Contenuto sponsorizzato

Medici del lavoro, più qualità nella professione e più dialogo col Servizio Pubblico

Venerdì 14 ottobre al Centro Studio Erickson le maggiori associazioni di medici del lavoro intendono promuovere un dialogo con il Servizio Pubblico di Vigilanza (Apss) e Forze speciali per individuare criteri condivisi di qualità ed efficacia del ruolo del medico competente nell'ambito della prevenzione nei luoghi di lavoro

Pubblicato il - 05 ottobre 2016 - 12:54

TRENTO. La Sezione Triveneta della Società Italia di Medicina del lavoro (Simlii) e l'Associazione Nazionale Medici d'azienda e competenti affronteranno il tema "Modello di organizzazione e gestione della sicurezza: il ruolo del medico competente" venerdì 14 ottobre dalle 14 alle 19 alla sala conferenze del Centro Studi Erickson.

 

Le due maggiori associazioni professionali che rappresentano i medici del lavoro, cosiddetti "competenti", intendono promuovere un dialogo e un confronto fra con Servizio Pubblico di Vigilanza (Apss) e Forze speciali per individuare criteri condivisi di qualità ed efficacia del ruolo del medico competente nell'ambito della prevenzione nei luoghi di lavoro, soprattutto nel caso in cui l'azienda in cui opera adotti un “Modello di organizzazione della sicurezza” come previsto in conformità alla legge vigente.

 

Interverranno al dibattito i relatori locali di Trento e Bolzano, oltre che esponenti dei Servizi Pubblici del Veneto e del Friuli per portare l'esperienza di altre Regioni su questo tema.

 

L'esigenza di un confronto discende, tra l'altro, dalla constatazione che esistono interpretazioni diverse sui criteri di qualità dell'azione del medico competente, in alcuni casi con conseguenze sanzionatorie e giudiziarie. Secondo i medici competenti, questa criticità merita una riflessione non solo per definire le caratteristiche di qualità dell'operato, ma anche obiettivi comuni e condivisi, come ad esempio la diffusione della "Cultura della sicurezza" fra i datori di lavoro, contribuendo così alla creazione di condizioni favorevoli per una maggiore efficacia del ruolo di consulente del medico competente.

 

L'iscrizione all'incontro è gratuita, ma obbligatoria entro il 7 ottobre.

 

PROGRAMMA 

13.45-14.00: Registrazione dei partecipanti e consegna documentazione ECM

14.00-14.15: Presentazione dell’incontro - Francesca Larese Filon - Pietro Patanè

14.15-15.15: Modello di Organizzazione e Gestione della Sicurezza (MOGS): l'importanza del Medico Competente nella sua applicazione - Ivo Dagazzini

15.15-15.30: Discussione

15.30-16.30: Requisiti di qualità del ruolo del medico competente: esperienze a confronto - Graziano Maranelli, Carlo Venturini, Edi Casagrande, Giancarlo Magarotto

16.30-16.45: Coffee break

16.45-17.20: Il punto di vista dei medici competenti - Azelio De Santa - Pietro Patanè

17.20-18.20: La prevenzione nei luoghi di lavoro vista da punti diversi: il Medico competente e i servizi di Medicina del Lavoro: esperienze a confronto - Tavola rotonda e discussione con tutti i relatori - Modera Francesca Larese Filon

18.20-19.00: Test verifica apprendimento (solo ECM) e saluti finali

 

Recapiti per informazioni e registrazioni:

Segreteria scientifica:

dott. Azelio De Santa | tel. +39 0461 912765 | e-mail: desanta@prosalute.net

 

Segreteria organizzativa:

dott.ssa Franca Serafini | tel. +39 0461 912765 | e-mail: franca.serafini@prosalute.net

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 69.854 nuovi casi, 767 decessi, 2.821 ricoveri e 372 in terapia intensiva. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

28 ottobre - 18:46

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 191 positivi a fronte dell'analisi di 2.761 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,9%. Tra i nuovi contagiati, 128 persone presentano sintomi, circa il 67% dei positivi totali. Sono 116 le classi in isolamento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato