Contenuto sponsorizzato

"Non pensarci, raccoglila!", il Comune di Ala lancia una campagna di sensibilizzazione sulle deiezioni canine

Il problema degli escrementi di cane non raccolti è uno dei più sentiti e segnalati dalla popolazione. Per questo il Comune di Ala aumenta i controlli e lancia una campagna di sensibilizzazione della cittadinanza 

Pubblicato il - 24 February 2021 - 12:34

ALA. I “ricordini” di cani lasciati per terra da padroni sconsiderati sono uno di problemi segnalati più spesso dai cittadini. In particolare nel Comune di Ala le segnalazioni di deiezioni canine lasciate sul suolo cittadino o nelle passeggiate più frequentate sono state così numerose dopo lo scioglimento della neve da spingere l’amministrazione ad imbarcarsi in una campagna contro questo fenomeno.

 

L’assessore Stefano Gatti in collaborazione con i servizi comunali e la biblioteca si è fatto carico della campagna. “Scende la neve, il paesaggio diventa tutto bianco, candido, da fiaba, una cosa che non succedeva da anni e che restituisce una veste poetica al nostro territorio. Ma si sa la neve è effimera e dopo un certo periodo scompare, sul terreno rimangono delle tracce inconfondibili: le mascherine perse e soprattutto le deiezioni dei cani. Forse i proprietari pensavano che come per la neve si sarebbero dissolte, ma così non è e naturalmente lo sdegno dei cittadini cresce”, riflette l'assessore.

 

Non c'è dubbio – continua Gatti - che il rispetto e il senso civico in questa nostra moderna civiltà sta venendo sempre meno, e molto spesso ci si dimentica che la libertà di ciascuno di noi termina dove inizia la libertà degli altri. È necessario ripartire dal rispetto e dal senso civico. Ecco allora che su stimolo anche di diversi nostri cittadini l'amministrazione comunale ha messo in atto una campagna di sensibilizzazione che ricordi gli obblighi ai proprietari di animali, in particolare dei proprietari di cani. Un obbligo tanto semplice quanto ignorato: la raccolta della "cacca" del proprio cane. È un'azione che denota rispetto nei confronti degli altri e di decoro per la propria città”.

 

La campagna di sensibilizzazione prevede la pubblicazione di un manifesto realizzato in collaborazione con la biblioteca e il corpo della Polizia Locale di Ala e Avio. Non mancheranno però i controlli: i Vigili urbani monitoreranno il territorio, intervenendo con sanzioni di cinquanta euro a tutti i padroni sorpresi a lasciare per terra le feci del proprio cane.

 

“La campagna di sensibilizzazione – prosegue Gatti - prevede inoltre la realizzazione di alcune tabelle che riporteranno la vignetta realizzata con la biblioteca; verranno esposte in corrispondenza dei dispenser per la distribuzione dei sacchetti, proprio per cercare di ricordare gli obblighi ai proprietari degli animali. L'invito che l'amministrazione rivolge alla propria cittadinanza – conclude l'assessore - è di essere rispettosi delle regole affinché siano tutelati i diritti di tutti, dei padroni dei cani e di coloro che non hanno animali”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 aprile - 17:16
Il drammatico incidente è avvenuto alla galleria Doss Trento a Piedicastello. A bordo della moto due fratelli: muore un 26enne, ferito un 23enne
Ambiente
22 aprile - 13:21
Anche quest'anno non è mancato l'appuntamento di Apot per fare il punto sui risultati perseguiti dai frutticoltori trentini, e per presentare gli [...]
Cronaca
22 aprile - 16:01
Sono stati analizzati 2.235 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 16 casi tra over 60 e 21 contagi tra giovani e ragazzi in età scolare. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato