Contenuto sponsorizzato

Milano sorprende Trento, la Diatec cade in casa all'esordio

Volley. La Revivre vince 3-2 al tie-break. Una Trentino Volley, a tratti nervosa, cerca di restare agganciata alla partita, ma si arrende all'mvp della gara Abdel-Aziz

Foto Marco Trabalza
Di Luca Andreazza - 15 ottobre 2017 - 20:27

TRENTO. Sorpresa al PalaTrento nella prima giornata della massima serie. La Trentino Volley scivola in casa e guadagna solo un punto all'esordio contro una Revivre Milano pimpante e concentrata, che trascinata da Abdel-Aziz piazza il colpo grosso a Trento e guadagna due punti. Milano vince la partita al tie-break per 3-2.

 

La Diatec, che ha cambiato tanto nel corso del mercato, è ancora in fase di rodaggio e Angelo Lorenzetti cerca in corso d'opera le soluzioni giuste per restare agganciato alla partita, soprattutto dopo il black-out patito nel secondo set, quando Milano riemerge dal 15-9 di marca trentina al 16-16 fino al 20-25 meneghino, ma non basta.

 

Dopo essersi fatti sorprendere nel primo e terzo parziale, una nervosa Trentino Volley riesce a ritrovarsi nella difficoltà per restare in gara, ma il colpo di reni al tie-break arriva da Milano dopo una battaglia punto a punto. 

 

"Volevamo fare meglio - commenta a caldo Angelo Lorenzetti - siamo partiti male nel primo set, poi quando ci siamo sciolti nel cambio-palla e alla battuta non abbiamo fatto male. Milano è una buona squadra, ma dobbiamo certamente lavorare ancora tanto".

 

Una serata in chiaro-scuro in questa prima giornata del massimo campionato, dove i sorrisi arrivano prima del fischio d'inizio quando Angelo Lorenzetti riceve il premio come miglior tecnico della passata stagione. 

(Foto di Marco Trabalza)

Premiato anche Simone Giannelli, come miglior under 23.

(Foto di Marco Trabalza)

L'ultimo a ritirare il premio è Daniele De Pandis quale miglior ricevitore.

(Foto di Marco Trabalza)
Angelo Lorenzetti schiera Hoag, Giannelli in regia, Lanza in banda, Eder e Zingel al centro, De Pandis libero.

Andrea Giani, nuovo allenatore di Milano, risponde con Sbertoli al palleggio, Abdel-Aziz opposto, Klinkenberg e Schott in banda, Piano e Averill al centro, Fanuli libero.

 

L'inizio del primo set è tutto di marca Milano, mentre l’avvio della Diatec Trentino è timido (2-4, 5-7). Vettori prova a scuotere i trentini, ma poi è proprio un suo errore a consegnare il massimo vantaggio a Milano (8-12). Lorenzetti interrompe il gioco ed inserisce Kozamernik al posto di Zingel per il servizio. Trento reagisce (13-15), ma per rivedere le squadre a stretto contatto bisogna attendere il 18-19 per colpa di un attacco out dell’opposto olandese. E' ancora Abdel-Aziz a piazzare un ace (18-21) che spalanca le porte alla Revivre per la vittoria del primo parziale, che arriva già sul 22-25.

La Diatec Trentino reagisce in apertura di secondo set, sfruttando al massimo la vena di Lanza (4-2) e poi quella di Vettori (10-7). Milano non demorde e con il solito Abdel-Aziz si riporta in carreggiata (11-10), prima di lasciare spazio per colpa di errori propri ad un nuovo allungo dei padroni di casa (15-11). In seguito Zingel abbassa la saracinesca (17-12) e Trento può gestire con maggiore tranquillità il cospicuo vantaggio costruitasi nella prima parte della frazione (20-17), dilagando di nuovo nel finale (23-18 e poi 25-20).

 

La Revivre si disunisce nel terzo periodo e lascia ancora spazio ai padroni di casa. La Diatec si lancia in fuga, anche dopo il cambio di campo (5-3, 9-6). La Trentino Volley guadagna certezze e diventa più sciolta, mettendo in bella evidenza Zingel e Giannelli (contrattacco e ace per il 15-9). Nel momento più difficile della partita i lombardi però ripartono: Abdel-Aziz sale in cattedra al servizio che tra ace e facili costruite ricuce quasi da solo il punteggio (16-16). Il sorpasso avviene con una clamorosa difesa punto dello stesso olandese e con un muro di Piano sul neoentrato Kozamernik (dentro per Zingel). Lorenzetti interrompe il gioco, ma alla ripresa sono ancora gli ospiti ad allungare con Sbertoli e Averill (19-22 e 19-24), bravi poi a chiudere sul 20-25 guadagnando il primo punto in classifica.

 

La Trentino Volley è già spalle al muro, ma si ritrova in avvio di quarto set, provando subito l’allungo (4-1, 15-10) per mano di un attacco più convinto ed un servizio che riesce a mettere maggiormente in crisi il sistema di ricezione avversario. Anche in questo caso i gialloblù riescono a dilagare nella parte centrale (14-9, 18-13), ma stavolta sono più attenti nel gestire il margine (21-15) e a portare la contesa al tie-break lavorando bene in fase di cambio-palla fino al 25-19.

 

Il quinto set è lottato punto a punto (5-5, 7-7) fino a quando il neoentrato Galassi non blocca Eder (7-9). E’ lo spunto decisivo, perché poi Trento non riesce più a ricucire (9-11, 11-13, 13-15) pur restando sempre in scia. Chiude Abdel-Aziz, mvp della gara.

 

DIATEC TRENTINO-REVIVRE MILANO 2-3
(22-25, 25-20, 20-25, 25-19, 13-15)
DIATEC TRENTINO:  Vettori 15, Hoag 13, Eder 8, Giannelli 7, Lanza 19, Zingel 9, De Pandis (L); Chiappa (L), Kovacevic, Kozamernik, Teppan, Cavuto. N.e. Partenio. All. Angelo Lorenzetti.
REVIVRE:  Sbertoli 3, Schott 14, Averill 5, Abdel-Aziz 28, Klinkenberg 7, Piano 13, Fanuli (L); Tondo, Preti, Galassi 5. N.e. Piccinelli, Daldello, Cebulj. All. Andrea Giani.
ARBITRI: Puecher di Padova e Pozzato di Bolzano.
DURATA SET: 30’, 28’, 28’, 26’, 20’; tot 2h e 12’.
NOTE: 3.156 spettatori, per un incasso di 22.245 euro. Diatec Trentino: 11 muri, 4 ace, 25 errori in battuta, 3 errori azione, 55% in attacco, 58% (29%) in ricezione. Revivre: 11 muri, 11 ace, 21 errori in battuta, 10 errori azione, 47% in attacco, 57% (29%) in ricezione. Mvp Abdel-Aziz.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 15:58

Il presidente della regione Veneto ha commentato i dati odierni (oltre 1.100 contagi e 3 morti) e spiegato che secondo lui sarebbe stato meglio chiudere i centri commerciali che gli esercenti della ristorazione. E sul virus ha aggiunto: ''Va affrontato per quello che è: per noi l'emergenza sanitaria non c'è. Non c'è in Veneto''

26 ottobre - 15:45

E' successo pochi minuti prima di mezzogiorno. Sul posto si sono portati  i carabinieri, i vigili del fuoco di Grigno e i soccorsi sanitari. Il ragazzo dopo essersi ripreso è stato stabilizzato ed elitrasportato all'ospedale di Trento 

26 ottobre - 14:52

Il nuovo Dpcm mette nero su bianco la chiusura di teatri e cinema. In queste ore verrà fatta conoscere la nuova ordinanza di Fugatti e si capirà se la strada seguita è quella di Bolzano con la deroga alle regole nazionali o Roma

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato