risposta aperta volti all'accertamento delle conoscenze e competenze antropo-psico-pedagogiche e, il secondo, all'accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche (quest'ultime in relazione alle discipline oggetto di insegnamento di ogni classe di concorso). Il superamento anche della seconda prova scritta garantisce l'accesso alla prova orale (alla quale si accede con la media aritmetica delle due prove scritte superate).

 

Durante la prova orale per i posti comuni, verrà valutata la padronanza delle discipline, la capacità di progettazione didattica efficace, finalizzata al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti (consisterà nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC). La prova orale avrà una durata massima complessiva di 45 minuti.

 

Per i posti di sostegno, distinti per la scuola secondaria di primo e secondo grado, invece, ci sarà un'unica prova scritta, articolata in due quesiti a risposta aperta relativi alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità e volta a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure utili all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità. Se si passa lo scritto, via libera alla prova orale che valuterà la competenza del candidato nelle attività di sostegno all'alunno con disabilità, nella progettazione didattica e curricolare per garantire l'inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle potenzialità e alla differenti tipologie di disabilità.

 

Verranno valutati (massimo 20 punti) anche i titoli (laurea, certificazioni linguistiche e informatiche, ecc. Si veda all'Allegato A). Terminata la procedura concorsuale, la commissione, esaminati titoli e prove, stilerà le graduatorie di merito, distinte per classi di concorso e tipologia di posto. 

 

Il calendario della (quasi certa) prova preselettiva e delle prove scritte seguirà probabilmente quello del Concorso ordinario nazionale (bandito il 21 aprile scorso) e verrà pubblicato sempre su Vivo Scuola, così come le sedi d'esame. 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

25 settembre - 16:21

Nelle ultime 48 ore in Alto Adige sono stati individuati quasi 90 positivi. Di questi cinque sono studenti di scuole diverse (ecco quali) dove scatteranno le normali misure di quarantena per i compagni mentre altri cinque sono stati individuati solo nell'istituto di Merano. Per sicurezza da lunedì 28 settembre fino a venerdì 9 ottobre 2020 compreso la scuola resterà chiusa e si torna alle lezioni digitali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato