Contenuto sponsorizzato

Aromi per sigaretta elettronica: quali preferire in base alle caratteristiche gustative delle varie tipologie

Padroneggiare consapevolmente il loro utilizzo è molto importante, sia per la propria sicurezza che per quanto riguarda l'appagamento personale. Inoltre, è doveroso sottolineare quale sia il loro importante ruolo nella lotta contro il fumo

Pubblicato il - 26 April 2021 - 11:25

TRENTO. I gusti disponibili sono migliaia, ma come scegliere senza poterli provare? Le linee guida agli stili. Il mondo del vapore è ricco di sfaccettature e di argomenti più o meno facili da comprendere, per cui è sempre bene soffermarsi ad approfondire alcuni temi particolari. Uno di questi è quello degli aromi sigaretta elettronica, oggetto di curiosità e interesse per tanti neo-vaper e pane quotidiano per gli svapatori navigati.

 

Padroneggiare consapevolmente il loro utilizzo è molto importante, sia per la propria sicurezza che per quanto riguarda l'appagamento personale. Inoltre, è doveroso sottolineare quale sia il loro importante ruolo nella lotta contro il fumo.

 

Perciò, prima di addentrarci nei vari gusti disponibili sul mercato dei cosiddetti aromi concentrati, bisogna dunque fare un piccolo preambolo.

 

Cosa sono gli aromi concentrati, quali ingredienti si trovano al loro interno e come utilizzarli nell'e-cig

Quando si parla di aromi per sigaretta elettronica ci si riferisce a specifici prodotti da utilizzare, previa diluizione, per dare un gusto alle proprie svapate. Si tratta fondamentalmente di essenze concentrate da miscelare assieme alle basi neutre, che conferiscono il sapore agli e-liquid.

 

Gli aromi possono essere principalmente di due tipi:

 

Organici: ricavati da una materia prima vegetale naturale

Sintetici: prodotti in laboratorio con molecole aromatiche identiche o simili a quelle naturali

Il loro ruolo all'interno dei liquidi svapo è di prima importanza, poiché assieme a glicole propilenico (PG), glicerina vegetale (VG) ed eventuale nicotina, vanno a formarne la ricetta classica.

 

La maggior parte degli aromi in commercio sono disciolti in una base full PG (100% glicole), ma una piccola minoranza utilizza la glicerina. Per poterli utilizzare nella sigaretta elettronica, però, è necessario "allungarli" prima con gli altri ingredienti.

 

La percentuale di diluizione è variabile a seconda dei propri gusti, ma è consigliabile restare all'interno del range suggerito dal produttore (in media il 10%). Si può decidere di usare PG, VG ed eventuale nicotina singolarmente oppure acquistare basi pronte negli e-cigarette shop.

 

Non si possono svapare gli aromi in purezza, sia perché la resistenza avrebbe grosse difficoltà a vaporizzare un fluido così denso, sia perché sarebbero troppo forti e spiacevoli al palato. In tal senso, potremmo paragonarli al dado che si usa per fare il brodo: è necessario diluirlo affinché insaporisca in modo corretto.

 

Ma dopo aver preso coscienze di ciò, come si fa a scegliere gli aromi giusti per i propri gusti fra tutti quelli esistenti?

 

Tipi di aromi concentrati e linee guida per una scelta corretta. Ci si rende davvero conto della quantità di aromi svapo disponibili sul mercato solo quando si clicca nella sezione apposita di un grosso e-commerce. Parliamo di centinaia, a volte anche migliaia, di prodotti tra cui scegliere e il rischio è ovviamente quello di perdersi.

 

Il modo migliore per orientarsi è quello di specializzare la propria ricerca, sfruttando le diverse categorie di aromi concentrati. Nei siti di sigarette elettroniche più user friendly è possibile entrare nelle specifiche sezioni o, eventualmente, impostarle come filtro di ricerca.

 

Ecco quali sono le più diffuse: tabaccosi, fruttati e cremosi. Negli aromi tabaccosi si possono trovare sia tabacchi singoli che mix di varie foglie, com'è tipico delle misture pipa e da sigaro, oltre che i cosiddetti "aromatizzati" con frutta, spezie o creme.

 

La frutta è invece protagonista nei prodotti dell'omonima categoria, anche qui usata in purezza o, più spesso, abbinata ad altre varietà. Può essere sia "calda", come le confetture o quella sciroppata, che "fredda", rinfrescante e succosa.

 

I cremosi sono gli aromi più golosi, quasi sempre ispirati al mondo della pasticceria e dei dolci da forno. Sono caratterizzati dalla "masticabilità" del vapore e dalla dolcezza degli effluvi.

 

Oltre a queste tre categorie principali esiste poi un mondo di sottocategorie molto ampio, in cui troviamo ad esempio: drink e bevande; mentolati e/o ghiacciati; speziati e tanti altri.

 

Una volta identificato il proprio desiderio gustativo, dunque, basterà posizionarsi nella sezione apposita dello shop e lasciarsi sedurre dalle sfiziose ricette messe a punto dai produttori.

 

L'importanza degli aromi per smettere di fumare. Sebbene al giorno d'oggi con la sigaretta elettronica si sia trasceso parecchio dal quid iniziale, è bene ricordarsi per quale motivo sia nato lo svapo: smettere di fumare.

 

Il vaping è un piacere ed un hobby consigliato prettamente ai fumatori/ex-fumatori come strumento di riduzione del rischio di danno da fumo. Non si tratta, ovviamente, di una pratica adatta ai minori e a chiunque non abbia mai acceso una sigaretta in vita sua, poiché l'aria pura resta pur sempre la scelta migliore per i nostri polmoni.

 

Tuttavia, se il tabacco combusto è notoriamente cancerogeno e nocivo per il nostro organismo, il vapore elettronico risulta essere molto più salubre. Questo poiché non è generato da combustione ed è privo di migliaia di sostanze dannose contenute nel fumo di sigaretta.

 

In sostanza: è meno peggio. Molto meno. Gli aromi sono un tassello fondamentale del puzzle, poiché solo con l'appagamento del palato si può restare lontani dalle "bionde combuste", in gergo dette anche chiodi di bara. Per cui, grazie alla combinazione di un hardware prestante con dei sapori piacevoli per la propria bocca, si può finalmente smettere di fumare, mantenendo il piacere del gesto.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
03 dicembre - 05:01
Diversi i nodi da affrontare e l'apertura degli impianti in val di Non non è garantita. Le criticità legate ai costi energetici ma manca anche [...]
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato