Contenuto sponsorizzato

"Nevica" nelle città ma non sono pollini, ecco da dove vengono quei batuffoli bianchi

Molte persone pensano siano causa di reazioni allergiche ma i pappi (il nome corretto della cosiddetta 'lana di pioppo') sono formati da una sostanza completamente anallergica, la cellulosa. I pollini di altre specie di piante possono però attaccarsi alla superficie dei 'pioppi' causando leggeri fastidi

Di Filippo Schwachtje - 13 maggio 2021 - 18:18

TRENTO. Sembrano 'fiocchi' di neve primaverili e negli ultimi giorni sono tornati, come ogni anno, ad imbiancare il centro di Trento e di tante altre città in tutta la Provincia, molti pensano siano la causa di starnuti o rossore degli occhi ma niente paura: i 'pioppi' non causano allergie e spariscono dopo piogge anche leggere.

 

 

In poche parole, i batuffoli bianchi che formano la cosiddetta 'lana di pioppo' (la definizione corretta è pappi) sono strutture estremamente leggere di cellulosa, una sostanza completamente anallergica, che grazie all'azione del vento permettono la dispersione dei semi dei pioppi su un'area estremamente vasta, aumentando così la probabilità che nuovi arbusti riescano a svilupparsiNonostante le convinzioni di moltissime persone, i pappi non sono causano reazioni allergiche di per sé (la cellulosa, come già detto, è completamente anallergica) ma i pollini di altre specie di piante trasportati dal vento possono attaccarsi ai 'pioppi,' creando quindi leggeri fastidi in alcune persone.

 

Estremamente infiammabili quando asciutti, se bagnati i pappi si rimpiccioliscono perdendo la quasi totalità del loro volume e non riuscendo più ad essere sollevati dal vento. Per questo dopo piogge anche molto leggere, per qualche giorno sembrano sparire completamente.

I periodi più 'asciutti' a cavallo di aprile e maggio sono quindi i momenti nei quali è possibile osservarne di più in giro, quando le 'nevicate' primaverili dividono le persone tra chi apprezza le scene suggestive che i pappi sono in grado di creare in città e chi invece non sopporta di ritrovarsi ovunque i piccoli batuffoli bianchi. Non resta quindi che godersi il breve spettacolo per i primi e sperare nell'arrivo della pioggia per i secondi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
01 July - 21:37
Il centrosinistra si è riunito per delineare le azioni in vista delle elezioni provinciali del 2023. Lucia Maestri (Pd): "Avviato un progetto per [...]
Cronaca
01 July - 20:29
Dal 2015 a marzo 2022 il Rifugio Bindesi è stato gestito da Fabio Bortolotti, Ilaria Valenti e Federico Weber. Al loro posto ora [...]
Cronaca
01 July - 18:28
L'allarme è scattato nel pomeriggio di oggi poco prima delle 16. Il giovane, dicono i vigili del fuoco di Riva del Garda intervenuti sul posto, si [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato