Contenuto sponsorizzato

"Una pizza o un pasto caldo per tutti i volontari impegnati nell'emergenza", la solidarietà di Guido, proprietario de La Nuova Botte del Re

“Se avete bisogno di qualcosa, un caffè caldo, una pasta a mezzogiorno o qualcosa da mangiare, ve la offriamo noi a La Nuova Botte del Re”. Questo il gesto di grande solidarietà messo in campo dal calaltino Guido Lozza, rivolto ai vigili del fuoco, forze dell'ordine e protezione civile impegnati nell'emergenza metereologica

Di Lucia Brunello - 11 December 2020 - 16:26

CALALZO. “Se avete bisogno di qualcosa, un caffè caldo, una pizza, una pasta a mezzogiorno o qualcosa da mangiare, ve la offriamo noi a La Nuova Botte del Re”. Questo il gesto di grande solidarietà messo in campo dal calaltino Guido Lozza, rivolto a tutti coloro che si sono fatti in quattro durante l'emergenza maltempo e che continuano a farlo, dai vigili del fuoco alle forze dell'ordine, dalla protezione civile, ai movieri sulle frane.

 

E’ infatti da quando, venerdì 4 dicembre scorso, sono iniziati a cadere i primi fiocchi di neve, che Guido ha iniziato ad infornare pizze pensando proprio a tutti i volontari che in quello stesso momento si trovavano tra il freddo e la neve. “Credo che il mio sia un gesto dovuto, perché queste persone lavorano per il bene di tutta la comunità e quando intervengono lo fanno per tutti”, racconta a ilDolomiti.it.

 

In questi ultimi giorni quindi alcuni vigili sono passati a La Bottega del Re, ma non quanti Guido si augurava. "Quando li incontro in giro per il paese, dico loro di passare al mio locale per mangiare qualcosa, ma sono sempre di fretta. Mi rispondono: "Non ce la facciamo, non abbiamo il tempo".

 

La sensibilità di Guido e il desiderio di aiutare il prossimo l’hanno portato, sin dall’inizio dell’emergenza coronavirus, ad abbassare i prezzi delle pizze e spesso ad offrire la bibita in omaggio. “L’ho fatto perché questo momento di crisi lo stiamo sentendo tutti, e per qualcuno qualche euro risparmiato durante la settimana può fare la differenza”.

 

Ma la solidarietà del calaltino è emersa ben prima che quest'ultima emergenza travolgesse il territorio. Dal 2014, infatti, quando ha aperto il Bar Pino e La Bottega del Re a Calalzo, ogni anno ha organizzato pranzi e cene benefiche invitando i vigili del fuoco. “Un piccolo gesto per dimostrargli la riconoscenza che si meritano. L’incasso che facevamo veniva gestito dal Comune e dato in beneficienza".

 

Nel 2016, dopo il vasto incendio scoppiato a Calalzo, aveva offerto il pranzo a tutti gli operatori per ringraziarli. Dopo la tempesta di Vaia, nel 2018, ha organizzato una cena con i membri della protezione civile. "In quell'occasione ho fatto un invito esteso anche ai volontari di Belluno, che erano arrivati in nostro soccorso".

 

L'emergenza ora è rientrata, ma tantissimi volontari si stanno spostando in tutta la provincia per andare ad aiutare laddove i danni sono stati più pesanti. "Per questa ragione ho fatto questo appello", continua. "Chiunque si trova di passaggio tra un intervento e l'altro e con il bisogno di mangiare qualcosa di caldo, può venire da noi".

 

"Credo che per questi ragazzi sia importante sentire la nostra gratitudine, ed è bene riconoscergli i giusti meriti". E conclude: "Sono persone che potrebbero stare a casa con le proprie famiglie o a fare altro, ma che invece scelgono di uscire con il freddo, l'acqua e la neve per svolgere un servizio per tutti noi. Io non smetterò mai di ringraziarli".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 settembre
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
16 settembre - 12:36
La norma che prevede la partecipazione della Pat in Itas Mutua è stata impugnata dal governo. Già la Procura della Corte dei conti aveva [...]
Cronaca
16 settembre - 13:04
La scorsa settimana Rita Amenze è stata uccisa all'uscita dal lavoro, ieri un uomo ha sparato al volto di  Alessandra Zorzin. Il sindaco [...]
Cronaca
16 settembre - 12:20
L’obbligo di Green pass per andare al lavoro scatterà dal 15 ottobre. L’Italia è il primo Paese ad adottare una decisione di questa portata. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato