Contenuto sponsorizzato

I robot superano ostacoli e salvano vittime virtuali: gli studenti della scuola secondaria "Pascoli" di Povo trionfano alla RoboCup Junior e volano agli Europei di Hannover

La squadra “The Chicken Forest” si è classificata prima nella categoria Rescue Line Entry. L'assessora provinciale all'istruzione Francesca Gerosa: “Il traguardo non solo premia il talento dei singoli studenti, ma dimostra l'importanza del lavoro di squadra e la passione per la scienza e la tecnologia”

Di F.Os. - 18 aprile 2024 - 18:09

TRENTO. Il trentino trionfa alla RoboCup Junior di Verbania e “vola” agli Europei di Hannover in programma a giugno: protagonisti dell'impresa sono gli studenti dell'istituto comprensivo Trento 1 che, con la squadra “The Chicken Forest”, si sono classificati primi nella categoria Rescue Line Entry (da 10 a 14 anni) alla fase nazionale della competizione, che si è svolta dal 10 al 13 aprile in Piemonte.

 

Nella gara i robot - progettati, costruiti e programmati dagli studenti - si sono cimentati in un percorso simulato di soccorso, destreggiandosi tra ostacoli e salvando vittime virtuali: i giovani trentini hanno dovuto affrontare ben sei prove prima di accedere alla finale, utilizzando robot in grado di portare a termine una missione in modalità completamente autonoma, cioè senza l'aiuto dell'uomo.

 

Nel dettaglio, l’area di salvataggio viene raggiunta seguendo una linea tracciata a terra e dopo essere riuscito a superare vari ostacoli - come terreno insidioso con colline, terreno irregolare e macerie - il robot trova delle "vittime", rappresentate da palline di diversi colori, che devono essere trasportare con delicatezza e attenzione ad un punto di evacuazione sicuro.

 

La squadra "Chicken Forest", guidata dall'insegnante di tecnologia e referente per la robotica Cristina Sartori, ha dimostrato abilità di programmazione, strategia e lavoro di squadra, conquistando il primo posto. Alla stessa gara ha partecipato anche l'istituto Rovereto Nord con la squadra denominata "Tassorosso", classificatasi seconda sotto la guida del docente Corrado Zorer. Ottimo posizionamento anche per la squadra "ElectroElite" del Liceo Scientifico Galilei di Trento, che per la categoria "Maze Entry" riservata agli studenti delle scuole superiori ha raggiunto il terzo posto in finale. 

 

Venendo al campionato Europeo RoboCupJuniors, questo è un prestigioso evento che riunisce giovani appassionati di robotica provenienti da diversi Paesi europei - che hanno l'opportunità di misurare e mostrare le proprie capacità e risultati nel campo della robotica – e che mira a promuovere la competenza tecnica, la creatività e la capacità di problem solving dei giovani talenti.

 

“Il traguardo non solo premia il talento dei singoli studenti, ma dimostra l'importanza del lavoro di squadra, la passione per la scienza e la tecnologia”, a sottolinearlo è la vicepresidente e assessora provinciale all'istruzione Francesca Gerosa che oggi ha visitato la scuola secondaria di primo grado "Pascoli" di Povo, dove ha incontrato i ragazzi vincitori che fanno parte delle classi 3^A e 3^C.

 

Nel fare loro e ai loro insegnanti i complimenti, Francesca Gerosa ha sottolineato che “questo risultato, che applica il lavoro fatto nelle ore di lezione, ha permesso alla squadra di diventare un'eccellenza rappresentativa di tutto il sistema scolastico trentino, capace di promuovere innovazione soprattutto attraverso le discipline STEM, che valorizzano le competenze sia teoriche degli studenti, sia quelle trasversali”.

 

Anche la dirigente scolastica dell'istituto comprensivo Trento 1 Laura De Donno ha poi evidenziato come “RoboCup Junior non sia solo una gara di robot, ma un'occasione unica per i giovani di avvicinarsi al mondo della robotica e dell'ingegneria, sviluppando competenze preziose per il futuro”.

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
18 maggio - 06:01
L'arco dolomitico soffre sempre di più di overtourism. La direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco, Mara Nemela: "Il problema talvolta è la [...]
Cronaca
17 maggio - 20:36
Dalle parole e gli insulti la situazione è degenerata rapidamente quando la ragazza del più giovane avrebbe estratto il telefono per filmare [...]
Montagna
17 maggio - 17:04
L'obiettivo è ambizioso: conquistare e assegnare un nome a due vette inesplorate (superiori a 5.000 metri di altezza) della Cordillera Real in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato