Contenuto sponsorizzato

Vigiliane, festa per i Gobj che difendono la polenta dall'assalto dei Ciusi (FOTO e VIDEO). I feltrini non riescono a sfondare il cerchio: la polenta resta trentina

Dopo una mattinata dedicata alle celebrazioni di San Vigilio, l'evento clou della Disfida in piazza Fiera con la vittoria dei Gobj. Un grande spettacolo prima del ritorno dopo 2 anni di stop dei fuochi d'artificio a chiudere le Feste Vigiliane

Di Luca Andreazza e Francesca Cristoforetti - 26 June 2022 - 22:45

TRENTO. La polenta resta trentina, una Disfida nel segno dei grigio-neri. I Ciusi non riescono a sfondare i ranghi compatti dei Gobj. I trentini resistono nell'assalto finale di cinquanta secondi, il cerchio non cede e il paiolo viene difeso dai tentativi dei feltrini. 

 

 

Un evento atteso e seguito da un pubblico numeroso e partecipe, quello in piazza Fiera. Il successo nell'edizione 2022 delle Feste Vigiliane consente ai trentini di allungare sui feltrini: i Gobj si portano a 20 vittorie con i Ciusi fermi a 17 affermazioni.

Dopo una mattinata dedicata alle celebrazioni in onore di San Vigilio, i tanti appuntamenti e il Corteo della Repubblica fiorentina con la partecipazione dei Bandierai degli Uffizi di Firenze, la serata è per la Disfida che regala ancora una volta emozioni e spettacolo prima dei fuochi d'artificio a chiudere la kermesse patronale.

Dopo l'accensione del fuoco da parte del sindaco di Trento, Franco Ianeselli, con il vice sindaco di Praga e la prima cittadina di Berlino, si entra nel vivo della manifestazione. Ecco le sfide iniziali con entrambe le competizioni appannaggio dei Ciusi. Poi è tempo delle "scaramucce" per guadagnare ulteriori vantaggi prima dell'assalto finale: i Gobj a difendere il paiolo e i Ciusi a cercare di conquistare la polenta. I trentini si prendono la scena, la festa è grigio-nera.

La contesa rappresenta la rievocazione storica di un episodio accaduto nel VI secolo, successivamente ripreso e rappresentato in modi e forme diverse fino alla metà del XIX secolo. Dimenticata per oltre un secolo la Mascherada è stata rilanciata dal Comune di Trento nel 1984 con la collaborazione della 'Confraternita dei Ciusi e dei Gobj', gruppo costituitosi autonomamente nel marzo 1989 (Qui articolo), che si è poi evoluta nella Pro loco centro storico Trento (Qui articolo).

Adesso dopo due anni di sospensione a causa delle limitazioni per fronteggiare l'emergenza Covid, spazio ai fuochi di San Vigilio dalle 23 da Maso Mirabel.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
14 agosto - 18:23
Non semplici le operazioni di soccorso rese difficili dalla vegetazioni fitta che ha complicato l'individuazione del luogo da parte [...]
Montagna
14 agosto - 17:30
Ammonta a quasi mezzo milione il debito ancora da saldare al soccorso alpino: dal 2020 a oggi l’Ulss 1 Dolomiti ha emesso ben 769 fatture per un [...]
Cronaca
14 agosto - 16:35
Era caduta nel crepaccio ieri ed oggi i vigili del fuoco sono intervenuti chiedendo il supporto dell'elicottero Drago 59 del reparto volo di Venezia
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato