Contenuto sponsorizzato

''Un'esperienza formativa, pagata e appagante", ecco ''Energia per il futuro": un bando di servizio civile all'oratorio di San Michele all'Adige

Ritorna anche quest'anno l'iniziativa dell'oratorio di San Michele all'Adige in collaborazione con Noi Trento: ci sono due posti disponibili, la durata è di un anno e il progetto prende avvio il prossimo 1 marzo mentre le iscrizioni scadono il 6 febbraio. L'assessore Alessandro Ziglio: "L'associazione è una realtà molto consolidata sul territorio, ben organizzata e ricca di attività"

Pubblicato il - 25 January 2022 - 11:54

SAN MICHELE ALL'ADIGE. Gestire le attività dei giovani e creare volantini, locandine e documenti, partecipare all'organizzazione degli eventi e delle iniziative di solidarietà. Questi alcune responsabilità dei ragazzi che decidono di impegnarsi nel progetto di servizio civile promosso a San Michele all'Adige. 

 

Ritorna anche quest'anno l'iniziativa dell'oratorio di San Michele all'Adige in collaborazione con Noi Trento: ci sono due posti disponibili, la durata è di un anno e il progetto prende avvio il prossimo 1 marzo. Le iscrizioni scadono il 6 febbraio (Qui info: sito Noi Trento - sito del servizio civile universale della Provincia - direttamente all'oratorio di San Michele all’Adige in piazza Chistè 2).

 

Possono candidarsi i giovani che hanno un’età compresa tra i 18 e i 28 anni e che hanno voglia di mettersi in gioco "in un’esperienza formativa, pagata e appagante. Non sono necessari particolari titoli di studio o lunghe esperienze nell’ambito, quanto la voglia di imparare a lavorare per e con i più giovani in un ambiente di volontariato".

 

"Nel nostro progetto - si legge nel bando - le attività che coinvolgono i giovani sono molteplici: gestire i pomeriggi di bambini e ragazzi; creare volantini, locandine e documenti; partecipare all’organizzazione di eventi, alla gestione del coro, delle catechesi e di tante altre attività e aiutare nelle iniziative di solidarietà. In estate i giovani vengono coinvolti nella realizzazione e animazione del Grest, nel campeggio estivo (Covid permettendo) e collaborano con la colonia. Quest’anno, inoltre, partecipiamo al progetto 'Noi siamo fuori' che coinvolge agli oratori della Piana Rotaliana, insieme abbiamo l’obiettivo di unire attraverso l’esperienza del cammino i giovani adolescenti dei nostri paesi per far loro vivere un’esperienza significativa". Oltre alla parte pratica all'oratorio, i ragazzi parteciperanno ai percorsi di formazione promossi dal Noi Trento e dallo Scup.

 

Il progetto si svolge su 5 o 6 giorni per un totale di 30 ore a settimana; e per la sua attività (che non è equiparata a lavoro), il ragazzo in Servizio Civile riceve 600 euro al mese.

 

"E' un'importante opportunità: un'esperienza altamente formativa che permette ai ragazzi di seguire progetti in prima persona nell'ambito del mondo associativo e sociale. L'associazione 'Incontriamoci all'oratorio' - commenta Alessandro Ziglio, assessore del Comune di San Michele all'Adige - è una realtà molto consolidata sul territorio, ben organizzata e ricca di attività. L'auspicio è che questa occasione non vada persa e che i due posti vengano assegnati a ragazzi con tanta voglia di mettersi in gioco".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 18 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 maggio - 19:13
A Trento per Vasco sono arrivati in tanti: genitori con figli adolescenti, coppie di fidanzati e gruppi di amici. L'attesa sotto il sole non [...]
Cronaca
19 maggio - 18:21
I cuccioli sono stati salvati da una donna che stava correndo nei boschi quando ha sentito i guaiti. Ora sono stati presi in custodia dai volontari [...]
Cronaca
19 maggio - 18:43
Visto il grande afflusso di auto sulla zona di Trento Sud il traffico dell'autostrada viene deviato su Trento Nord. Ecco il piano della viabilità [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato