Contenuto sponsorizzato

Aldeno rilancia il progetto di co-residenza. Gerosa: “Realtà innovativa da replicare in altri complessi”

Aldeno rilancia il progetto di co-residenza di via Martignoni, per la prima volta dopo lo scoppio della pandemia. In un incontro, giovedì 29 luglio, i residenti (famiglie e anziani) hanno fatto il punto sul progetto assieme alla presidente di Itea Francesca Gerosa, alla sindaca di Aldeno Alide Cramerotti e ai rappresentanti dell’Anffas Trentino Onlus

Di Marianna Malpaga - 31 luglio 2021 - 18:27

ALDENO. Un momento per rilanciare la co-residenza di via Martignoni di Aldeno, un progetto pilota di edilizia abitativa pubblica che propone la convivenza tra diverse generazioni: famiglie più o meno giovani e anziani autosufficienti. Giovedì 29 luglio, i nuclei familiari della co-residenza di Aldeno si sono incontrati con la presidente di Itea Francesca Gerosa, la sindaca di Aldeno Alide Cramerotti, e i rappresentanti dell’Anffas Trentino Onlus.

 

“Questa di Aldeno è una realtà innovativa che mi piacerebbe replicare in altri complessi abitativi – dice Francesca Gerosa -. Da parte di Itea Spa c’è il massimo impegno per sostenere questo tipo di attività, che sperimenta un diverso approccio per la risoluzione di problematiche molto spesso legate alla convivenza. La società di oggi è sempre più individualista, e vogliamo dare massima attenzione a tutti i progetti che sono in controtendenza e mirano a coltivare lo sviluppo di interazioni tra inquilini o condomini”.

 

La co-residenza è nata dall’intesa tra il Comune di Aldeno, Itea Spa e la Provincia di Trento. Le famiglie e gli anziani autosufficienti vivono in appartamenti privati, ma possono incontrarsi grazie a spazi e servizi finalizzati a favorire la socializzazione e la condivisione della gestione della vita quotidiana.

 

Nel corso dell’incontro è stato fatto il punto sullo stato di avanzamento del progetto sperimentale, ma sono state delineate anche delle azioni per il futuro, per rinnovare il patto alla base della co-residenza e per offrire opportunità di coinvolgimento a chi abita in via Martignoni. Tra le azioni, oltre al servizio di tutoraggio garantito da Anffas, sono previsti anche dei momenti di monitoraggio a cadenza fissa tra i co-residenti e i soggetti promotori dell’iniziativa: Comune di Aldeno, Itea Spa e Anffas.

 

I residenti del progetto di co-residenza sono stati selezionati in base ad alcuni requisiti specifici contenuti nel curriculum sociale. La sindaca di Aldeno Alida Cramerotti ha rinnovato il sostegno dell’amministrazione comunale al progetto. “Il Comune c’è – afferma – e con la ripresa delle attività garantiamo la piena collaborazione per operare anche sul versante del coinvolgimento della co-residenza con la comunità di Aldeno”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 September - 17:51
Lorenzo viene da Codogno mentre Alice è di Bormio. Entrambi hanno scelto di passare le loro settimane estive in quota al ''servizio'' di 103 [...]
Cronaca
19 September - 17:17
L'incidente è avvenuto lungo la strada provinciale 84 poco prima del campo di tamburello a Dro. La 20enne è uscita illesa ma spaventata
Cronaca
19 September - 14:02
Alla Bookique di Trento, martedì 21 settembre alle 18 e 30, si terrà l'ultimo incontro della Rassegna Generazione 2021 alla quale parteciperà, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato