Contenuto sponsorizzato

“Pensando a Depero”, con l'arrivo della mostra al Mart la cantina Vivallis inaugura una grande sala dedicata all'artista

L'inaugurazione sarà sabato 26 marzo alle 20 in compagnia del presidente del Mart Vittorio Sgarbi, che presenterà alle 20 le opere. La mostra rimarrà poi aperta domenica 27 e lunedì 28 marzo ad ingresso libero, dalle 18 alle 20

Pubblicato il - 22 March 2022 - 18:26

ROVERETO. Un fine settimana dedicato all'artista più rappresentativo per la Città della quercia: in concomitanza alla mostra Depero new Depero al Mart, la cantina Vivallis inaugura una grande sala dedicata all'artista che negli anni Cinquanta aveva realizzato il marchio per l'azienda (allora Sav, da sempre la cantina dell'artista). L'inaugurazione sarà sabato 26 marzo alle 20 in compagnia del presidente del Mart Vittorio Sgarbi, che presenterà alle 20 le opere. La mostra rimarrà poi aperta domenica 27 e lunedì 28 marzo ad ingresso libero, dalle 10 alle 28. L’installazione ideata dall’architetto Gianni Filindeu costruisce una storia incentrata su una serie di figurazioni sovrapposte, estrapolate da 10 opere di Fortunato Depero, e realizzate con alcuni legni del Trentino: larice, pino cembro, roverella, abete, faggio e frassino.

 

La percezione dello spazio interno così connotato e definito diventa una continuazione del paesaggio esterno conferendo così al progetto una dimensione ambientale. I colori delle opere originali sono stati sostituiti da quello dei legni rivoluzionando così l’assetto tradizionale dei progetti deperiani. Vivallis, sponsor del Mart, affianca il museo valorizzando la figura di un artista che nella sua lunga esperienza, ha creato una forma d’arte totale, che spazia dalla pittura al teatro, dalla scenografia alle arti applicate, dall’editoria alla pubblicità, affermandosi tra i protagonisti del movimento futurista. Anche il progetto scelto da Vivallis continua il percorso innovativo dell’artista presentando un progetto totalmente unico.

 

La sala verrò presentata e mostrata al pubblico dal presidente di Vivallis Mauro Baldessari e dalla direttrice Paola Greogori, con la presenza, come detto, del presidente del museo roveretano Vittorio Sgarbi, dell'architetto Filideu e di Nicoletta Boschiero, responsabile della Casa d'arte futurista Depero. Per l'occasione sarà possibile ammirare una serie di arazzi di Depero realizzati nel 1938 per il Vibibar, un bar di Bolzano interamente decorato dall’artista, allestiti nella sala all’ingresso della Cantina. La mescolanza tra patrimonio museale e d’azienda rinnova una attitudine caratteristica di Depero quella di un’arte per tutti nel senso più profondo del termine. Vivallis diventa così la cantina dell’Arte, un punto di riferimento per il territorio della Vallagarina e per i cittadini di Rovereto. La grande sala progettata come centro congressi diventa appendice del Mart e galleria d’arte. Lo scopo è quello di essere un punto di riferimento per la cultura e l’arte per tutti.

 

La Sala, dice Vivallis, caratterizzata da enormi vetrate di fronte alla città e alle montagne, viene messa a disposizione dalla cantina per ogni tipo di evento, è dotata dei sistemi multimediali più tecnologici e adatta a registrazioni, si può declinare anche in sala ristorante poiché la cantina ha costruito una cucina professionale accanto, vi è un grande guardaroba e numerosi servizi. Durante gli eventi la cantina mette a disposizione anche una zona lounge bar accanto alla sala, per buffet, banchetti e aperitivi. La capienza è di 240 persone sedute, rispettando la normativa Covid si scende 120. Si può usufruire dell’ampio patio esterno per chi volesse organizzare eventi all’esterno. La cantina ha dedicato due dei suoi migliori vini Depero bianco e Depero rosso, all’artista che l’ha battezzata con le sue opere che sarà possibile ammirare a casa Depero nella sala principale dove riconoscerete il dipinto dell’azienda Sav. “Fare vino è un’arte – dice Vivallis – questi vini rappresentano la massima espressione artistica e qualitativa dei vini fermi del nostro territorio, un omaggio alla Vallagarina tutta. Si tratta di due blend creativi, moderni, dinamici e brillanti come la personalità del loro padrino, sono vini tutti da scoprire”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 4 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 luglio - 19:04
È la 54enne trentina Liliana Bertoldi la quarta vittima della tragedia sulla Marmolada. La donna era molto conosciuta in Trentino per via del [...]
Cronaca
05 luglio - 19:37
Le accuse di Debora Campagnaro, sorella di Erica una delle alpiniste disperse dopo la tragedia sulla Marmolada: “Se ci fosse stato un bollettino [...]
Cronaca
05 luglio - 18:21
Grande il lutto in tutta la comunità per la scomparsa di Filippo Bari, morto sul ghiacciaio della Marmolada: parte anche una raccolta fondi. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato