Contenuto sponsorizzato

E' derby tra Dro Alto Garda e Trento, il Levico Terme va a Crema

Calcio serie D. La classifica di gialloblu e gialloverdi piange, in palio punti pesanti. Il Levico impegnato nella difficile trasferta di Crema per continuare la striscia positiva di quattro gare senza perdere

Di Luca Andreazza - 09 dicembre 2017 - 19:13

TRENTO. Non sarà decisivo, ma poco ci manca. Domani il derby tra Dro Alto Garda e Trento (calcio d'inizio alle 14.30 sul campo in località Oltra) mette i palio punti pesantissimi in ottica salvezza. Il Levico Terme è atteso invece in quel di Crema per proseguire la striscia positiva di quattro gare consecutive senza sconfitte (due vittorie e due pareggi).

 

La classifica dei gialloblu e dei gialloverdi piange e chiede ossigeno, il Trento è fermo a 11 punti, mentre il Dro Alto Garda si trova alle spalle della compagine di via Sanseverino a 9 punti. Le due compagini sono così chiamate a cercare il punteggio pieno nella penultima gara del girone d'andata. 

 

Dopo il cambio in panchina e il primo scivolone contro la Romanese, il Trento di Filippini è sembrato in crescita e arrivano dalla gara sospesa sull'1-1 contro il Crema (Qui articolo). I gialloblu in trasferta hanno vinto due volte (tre i successi fino a questo momento in campionato) in questa stagione contro Lumezzane e Scanzorosciate, mentre il Dro Alto Garda non vince in casa dalla prima giornata, quando la formazione di Michele Ischia si è imposta per 1-0 contro il Ciliverghe Mazzano (unica vittoria fin'ora), ma non muove la classifica da tre turni (pari contro il Ciserano).

 

Per la sfida contro il Dro il tecnico gialloblu Antonio Filippini ha convocato venti giocatori. Indisponibili lo squalificato Appiah e l'infortunato Bacher, mentre ci sarà il neoacquisto Petar Kostadinovic così come gli juniores Cavagna, Dallavalle e Trevisan, tutti e tre già aggregati alla prima squadra nel corso del ritiro precampionato.

 

Dro e Trento si sono affrontate solamente due volte in sfide ufficiali, ma quella di domani sarà la prima volta assoluto in campionato. Il Dro Alto Garda del patron Loris Angeli, alla quinta stagione consecutiva in serie D, cercherà di sorprendere il Trento, come già avvenuto nel turno preliminare di coppa Italia (Qui articolo). L'altro confronto risale al 2009 quando il Trento, all’epoca in Eccellenza, e il Dro, in Promozione, si affrontarono ad 'Oltra' per la coppa Italia: i gialloblu s’imposero per 4 a 3 gli aquilotti con tripletta di Francesco Cosa e rete di Zingrillo, mentre le marcature dei locali portarono la firma di Poli (doppietta) e Dalpiaz.

 

Sono quattro, gli ex tra campo e panchina, equamente divisi tra le due formazioni. In casa Dro il tecnico Michele Ischia e Roberto Aquaro possono vantare un trascorso in maglia Trento, rispettivamente nella stagione 1998/99 (26 presenze in serie C2) e quella 2012/13 (30 partite e 16 reti).

 

In casa Trento, invece, gli ex sono il centrocampista 'tuttofare' Giovanni Paoli, che nella passata stagione è sceso in campo 32 volte e realizzato due reti con la maglia del Dro, e l'ultimo arrivato Petar Kostadinovic, gialloverde nell'annata 2015/2016 nella quale ha totalizzato 32 presenze con il team droato.

 

Il Levico Terme di Stefano Manfioletti è in scena allo Stadio comunale Voltini per affrontare il Crema, decimo posto in classifica a 22 punti alle spalle proprio dei termali, autori fino a questo punto di una stagione oltre ogni aspettativa. 

 

Un cliente difficile quello che attende il Levico Terme, la formazione di Sergio Porrini (ex Juventus) può vantare infatti con tredici reti al passivo la terza miglior difesa del campionato (solo Darfo Boario e Pro Patria hanno fatto meglio, dieci reti subite). Sono diciannove invece quelle messe a segno. I gialloblu invece sono a quota diciotto reti fatte e sedici quelle subite. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:30

Se le incertezze sono tante, tantissime, e il momento è delicato per l'emergenza Covid-19, le parole del presidente Maurizio Fugatti non aiutano a chiarire nulla o quasi. Non si capisce il senso di una conferenza stampa convocata in questo modo e di questo tenore per spiegare quanto succede in Trentino alla luce dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato