Contenuto sponsorizzato

Sorrisi e carezze: i disabili dell'associazione Marcamè a spasso con i cani del canile per le vie di Rovereto

La bella iniziativa che ha coinvolto l'associazione Marcamè, Arcadia e i volontari del servizio di Villa Maria. "Una delle passeggiate si è svolta pure sotto la pioggia, ma i partecipanti si sono divertiti anche di più"

Pubblicato il - 21 aprile 2017 - 12:56

ROVERETO. Passeggiate con sorriso. Soddisfazione, senso di appagamento, solidarietà. I cagnolini e cagnoloni del canile accompagnati a passeggiare dai ragazzi disabili per le vie di Rovereto. E' questo il bellissimo progetto che ha coinvolto gli educatori di Macramè assieme a quelli cinofili, i volontari del servizio di Villa Maria e quelli dell'Associazione Arcadia

 

"Abbiamo coinvolto il gruppo del martedì, quello del mercoledì e quello del giovedì oltre al 'gruppo creativo' e abbiamo contattato il canile - spiega Barbara Hueber educatrice di Macramè - e in particolare Pierluigi Raffo, trovando subito disponibilità alla collaborazione. Così i nostri gruppi, assieme ai nostri volontari e a quelli di Arcadia coi loro cani, hanno partecipato a passeggiate che, partendo dalla piscina comunale, ci hanno condotto per le vie di Rovereto".

 

Macramè è un servizio della Cooperativa Villa Maria, in convenzione con la Comunità di valle, che realizza attività per il tempo libero - ad alto livello di integrazione - per persone disabili. Lo fa con la presenza di volontari e, dove necessaria, degli educatori. Le attività sono proposte nelle fasce orarie maggiormente scoperte dagli altri servizi: tardo pomeriggio, sera e week end. I gruppi serali danno l’opportunità di socializzare anche la sera, integrandosi in contesti comuni con un divertimento condiviso.

 


 

"Abbiamo predisposto diverse serate - prosegue Hueber - e così abbiamo potuto fare dei piccoli gruppi composti da uno dei nostri assistiti, uno dei nostri volontari, uno dei volontari cinofili e se necessario un educatore. Una delle passeggiate si è svolta pure sotto la pioggia, ma i partecipanti si sono divertiti anche di più".

 

L'iniziativa è stata proposta il 15 marzo, il 23, il 30 e infine il 4 aprile, sempre in orario serale dalle 19.30 alle 21.30. "Sono stati momenti belli e di svago, che hanno permesso di conoscere meglio il cane. Alcuni ragazzi avevano paura, poi anche la più spaventata è riuscita a tenere al guinzaglio e coccolare il "suo" cane. Sicuramente un esperimento positivo, da ripetere", conclude Hueber. Grande soddisfazione da parte di tutti anche dal presidente di Arcadia, Pierluigi Raffo, e per gli "ospiti" del canile che hanno potuto passeggiare in compagnia. 

 


Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 maggio - 15:21
A causa del concerto di Vasco e di uno sciopero, negli ospedali di Trento e Rovereto, sono saltate alcune operazioni [...]
Cronaca
23 maggio - 13:40
Nelle scorse settimane la Provincia aveva provato a trovare una soluzione sulla complicata vicenda che riguarda la costruzione del Not. Ma l'Anac [...]
Cronaca
23 maggio - 11:01
Il primo intervento alla pista di motocross del Ciclamino per un 18enne caduto rovinosamente a terra che ha battuto violentemente il costato, poi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato