Contenuto sponsorizzato

Gianni Moscon sospeso per cinque settimane, ma il Team Sky perdona il ciclista trentino

Ciclismo. Il trentino, inchiodato dal Var, paga l'alterco con il corridore francese Elie Gespert: la squalifica inizia oggi e non può correre fino al 12 settembre. Il Team Sky: "Continueremo a dargli l'aiuto e il supporto di cui ha bisogno per imparare, crescere e ripartire dopo questo stop"

Pubblicato il - 08 agosto 2018 - 16:42

TRENTO. Il ciclista Gianni Moscon non può correre fino al prossimo 12 settembre. L'Uci ha annunciato il periodo di squalifica che il trentino deve scontare dopo l'espulsione all'ultimo Tour de France al termine della quindicesima tappa. La buona notizia è che il Team Sky, reduce dalla doppia Thomas in giallo e Froome terzo alla Grand Boucle, non prende provvedimenti peggiori verso il 24enne. 

 

Il trentino, inchiodato dal Var, paga l'alterco con il corridore francese Elie Gespert (Qui articolo): la squalifica inizia oggi per cinque settimane

 

"Accetto la sospensione - commenta Gianni Moscon attraverso il Team Sky - che mi ha inflitto l'Uci. Ho reagito nell'agonismo del momento e non è mai stata mia intenzione colpire un altro ciclista. Come il filmato mostra, non ho colpito nessuno, ma sono pentito delle mie azioni e mi sono già scusato con Elie Gesbert e il Team Fortuneo Samsic per l'incidente".

 

Anche il responsabile del Team Sky, Sir Dave Brailsford, è intervenuto sulla decisione dell'Uci: "Accettiamo la sospensione di Gianni per un periodo di cinque settimane. Questo incidente è accaduto durante una delle gare più impegnative che la nostra squadra abbia mai affrontato. Siamo certi che il rammarico di Gianni sia reale e confidiamo che abbia tratto lezioni importanti da quanto accaduto. Gianni è ancora un corridore relativamente giovane, continueremo a dargli l'aiuto e il supporto di cui ha bisogno per imparare, crescere e ripartire dopo questo stop".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 16:21

L'assessora Segnana è intervenuta per scaricare la responsabilità sull'Ordine dei medici. Grosselli, Bezzi e Alotti: "Se esecutivo e dirigenti provinciali hanno sempre bisogno di qualcuno che dica cosa fare, per quale motivo vengono pagati dai trentini? Chieda scusa e ringrazi Ioppi invece di accusarlo". L'Upt: "Accuse di Segnana inaccettabili e vili. Bullismo istituzionale, arroganza e impreparazione"

25 maggio - 12:37

Il presidente del Forum Trentino per la Pace e i diritti umani (organismo “consulente” della Giunta e del Consiglio Provinciale) manda una lettera all'assessore all'istruzione e cultura per chiedergli di non far saltare quell'importante attività di educazione alla cittadinanza attiva che per tanti giovani è stata anche una delle prime esperienze lavorative: ''Credo non solo debba essere garantito nei suoi progetti ma addirittura rafforzato''

25 maggio - 12:53

Il parco acquatico Riovalli di Cavaion Veronese non riaprirà per l'estate. Le restrizioni imposte dai protocolli di sicurezza, le procedure e l'innalzamento automatico dei costi hanno spinto la direzione a decidersi per la chiusura, lasciando a casa una trentina di dipendenti. Il proprietario: "Lasciati soli dal governo. Anche con le nuove disposizioni del Veneto, come posso garantire al cliente di usufruire dei servizi per cui ha pagato?"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato