Contenuto sponsorizzato

Tra Chevrolet Independence Phaeton e S.S. Jaguar, ma anche Trabant e Ford Thunderbird, arriva l'Adac in Trentino

Dal 18 al 21 settembre 108 vetture d’epoca e 220 partecipanti all'Adac Trentino Classic saranno impegnati in un affascinante percorso a tappe con base a Molveno e che toccherà la totalità delle vallate occidentali. Percorreranno 525 chilometri sulle strade tra Garda e Dolomiti di Brenta

Pubblicato il - 14 settembre 2017 - 19:33

MOLVENO. La carovana dell'Adac Trentino Classic è pronto a sfilare dal 18 al 21 settembre dall'Altopiano della Paganella, più precisamente in quel di Molveno. Un evento che combina la passione per i motori e l'occasione di promuovere il territorio e i suoi tesori ambientali, culturali, enogastronomici tra gli appassionati tedeschi di vetture storiche.

In questa edizione di Adac Trentino Classic ben 108 auto d’epoca, modelli costruiti tra gli anni '30 e gli anni '80 del secolo scorso, percorreranno 525 chilometri tra i panorami delle valli del Trentino. Per i partecipanti, 220 tra piloti e accompagnatori, saranno quattro giornate nelle quali ammirare i luoghi più suggestivi del Trentino, scoprendone i borghi più caratteristici, insieme alle tante eccellenze dei diversi territori attraversati.

 

La carovana delle auto d'epoca toccherà le strade dell'Altopiano della Paganella, delle Valli Giudicarie, della Valle del Chiese, della Val di Ledro, del Garda e della valle dei Laghi, lungo le Valli di Non, Sole e Rendena, il Bondone, la Valle dell'Adige, la Val di Cembra e la piana Rotaliana.

 

Come da tradizione l’evento è caratterizzato dalla presenza di pregiate 'old cars' dei primi decenni del Novecento. Un vero museo viaggiante dell'automobile dove spiccano veri e propri gioielli: una Chevrolet Independence Phaeton del 1931 e due S.S. Jaguar del 1937 e del 1938. Ci sarà anche una storica Trabant P50 Combi del 1961con motore raffredato ad aria, icona dell'ex DDR, una Mercedes Benz 180 D-Am Combi del 1958, una Ford Thunderbird 390 coupè del 1963. Sarà presente anche una Indra Intermeccanica V8 futuristica auto cuneiforme del 1973.

 

"L'evento è importante perché Adac è una delle istituzioni più prestigiose all'interno del mondo tedesco - dice Maurizio Rossini, direttore generale di Trentino Marketing - grazie ai suoi quasi 20 milioni di soci che si muovono in Germania, ma viaggiano molto anche verso il nostro paese. Questa partnership ci permette di dialogare con un mondo strategico per il nostro turismo, di avere il marchio Trentino su pubblicazioni che arrivano a milioni di cittadini tedeschi che attraverso queste iniziative hanno scoperto il nostro territorio".

 

Quello tedesco è infatti il primo mercato estero di riferimento per il Trentino con il 52,5% degli arrivi certificati. Nel semestre estivo 2016, da maggio a ottobre, ha generato nelle strutture ricettive ben 555.664 arrivi e oltre 2 milioni di presenze, numeri in costante crescita se si considera che questo dato, nel 2011, si attestava a 1.600.000 presenze.

 

"Siamo felici di essere nuovamente ospiti di Trentino Marketing - commenta Frank Reichert, responsabile della divisione Classic di Adac - perché è una collaborazione che portiamo avanti da molti anni e questo non sarebbe possibile senza un'organizzazione di alto livello come quella che abbiamo sempre trovato qui. Siamo particolarmente lieti di partire da Molveno, località che conosciamo già bene, per l'ospitalità e l'offerta enogastronomica".

 

Saranno quattro le tappe di questa edizione: "Il valore di questa manifestazione è notevole - aggiunge Anna Rosa Donini, presidente dell'Apt Paganella Dolomiti di Brenta - perché offre un'ampia visibilità per il nostro ambito, dal lago alle Dolomiti di Brenta, tenuto conto che la Germania per noi è il primo mercato estero".

 

Si inizia lunedì 18 a Molveno con la passerella delle vetture partecipanti al concorso di eleganza in zona lungolago e quindi il prologo di 42 chilometri valido per la Coppa Dekra, con partenza dal parcheggio della cabinovia, passaggio a Fai della Paganella e arrivo in centro a Molveno.

 

Il giorno successivo frazione di 155 chilometri valida come Coppa Camp David per auto d'epoca con partenza dal lungolago di Molveno e un percorso che porterà i partecipanti attraverso il Banale, le Giudicarie inferiori fino a Tione quindi in Valle del Chiese fino a Storo per poi salire verso la Val di Ledro. Qui è previsto il tradizionale 'Concorso di Eleganza', tra i momenti clou dell’evento, che offre l'opportunità agli appassionati di vetture d’epoca di ammirare da vicino questi autentici gioielli della meccanica. Da qui la carovana proseguirà verso la conca di Riva del Garda, passando per Arco, risalendo la Valle dei Laghi per poi ritornare a Molveno attraverso il Limarò.

 

Mercoledì i territori protagonisti della Coppa Autostadt saranno le valli del Trentino occidentale. La Valle di Non dove è prevista una sosta a Mondo Melinda, la Val di Sole, quindi da Passo Carlo Magno scenderanno a Madonna di Campiglio, percorrendo in discesa tutta la Val Rendena fino a Tione, salendo ancora verso Passo Durone e quindi attraverso il Bleggio dirigersi verso il traguardo di Molveno dopo aver percorso 160 chilometri.

 

Gran finale giovedì 21 con la Coppa Autozeitung ClassicCars di 168 chilometri: partenza sempre da Molveno, quindi attraverso il Bleggio e il Lomaso fino al Passo del Ballino e la successiva discesa verso 'La busa'. Un secondo passaggio da Arco prima di risalire verso Cavedine e la Valle dei Laghi per raggiungere Trento e successivamente Lavis, dove imboccheranno un tratto di Valle di Cembra fino a Ville di Giovo. Quindi la discesa nella Piana Rotaliana e l'arrivo sul traguardo finale di Molveno. Nella storia di questo duraturo legame tra Adac e Trentino, tra il 2004 e il 2016, ci sono stati circa 1.300 auto e 2.600 partecipanti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 marzo - 05:01

In Alto Adige l'Azienda sanitaria ha denunciato i partecipanti alla messa in scena dove si consiglia di utilizzare vitamina Ce D, estratti di erbe e si parla di buona respirazione e sana alimentazione mentre si mette tra virgolette la parola vaccini anti Covid. Tra loro anche il dottor Cappelletti. Il presidente dell'Ordine del Trentino: ''Decisamente stupito per una presa di posizione così contraria alle raccomandazioni che la classe medica dovrebbe dare in questa fase. Così si confonde la popolazione''

02 marzo - 20:08

Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicato 1 decesso. Sono 61 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

02 marzo - 19:51

In Italia il 54% dei contagi è legato alla variante inglese, il 4,3% a quella brasiliana e lo 0,4% a quella sudafricana. A Brescia, per la prima volta, isolata quella nigeriana. L’Iss: “In un contesto in cui la vaccinazione non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di mutazioni a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato