Contenuto sponsorizzato

Trento sempre più amica delle bici, in arrivo un ciclo-parcheggio, altri collegamenti ciclabili e tante iniziative

Nel 2018 un collegamento tra la scuola primaria 'Raffaello Sanzio' e il Giardino della Predara, ma anche il ciclo-parcheggio all'Area ex Zuffo. Nel 2020 l'offerta sarà però ulteriormente implementata 

Di Emma Traina e Margherita Girardi - 18 agosto 2017 - 06:09

TRENTO. 'Condividere ti porta lontano', questo lo slogan della settimana europea della mobilità che si terrà dal 16 al 22 settembre nelle diverse città aderenti e Trento, in occasione della Festa delle biciclette, vedrà sfrecciare per la prima volta una sfilata green a due ruote.

 

"Il tema è quello della mobilità pulita, condivisa e intelligente - spiega il vice-sindaco Paolo Biasioli -. Il Comune di Trento è entusiasta di prendere parte per la prima volta a questa iniziativa".

 

Nel pomeriggio del 16 settembre Piazza Dante non diventerà solo la base di numerosi stand delle associazioni coinvolte nella Festa delle biciclette, come Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta), Trentino Arcobaleno, Uisp-Unione italiana sport per tutti, Cooperativa Kaleidoscopio, Mamme Insieme Mattarello, Comitato per Campotrentino, Ciclofficina Giralaruota, Cooperativa Car sharing Trentino, Biblioteca comunale, Fbk, Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Legambiente.

 

La manifestazione si articola attraverso due percorsi che si snodano attraverso il centro storico: il primo verso il parco di Melta e il secondo verso il parco della Clarina.

 

Non mancheranno durante la pedalata delle zone di ristoro e l'organizzazione si appoggia alla stretta collaborazione con le circoscrizioni, in particolare di Gardolo, Piedicastello, San Giuseppe-Santa Chiara e Oltrefersina, coordinati dal Gruppo di lavoro Trentoinbici.

 

Dopo il rientro dei partecipanti in piazza, a conclusione della giornata, verrà allestita una lotteria con in palio diversi premi. "Teniamo molto a questa iniziativa - commenta il consigliere comunale Michele Brugnara - perché permette di promuovere e far conoscere alla comunità trentina l’estesa ciclabilità della città: Trento infatti dispone di una rete ciclabile di quasi 62 chilometri che attraversa il centro città e tutte le circoscrizioni del fondovalle".

 

A gennaio 2017 è stata approvata la mozione ‘Trento città amica delle biciclette’, che oltre a prevedere l’organizzazione della festa, include anche la realizzazione di una pista ciclabile in via S. Martino e il nuovo ciclo-parcheggio nell’area ex Zuffo.

 

Per quanto riguarda il primo progetto, verrà portato a termine nel corso del 2018 e collegherà la scuola primaria 'Raffaello Sanzio' al Giardino della Predara. "Questo progetto ha tre obiettivi - spiega l’assessore Italo Gilmozzi - riqualificare via S. Martino, favorire l’accesso al parco delle bici e rendere sicuro il tratto di strada anche per i bambini".

 

Altra iniziativa a favore della mobilità 'green' è il nuovo ciclo-parcheggio nell’area ex Zuffo. "E’ un piano pensato per promuovere l’intermobilità - aggiunge Gilmozzi - cioè la possibilità di sfruttare diversi mezzi di trasporto per spostarsi. Il progetto è pensato in particolare per i pendolari che arrivano da fuori città". Si è pensato a questa zona perché è ampia e comoda da raggiungere. Si potrà quindi guidare fino al parcheggio e poi pedalare lungo la ciclabile di via Fratelli Fontana per arrivare in centro. Il ciclo parcheggio è protetto e coperto e vi si potrà accedere utilizzando il badge dei trasporti pubblici: sarà quindi possibile lasciare la propria bici e andare a riprenderla a piacimento. 

 

"Ci sono già due ciclo-parcheggi analoghi in Piazza Dante e Port’Aquila- sottolinea Brugnara - ma entro il 2020 si pensa a implementare l'offerta: la priorità andrà a Piazza Dante che, essendo il polo dei trasporti pubblici, necessita di un altro punto e si ragiona alla zona della Trento-Malè oppure via Romagnosi-Vannetti".

 

"L’amministrazione comunale e in generale tutte le forze politiche sono molto attente a questo argomento - conclude Brugnara - l’obiettivo è infatti presentare Trento come città accogliente e attrezzata per le biciclette. Con umiltà, ma con grande entusiasmo ci si avvicina, pedalata dopo pedalata, a una mobilità sostenibile e ecologica, seguendo le orme di città già da anni aderenti alla settimana europea della mobilità".

 

Tutti i cittadini e le famiglie sono invitati a partecipare numerosi, per riscoprire in allegria l'intramontabile fascino del muoversi in bicicletta e fare la propria riflessione di Didier Tronchet: "La nuova rivoluzione può venire semplicemente da questa alternativa mattutina: prendo l'automobile o la bicicletta?".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 17 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 gennaio - 15:29
Il ristoratore bolzanino Pietro Candela è passato da condividere i post del complottismo più spinto, quelli che ''la verità non ce la dicono'', [...]
Cultura
18 gennaio - 13:23
L’album X2 del produttore Sick Luke conquista la classifica nazionale dalla sua uscita, il 7 gennaio scorso. Al suo interno sono raccolti brani [...]
Cronaca
18 gennaio - 11:54
Con i tanti non vaccinati sul territorio l'Alto Adige rischia di essere un territorio che farà fatica a rendere endemica la presenza del virus e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato